DOLOMITES SKYRACE - CANAZEI (TN)

Allegati

16/lug/2010 17.12.12 Ufficio Stampa Newspower Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

DOLOMITES SKYRACE - 16/18.07.2010 - CANAZEI (TN)
SKY RUNNING WORLD CHAMPIONSHIPS VERTICAL KM®

E-mail

Comunicati

Immagini

Percorso

Comunicato stampa 16.07.2010

UFFICIO STAMPA NEWSPOWER

 

-Nel Campionato Mondiale si impongono l’azzurro Zemmer e la sci alpinista francese

-Zemmer primo (con record) su un podio tutto azzurro con Golinelli e Reichegger

-Seconda fra le donne l’attesa Confortola, quinto il marito Jonathan Wyatt

-Domenica la 13.a Dolomites Skyrace sul Pordoi e Piz Boè

URBAN ZEMMER E LAETITIA ROUX A CANAZEI

CONQUISTANO IL VERTICAL KILOMETER 

Le grandi deluse del Mondiale di calcio si prendono la loro rivincita nel primo Mondiale di Vertical Kilometer ISF. La “vendetta” ai danni della Spagna (con uno dei grandi favoriti Agusti Roc Amador “solo” quarto) da parte di Italia e Francia è firmata da Urban Zemmer e Laetitia Roux, che questa mattina in Val di Fassa hanno conquistato la prima edizione del Campionato mondiale di Vertical Kilometer, 2,100 km da correre con il naso all’insù, visti i 1000 metri di dislivello da Alba di Canazei (1.465 m) alla vetta della Crepa Neigra (2.465 m.) con una pendenza media del 50%.

Roba da far venire i brividi. Non ai duecento “camosci” che questa mattina si sono presentati al via della gara in Val di Fassa, antipasto di lusso della 13.a Dolomites Skyrace, in programma domenica.

A proposito di rivincite. C’è da sottolineare quella personale dell’altoatesino Urban Zemmer. Dodici mesi fa il Vertical Kilometer fassano era valido come Campionato Europeo. Proprio Zemmer vinse la gara, ma non riuscì ad impossessarsi del titolo europeo. Come mai? Perché il “camoscio” altoatesino, pur iscritto alla gara, non era stato convocato dalla nazionale azzurra, colore che dunque non poteva rappresentare. Una “svista” pagata a caro prezzo dall’Italia, con il titolo continentale che andò così al secondo classificato, l’iberico Roc Amador.

Quest’anno i selezionatori azzurri lo hanno convocato, e ora possono festeggiare l’oro iridato. Ma non solo. Zemmer, infatti, è stato accompagnato sul podio dal lecchese Nicola Golinelli e dall’altro altoatesino Manfred Reichegger, rispettivamente secondo e terzo con ritardi di 1’13” e 1’26”.

Dietro al quarto posizionato, ovvero Agusti Roc Amador (+1’34), è invece giunto il pluri campione del mondo di corsa in montagna Jonathan Wyatt, quinto. Il neozelandese, serio pretendente all’oro, non è riuscito a salire sul podio. Cosa che è riuscita a sua moglie, la fiemmese Antonella Confortola, arresasi solo alla francese (campionessa del mondo di scialpinismo) Laetitia Roux. E proprio Wyatt è stato uno dei protagonisti della prima fase della gara. Il “Kiwi” - l’unico che ha deciso di correre senza i bastoncini - si è portato al comando della gara, scattata da Alba di Canazei alle 10.30, salvo essere scavalcato da Urban Zemmer nell’unico tratto innevato del percorso.

Da lì in poi è stato un monologo di Zemmer, che ha scandito un ritmo infernale e, nonostante le pendenze micidiali, ha tagliato il traguardo in 33’16, polverizzando il record del Vertical Kilometer fassano che apparteneva proprio a lui (33’56, firmato un anno fa). Dietro, invece, c’è stata bagarre per assegnare gli altri due posti sul podio. Con Wyatt che - pur rimanendo aggrappato ad ogni ciuffo d’erba del sentiero - via via perdeva terreno, Nicola Golinelli è riuscito a strappare un grande secondo posto, presentandosi all’arrivo con 1’13 di ritardo dal vincitore. Dietro di lui, Reichegger riusciva a scalzare dal terzo posto lo spagnolo Roc Amador, quarto davanti a Wyatt e al valdostano Dennis Brunod.

Settimo posto per l’iberico Luis Alberto Hernando, che ha preceduto nell’ordine i trentini Paolo Larger e Ivo Zulian.

Sulle Dolomiti fassane, patrimonio dell’umanità, c’è stata gloria anche per la transalpina Laetitia Roux. Tutti si aspettavano Antonella Confortola, prima un anno fa, invece è spuntata la francesina, che ha chiuso i 2,100 km in 40’16, 22esimo tempo assoluto, laureandosi prima campionessa mondiale nella storia del Chilometro Verticale.

Sessanta secondi hanno separato le due contendenti al titolo iridato. La Roux ha accelerato subito, mentre la fiemmese non è partita spingendo al massimo. Quindi ha iniziato a premere sull’acceleratore, cercando di colmare il gap con la battistrada. C’è riuscita solo parzialmente e alla fine si è dovuta accontentare dell’argento, con la scozzese Angela Mudge terza con un ritardo di due minuti e mezzo. La neozelandese Anna Frost è finita ai piedi del podio, quarta, davanti alla spagnola Mireia Miro. Nella top-ten troviamo anche la piemontese Raffaella Miravalle, ottava in 47’30.

Alla gara, organizzata dal comitato guidato da Diego Salvador, hanno preso parte quasi duecento “corridori del cielo”, in rappresentanza di moltissime nazioni, tra cui - oltre alle già citate - anche Andorra, Slovenia, Austria, Catalogna, Russia, Danimarca, Gran Bretagna, Bulgaria e Grecia. Dopo la gara attuale, la classifica per nazioni vede al comando l’Italia con 354 punti, davanti a Spagna (258) e Slovenia (232).
Intanto, dopo un giorno di “riposo”, domenica scocca l’ora della 13.a Dolomites Skyrace. In palio, ci sarà anche il Memorial Diego Perathoner, in onore di colui che è stato l’anima della skyrunning fassana e della “sorella” invernale, la scialpinistica Sellaronda Skimarathon, tragicamente scomparso il 26 dicembre scorso.

Info: www.dolomiteskyrace.com

 

CLASSIFICA VERTICAL KILOMETER:

 

maschile

1) Zemmer Urban ITA 0:33:16; 2) Golinelli Nicola ITA 0:34:29; 3) Reichegger Manfred ITA 0:34:42; 4) Agusti Roc ESP 0:34:50; 5) Wyatt Jonathan NZL 0:34:53; 6) Brunod Dennis ITA 0:35:17; 7) Hernando Luis Alberto ESP 0:35:57; 8) Larger Paolo ITA 0:36:07; 9) Zulian Ivo ITA 0:36:21; 10) Kuhar Nejc SLO 0:36:25

 

femminile

1) Roux Laetitia FRA 0:40:16; 2) Confortola Antonella ITA 0:41:16; 3) Mudge Angela GBR 0:42:47; 4) Frost Anna NZL 0:43:39; 5) Miro Mireia ESP 0:44:47; 6) Vokueva Zhanna RUS 0:45:15; 7) Maxwell Fiona GBR 0:45:59; 8) Miravalle Raffaella ITA 0:47:30; 9) Ardid Monica ESP 0:48:22; 10) Andreu Laia ESP 0:50:08

 

DOWNLOAD COMUNICATO

 

http://www.servecake.com/newsletters/2/i/i-09.gif

UFFICIO STAMPA NEWSPOWER
tel. 0461.829724 - cell. 348.1149895 -
mariofacchini@newspower.it


Ai sensi dell'art. 13 del Codice sulla Privacy (D.Lgs 196/2003), informiamo che il Suo indirizzo si trova nella mailing list di Newspower – divisione di Edigrafica snc, è trattato con riservatezza e non verrà divulgato. In ogni momento sarà possibile chiedere di essere rimossi dalla nostra mailing list inviando una mail di risposta a pressoffice@newspower.it con soggetto "CANCELLAMI". Una mancata risposta, invece, verrà considerata come consenso alla spedizione delle e-mail informative

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl