Comunicato stampa. Tre equipaggi femminili e 30 navigatrici nel 26° Rally Bellunese

Nella ventiseiesima edizione del Rally Bellunese che si svolgerà sabato 18 giugno (partenza e arrivo in Piazza Maggiore a Santa Giustina) non ci saranno solo uomini tutti d'un pezzo al volante ma anche giovani "ladies" delle quattro ruote.

Persone Bellunese Federico Brancaleone, Marco Nadalin, Franco Leoni, Paola Valmassoi, Michèle Mouton, Vanessa da Villa Santina, Barbara Franzoso, Vanessa Polonia, Linda Tripi, Sabrina Tumolo, Beatrice Croda, Magda Ferrazzi, Santa Giustina, BELLUNESE Memorial Giorgio Moritsch Callenge, Tre Cime Promotor, Mel, Carnia, Nella
Luoghi Sicily, Monte Carlo
Argomenti music, motor vehicle, composition

16/giu/2011 13.15.03 Federico Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

26° RALLY BELLUNESE

Memorial Giorgio Moritsch

Callenge 4^ - 5^ Zona �“ Campionato Triveneto - Trofeo Clio R3 - Trofeo Twingo R2 Gordini �“ Trofeo Corri con Clio �“ Trofeo AF Rally



Comunicato stampa

n°5/2011

TRE EQUIPAGGI FEMMINILI E TRENTA NAVIGATRICI.

Il XXVI Rally Bellunese si veste di rosa.


16/06/2011. Un rally che si veste di rosa. Nella ventiseiesima edizione del Rally Bellunese che si svolgerà sabato 18 giugno (partenza e arrivo in Piazza Maggiore a Santa Giustina) non ci saranno solo uomini tutti d’un pezzo al volante ma anche giovani “ladies” delle quattro ruote.

Tra i 166 equipaggi che sabato affronteranno il tracciato troveranno spazio anche tre equipaggi al femminile: sono quelli formati da Magda Ferrazzi navigata da Beatrice Croda (in A7 su Peugeot 206 RC), dalla veronese Sabrina Tumolo con al fianco destro Linda Tripi (in N3 su Renault Clio) e dalla friulana Vanessa Polonia con Barbara Franzoso su Peugeot 106 in classe FN2.

Unico equipaggio under 23, quello della coppia Polonia-Franzoso. Ventuno anni a luglio, Vanessa da Villa Santina (UD) arriva al Bellunese con una grande carica. Nessun freno per lei, neanche a poca distanza dal brutto incidente che l’ha vista protagonista al Rally di Schio nel 2010. Il debutto quattro anni fa al Carnia con la patente in tasca da due mesi, poi diverse esperienze dall’ultimo rally Isontino (quinta nella sua classe, ad oggi il miglior risultato) fino alla grande partecipazione nel 2009 al Rally Monte Carlo; sua scuderia è la Mrc Sport.

“Il rally è uno sport che ti dà una carica e un’adrenalina pazzesche” spiega Vanessa. “È avventuroso, con scelte inaspettate dove devi reagire d’istinto”.

“Ma non è uno sport femminile; le donne saranno sempre penalizzate a livello sia fisico che mentale. Michèle Mouton a parte, è congenita nella donna una paura di fondo che la spinge a partire sempre svantaggiata. La donna riuscirà a raggiungere i risultati dell’uomo solo quando supererà queste difficoltà”.

Già fatte le ricognizioni, Vanessa dà il suo parere sui tracciati del Bellunese: “Busette mi piace molto anche se ho provato sotto la pioggia. Valmorel la vedo molto più impegnativa e lì si farà la differenza tra un pilota e l’altro”.

Vanessa Polonia, insieme alla Tumolo e alla Ferrazzi, sono le sole donne al comando.

Navigatrici tutte le altre, di cui nove bellunesi. È tra queste la cadorina Paola Valmassoi, delegata Csai per Belluno, che navigherà Franco Leoni sulla Grande Punto Abarth S 2000 (Vimotorsport). Proprio questo mese, alla Targa Florio in Sicilia, Paola ha raggiunto il traguardo dei 300 rally disputati, il primo dei quali fu proprio il Rally Bellunese del 1991 su Peugeot 205 Rallye a fianco del pilota Marco Nadalin, anche lui al debutto. Sabato prossimo Paola arriva al nuovo appuntamento del Bellunese con sette vittorie assolute alle spalle, la prima nel 2006 alla Ronde della Val d’Aveto su Corolla Wrc proprio al fianco di Leoni. Chissà se quest’anno Paola potrà celebrare l’ottava, a vent’anni esatti dal primo trionfo.

In totale in questa edizione sono trentadue le donne che affronteranno il tracciato, salvo sorprese alle verifiche tecniche e sportive di venerdì prossimo.

 

La ventiseiesima edizione in sintesi.

Sono 166 auto le auto in gara, 152 moderne e 14 storiche, nella manifestazione organizzata dall’associazione Tre Cime Promotor con i patrocini di Provincia di Belluno, Regione Veneto, Comuni di Belluno, Santa Giustina, Cesiomaggiore, Limana e Trichiana.

La corsa sarà valida per il Challenge quarta e quinta zona, Campionato Triveneto, Trofei Clio R3, Twingo R2 Gordini, Corri con Clio e AF Rally.

 

Orari

Venerdì 17 a Santa Giustina le verifiche; le sportive si svolgeranno in sala parrocchiale dalle 14.30 alle 19.30 mentre le tecniche saranno in Piazza Maggiore dalle 15 alle 20.

Venerdì sera, alle 21 in sala parrocchiale, la pubblicazione dei concorrenti ammessi.

La sfida vera e propria avrà inizio sabato alle 7.40 in Piazza Maggiore. I bolidi proseguiranno poi per Cesiomaggiore �“ dove a Busette si terranno la prima, terza e quinta prove speciali �“ e ancora Lentiai, Mel, Limana, Castion, Caleipo e Valmorel �“ dove ci saranno le seconda, quarta e sesta prove speciali; poi il ritorno passando per Pieve di Limana, Bribano e infine Santa Giustina con arrivo alle 17,20.


Chiusura strade e zone per il pubblico

Le strade interessate dalle prove speciali resteranno chiuse dalle 6.50 alle 17.30 per la prova di Busette e dalle 7.50  alle 18.30 per la prova di Valmorel.

Sono previste diverse zone per il pubblico. In località Busette ci saranno due aree, una nell’abitato di Pullir e una a Calliol. A Valmorel sono previste tre zone, una a Cet poco dopo la partenza, la seconda in piazza a Valmorel, la terza all’altezza del bivio per le Muiere/Cros. Il comitato ringrazia quanti vorranno sostare negli spazi predisposti.


Nelle foto: 01. Paola Valmassoi 02. Valmassoi al Targa Florio in Sicilia


Ufficio stampa 26° Rally Bellunese Federico Brancaleone cell. 338 4677367

posta@trecimepromotor.it - federico.brancaleone@virgilio.it









































blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl