Al Grand Hotel Terme di Castrocaro assegnati i premi annuali del Gergs

20/gen/2010 18.56.15 Gruppo Villa Maria Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Castrocaro Terme. Calcio ma non solo, alla festa annuale del Gergs, il Gruppo Emilia Romagna Giornalisti Sportivi, celebrata nella serata di lunedì 20 gennaio nella cornice del Grand Hotel Terme di Castrocaro. Ovviamente non si poteva iniziare che dal Parma e dal Cesena, protagoniste nel 2009 delle rispettive promozioni in serie A e serie B. Per il club bianconero (che in questi ultimi due anni ha svolto il ritiro pre-campionato proprio a Castrocaro Terme, una sede che evidentemente le porta fortuna) ha ritirato il premio lo stesso presidente Igor Campedelli. "Nella nostra squadra ci sono molti romagnoli e soprattutto parecchi giovani – ha sottolineato Campedelli - L’anno scorso in Prima Divisione siamo stati la formazione che ha lanciato il maggior numero di giovani e quest’anno ci stiamo confermando su ottimi risultati anche nella categoria superiore. Sappiamo che le aspettative della piazza sono molto alte, ma non ci tiriamo indietro". Per il Parma era invece presente il team manager Alessandro Melli, ex giocatore del club emiliano.

Durante la serata sono stati consegnati riconoscimenti pure ai dirigenti della Maserati Corse, campione del mondo Fia GT, della Copra Piacenza campione italiana nella pallavolo maschile, e della Fortitudo Bologna campione italiana nel baseball. Premiati anche Cristina Bassi, vice allenatore della Pallacanestro Faenza femminile, l’ingegner Tomaso Grassi, presidente di Hyppo Group Cesenate spa, ed il campione italiano di salto in lungo Alessio Guarini. Il premio riservato allo sport per diversamente abili è andato al tennista Alessandro Capasso, campione italiano di doppio. Il premio giornalistico intitolato ad Ermanno Mioli è stato attribuito al bolognese Raffaele Dalla Vite, della Gazzetta dello Sport. Assenti per motivi agonistici il giovane calciatore del Chelsea Fabio Borini e la tennista componente della squadra azzurra vincitrice della Federation Cup Sara Errani. Quasi mille euro sono stati raccolti nell’asta benefica in favore della ricerca sulla Sla, nella quale erano in palio un pallone e una maglia del Bayern Monaco autografati da Luca Toni, testimonial dell’associazione Assisla. L’asta è ancora aperta per due maglie: per partecipare è sufficiente far pervenire la propria offerta agli indirizzi e-mail assisla@assisla.it o gergs@ussi.it. Il 28 febbraio le maglie saranno aggiudicate.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl