Zaino in spalla: non solo trekking sulle Dolomiti

22/giu/2010 15.30.44 giuliadori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’espressione "trekking Dolomiti” non è solo sinonimo di attività sportiva ma anche un’avventura spirituale, di quelle che avvengono nel saggio silenzio di colori, paesaggi e percorsi che l’Unesco ha dichiarato patrimonio dell’Umanità.

Da giugno ad agosto il silenzio potrebbe non essere però la caratteristica più tipica di questi luoghi alpini grazie al concerto che, da sedici anni a questa parte, si svolge sulle vette dei monti. Come ogni anno, anche quest’estate si farà trekking sulle Dolomiti, si starà all’aria aperta e si aspetterà l’alba tra violini, violoncelli e musiche nostrane, europee e africane

Ma il trekking sulle Dolomiti non si limita al raggiungimento delle vette “concertate”. A fine giugno l’attore Marco Paolini guiderà un percorso di trekking insieme ad un grande della letteratura che più di ogni altro autore ha narrato dell’uomo e della natura: Jack London. Il percorso include una notte in uno dei rifugi dove si leggeranno estratti del lungo racconto di London dal titolo Preparare un fuoco. A Jack London seguirà più in là nel mese di luglio un autore contemporaneo: Erri de Luca il poeta della prosa leggerà il Peso della farfalla. Come dire, mai lettura fu più appropriata della storia di un camoscio e di un cacciatore. Zaino in spalla, dunque, che la vetta...è vicina.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl