CAPITAL ONE® WORLD MEN'S CURLING CHAMPIONSHIP - CORTINA (BL)

08/apr/2010 19.40.16 Ufficio Stampa Newspower Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 


CAPITAL ONE® WORLD MEN'S CURLING CHAMPIONSHIP
3-11.04.2010 - CORTINA (BL)

Comunicato stampa dell'8.04.2010

UFFICIO STAMPA NEWSPOWER

 

Ultima partita e terza vittoria per il team azzurro dello skip Retornaz

Canada e Norvegia fino al 16° draw sono appaiati al comando

Oggi prima vittoria del Giappone sulla Svizzera

Domani play offs e domenica alle 16.00 la finalissima allo stadio olimpico

CANADA E NORVEGIA SOGNANO L’ORO A CORTINA

RETORNAZ, “BOCCIATA” FATALE NEL CURLING IRIDATO

Finisce tra gli applausi dello Stadio Olimpico l’avventura dell’Italcurling al Campionato Mondiale Maschile – Capital One World Men’s Curling Championship di Cortina. Il bottino finale degli azzurri è di 3 vittorie – l’ultima oggi contro la Francia per 9-8 – e 8 sconfitte.

“Siamo sicuramente soddisfatti – ha detto lo skip Joël Retornaz dopo la gara del pomeriggio – tanto più se si pensa che come squadra abbiamo centrato la qualificazione solo due mesi prima di questo mondiale.”

In campo i cinque alfieri azzurri oggi hanno dato il massimo come sempre, disputando due gare intense che si sono risolte all’ultima “bocciata”: una a favore degli avversari e una a beneficio di Retornaz e soci. “Il curling è così. Fino all’ultimo può succedere di tutto”, ha commentato lo skip azzurro.

Italia-Danimarca è stata una partita da cardiopalma. Gli azzurri erano sotto 3-1 al terzo end, ma il pareggio è arrivato prima dell’intervallo, seguito dal sorpasso 5-4 alla settima mano. I danesi dello skip Ulrik Schmidt non hanno mollato di un centimetro e si è andati al decimo sul 5-5, con l’ultima stone nelle mani di Retornaz. La Danimarca costruiva un vero e proprio fortino intorno alla stone messa in centro alla casa da Johnny Frederiksen. Retornaz tentava la “bocciata” finale, ma non andava a buon fine. Così i danesi si mettevano in tasca la vittoria per 6-5.

Quella dell’Italia contro la Francia nel pomeriggio è stata la partita dell’orgoglio. Quello di aver giocato un mondiale in casa e quello di voler chiudere l’evento iridato a testa alta, con una vittoria al decimo end, dopo una gara emozionante. Vince l’Italia 9-8.

“Chiudere con tre vittorie per noi è un ottimo traguardo – ha concluso Retornaz – e vincere contro una rivale storica come la Francia sicuramente ha fatto piacere sia a noi, e sia – sono sicuro - ai tanti amici del pubblico che ci hanno seguito per tutti questi giorni, e che ringraziamo davvero tanto per il caloroso tifo”.

Nelle altre partite del turno pomeridiano la Norvegia di Torger Nergaard doveva vincere per raggiungere il Canada e giocarsi la finale all’ultimo draw. Gli scandinavi hanno infatti sbrigato la pratica contro la Cina già nella prima metà di gara, chiusa sul 4-1. All’ottavo hanno allungato poi di altre due lunghezze per il 6-3 finale.

La Scozia non ha invece avuto vita facile contro il Giappone. Gara in parità con continui ribaltamenti di risultato, che necessitava dell’extra end per trovare infine la vittoria degli scozzesi per 7-6 all’ultima stone.

Alla Svezia erano sufficienti sei end – risultato finale 8-2 – per disfarsi della Germania di Andy Kapp all’ultima partita del torneo.

Oltre ad Italia-Danimarca, nella mattinata si sono giocate altre tre gare. Gli Stati Uniti hanno avuto ragione di una Germania opaca che al settimo end era sotto di tre lunghezze. Pete Fenson e i suoi allungavano poi nel nono per un risultato che si fissava al termine sul 8-4 Stati Uniti.

La sfida Canada-Cina si è messa subito bene per il team di Kevin Koe che all’intervallo conduceva per 6-1. All’ottavo end era già tempo di strette di mano (9-3 il finale) accompagnate da “O Canada” intonato dagli spalti dell’Olimpico.

Il Giappone dello skip Makoto Tsuruga è riuscito a conquistare la sua prima vittoria del torneo a spese di una Svizzera in partita soltanto per metà gara. Il parziale di 3-0 dei giapponesi nell’ottavo era letale per gli svizzeri, mai capaci poi di tornare in partita. Finale: 9-7 Giappone.

Nel turno serale di ieri, la Norvegia capitanata da un più che mai in forma Nergaard, si è aggiudicata la gara contro la Germania di Andreas Kapp. Decisivo il quarto end con quattro stones a segno per i norvegesi che la Germania non riusciva più a recuperare. Finale: 8-3 Norvegia.

La Scozia di Warwick e David Smith ha approfittato di un altro scivolone dell’Italia che – un po’ come era successo martedì contro la Svizzera – ha smesso di giocare a metà partita. “Cominciamo bene, dominiamo la prima parte di gara e poi è come se si spegnesse la luce – ha commentato lo skip italiano Retornaz a fine partita. Gara in equilibrio fino al quarto end e poi 5-0 il parziale in favore degli scozzesi tra quinto e sesto. La partita si è poi chiusa all’ottavo sul 10-4 Scozia.

La Francia di Thomas Dufour si è imposta senza troppe difficoltà contro il Giappone. Svezia-Cina è stata una partita in equilibrio fino all’intervallo. Nel sesto end i giallo-blu hanno messo a segno tre stones, a cui se ne è aggiunta una quarta nell’ottava mano. La Cina accusava il colpo e la vittoria andava alla Svezia per 6-4.

La classifica aggiornata al penultimo turno di Round Robin vede Canada e Norvegia in testa con 9 partite vinte e una sola persa. Seguono Scozia (8v-2p), Stati Uniti (7v-3p), Danimarca (6v-4p) e Germania (5v-6p). La parte bassa del tabellone legge poi Svezia e Svizzera (4v-6p), seguite la Francia (3v-7p), Cina e Italia (3v-8p) e Giappone (1v-10p).

Questa sera alle 20,00 si chiude la fase eliminatoria di Round Robin e la partita di maggior interesse è senz’altro Canada-Norvegia. Si determinerà la squadra in testa alla graduatoria prima dei Play-off che scatteranno domani sera (ore 19,00). Altri match di rilievo sono Svizzera-Scozia e Stati Uniti-Svezia, con scozzesi e americani con un piede già alla fase finale. La quarta partita è Danimarca-Francia, dove i danesi sono costretti a vincere per sperare in uno spareggio con gli Stati Uniti – nell’eventualità che questi vengano sconfitti dalla Svezia.

In caso di punteggi pari merito dopo il turno di questa sera, domani (ore 9,00 e/o 14,00) si procederà agli spareggi (Tie-break). Dopodiché spazio come detto ai Play-off domani sera e sabato mattina. Sabato pomeriggio la semifinale (ore 16.30) e domenica le due finali per il bronzo (ore 10,00) e per l’oro (16,00).    

Info: www.wmcc2010.it

 

 

DOWNLOAD COMUNICATO

 

RISULTATI:

http://www.curlingcortina.dolomiti.org/wmcc2010/ita/Evento/risultati.htm

Informazioni turistiche:
UFFICIO COMUNICAZIONE CORTINA TURISMO
tel. 0436/866252
Chiara Caliceti
c.caliceti@dolomiti.org – 334/6933176
Eleonora Alverà
e.alvera@dolomiti.org
Ufficio stampa: Omnia Relations

tel. 051/5873602_5870818 - www.omniarelations.com
Cristina Palmiotto
press1.cortina@dolomiti.org – 347/9793701
Lucia Portesi
 – press2.cortina@dolomiti.org
Alessandra Iozzia – press3.cortina@dolomiti.org


UFFICIO STAMPA NEWSPOWER
tel. 0461.829724 - cell. 348.1149895 - mariofacchini@newspower.it

Ai sensi dell'art. 13 del Codice sulla Privacy (D.Lgs 196/2003), informiamo che il Suo indirizzo si trova nella mailing list di Newspower – divisione di Edigrafica snc, è trattato con riservatezza e non verrà divulgato. In ogni momento sarà possibile chiedere di essere rimossi dalla nostra mailing list inviando una mail di risposta a pressoffice@newspower.it con soggetto "CANCELLAMI". Una mancata risposta, invece, verrà considerata come consenso alla spedizione delle e-mail informative






blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl