Bocce raffa- finale di Coppa Italia - TREVISO solo terza

19/set/2005 13.34.09 C.O.N.I. TREVISO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
BOCCE RAFFA
Coppa Italia per comitati. TREVISO solo terza.

Nulla di fatto per la Marca alla Coppa Italia di bocce “ raffa” che si è disputata a Brescia nel week- end appena concluso. Treviso schierava al via la formazione campione d’Italia per società di Monastier quasi al completo . Assente Formicone perché impegnato ai Mondiali individuali di Detroit ( USA) , è stato inserito il rappresentante della Bocciofila Olimpia Paolo Bompan a fare da quinto uomo. Tutto lasciava presagire che quest’anno gli uomini del presidente Loredano Zorzi avrebbero fatto il pieno di successi in ambito nazionale, ma non ce l’hanno fatta ed a vincere la Coppa Italia 2005 è stato il comitato di Rimini , con Signorini,Ferragina, Miloro, Marco Luraghi , seconda è giunta Brescia e Treviso terza.
La squadra Trevigiana , giunta a Brescia con i favori del pronostico, iniziava la sua avventura nelle finali di Coppa Italia al bocciodromo Comunale Mompiano superando agevolmente la compagine di Lecce per 3 a 0 , anzi, secondo il risultato ufficiale per 1 a zero, con interruzione della seconda parte dell’incontro per “manifesta superiorità” . Il secondo incontro , contro Teramo che aveva sconfitto Trapani per 1 a 0, è stato leggermente più consistente in fatto di set ma anche in questo caso la superiorità era tale che l’ultimo individuale non si è giocato . Il terzo e decisivo incontro per arrivare alla finalissima, vedeva opposte Treviso e Rimini che nel primo incontro aveva sconfitto Milano per 2 a 1 , nel secondo Roma per 3 a 0 . Un incontro al cardiopalma che vedeva inizialmente Giuseppe D’Alterio pareggiare nell’individuale contro Miloro, mentre la terna , anche a causa di un errore arbitrale, veniva superata in ambedue i set. Nel secondo individuale Pasquale D’Alterio pareggiava contro Signorini mentre la coppia Savoretti e Giuseppe D’Alterio superava in scioltezza Miloro e Farragina ( sost. Nuraghi) e quindi per decretare il vincitore si doveva andare al tiro dei pallini. Savoretti e Pasquale ne colpivano solo 2 su 6 mentre gli avversari 4 su 6 . Questo lo score dei tre incontri.
TREVISO - LECCE 3-0
Individuale : Giuseppe D’Alterio - Provenzano 5-8, 8-0.Terna : Savoretti, Di Nicola ,Pasquale D’Alterio - Renna,Vitto,De Pasca 8-5, 8-4.Individuale: Pasquale D’Alterio - Vitto 8-1
Coppia : Giuseppe D’Alterio, Savoretti - Renna, Provenzano ( De Pasca) 8-2 .
TREVISO - TERAMO 3 -0
Individuale : Giuseppe D’Alterio - O. D’Alessandro 8-1, 8-0.Terna : Savoretti, Di Nicola , Pasquale D’Alterio- Calvarese,Adorante,Malandrino 8-1 , 8-5 .Individuale: Pasquale D’Alterio- Adorante 5-4.Coppia : Giuseppe D’Alterio, Savoretti - O.D’Alessandro, Calvarese 8-3.
TREVISO - RIMINI 1- 1
Individuale : Giuseppe D’Alterio - Miloro 7-8, 8-2 .Terna : Savoretti, Di Nicola ,Pasquale D’Alterio - Signorini,Ferragina,Luraghi 6-8,7-8.
Individuale: Pasquale D’Alterio- Signorini 8-4, 4-8. Coppia : Giuseppe D’Alterio, Savoretti - Miloro,Ferragina(Luraghi) 8-0, 8-3.
Pallini: Luraghi 2 su 3, Savoretti 1 su 3. Miloro 2 su 3, Pasquale D’Alterio 1 su 3. Signorini 2 su 2.

MARINO SILVESTRI





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl