RUGBY NOTIZIE: ASSORBITO IL JET-LAG, ALL BLACKS AL LAVORO

Allegati

07/nov/2004 15.50.25 Ufficio Stampa FIR Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

JAGUAR TEST MATCH 2004
NUOVA ZELANDA, ASSORBITO IL JET-LAG TUTTI AL LAVORO
IL PILONE SOMERVILLE: “AZZURRI IN CRESCITA COSTANTE
Roma –
Prima mattinata di lavoro, dopo la sgambata post-volo di ieri pomeriggio, per la Nazionale della Nuova Zelanda, prossima avversaria degli Azzurri di John Kirwan sabato 13 novembre allo Stadio Flaminio di Roma.
Sul campo della caserma dei Carabinieri “Salvo D’Acquisto”, a Tor di Quinto, gli All Blacks di Graham Henry hanno iniziato quest’oggi la preparazione in vista del Jaguar Test Match con l’Italia, reduce dal brillante successo di ieri sul Canada (51-6): jet-lag completamente assorbito, per i leader del ranking mondiale, ma allenamento su ritmi blandi – una partitella di pallone tra i 32 membri della rosa e alcuni esercizi sulla tecnica di base – prima di rientrare in albergo e, da lì, trasferirsi allo Stadio Olimpico per assistere all’incontro del campionato di calcio di Serie A tra Lazio e Siena.
Un pomeriggio di svago, dunque, prima di tornare a concentrarsi sul Jaguar Test Match di sabato prossimo contro l’Italia, prima tappa del tour autunnale degli All Blacks che proseguirà nelle prossime settimane con le sfide al Galles (Cardiff, 20 novembre), alla Francia (Parigi-Saint Denis, 27 novembre) e ai Barbarians (Londra-Twickenham, 4 dicembre).
Del 27enne pilone di Canterbury Greg Somerville, che con 38 caps è uno dei giocatori più esperti di una Nuova Zelanda profondamente rinnovata (otto gli esordienti in maglia nera per questo tour europeo 2004), il primo attestato di stima verso l’Italia: “Gli Azzurri sono una squadra in costante crescita e ogni volta che li affrontiamo sanno impegnarci più di quella precedente. Noi giocatori non abbiamo ancora visto la gara di ieri contro il Canada, ma il nostro staff tecnico era ieri all’Aquila e ci ha riferito di una grande partita dell’Italia. Per noi la partita di sabato – conclude Somerville – rappresenterà il primo momento di un nuovo corso: ci presentiamo con una squadra rinnovata e dovremo cercare di far bene da subito”.
Da domani gli All Blacks – che hanno fissato il proprio quartier generale presso l’Hotel Duke di Via Archimede – effettueranno i propri allenamenti sul “Campo dell’Unione”, casa dell’HDI Unione Rugby Capitolina.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl