IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP 2011 - Arco (TN)

21/lug/2011 12.22.35 Ufficio Stampa Newspower Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 


UFFICIO STAMPA NEWSPOWER

  comunicato stampa del 21.07.2011


IFSC CLIMBING WORLD CHAMPIONSHIP 2011
15-24 luglio 2011 -
Città di Arco (TN)

download COMUNICATI download IMMAGINI download CLASSIFICHE
 

ARCO E L’ARRAMPICATA, BINOMIO VINCENTE

ESPOSTO IERI LO STUDIO SULLE “RICADUTE ECONOMICHE

 

Dibattito ieri sera nella sede di Bolognano della Cassa Rurale Alto Garda

Presentato lo studio “Ricadute economiche dello sport arrampicata sul territorio”

Lo studio ha coinvolto i docenti dell’Università degli Studi di Trento

Rock Master ha portato nell’Alto Garda una crescita economica e turistica significativa

 

 

In questi giorni il Climbing Stadium di Arco (TN) è preso d’assalto dai migliori climbers del pianeta per l’IFSC Climbing World Championship, in programma fino al 24 luglio.

Uno spettacolo sportivo unico, che per la cittadina dell’Alto Garda ha anche un significato più profondo, perché lo sport arrampicata affonda proprio in queste zone radici storiche particolarmente importanti.

L’arrampicata è legata ad Arco da oramai 25 anni, da quando nel 1986 nacque la prima edizione di Rock Master. Con il passare del tempo questa lunga “storia d’amore” ha fatto strada non solo a livello sportivo, ma anche turistico ed economico. Per mettere in luce le ricadute positive che Rock Master e questo IFSC Climbing World Championship hanno avuto su tutta l’area dell’Alto Garda, ieri sera nella sede di Bolognano della Cassa Rurale Alto Garda è stato presentato lo studio “Ricadute economiche dello sport arrampicata sul territorio”, realizzato dall’Università di Trento.

Tra i presenti in sala, oltre ai membri dell’Asd Rock Master, anche il sindaco di Arco Paolo Mattei, il presidente della Cassa Rurale di Arco Enzo Zampiccoli, il presidente di Amsa Spa Stefano Tamburini e il presidente di Ingarda Trentino Spa Marco Benedetti, e nel progetto sono coinvolti anche gli assessori provinciali Tiziano Mellarini e Alessandro Olivi.

Lo studio ha preso in esame il periodo dal 1990 al 2010 per stimare l’impatto del Rock Master sul territorio gardesano. Nei 20 anni considerati significativa è stata la crescita degli arrivi (+70%), determinata soprattutto dal mercato straniero, un dettaglio da evidenziare è stato quello della distribuzione temporale di tale incremento. Il picco, infatti, non interessa solo i mesi clou della vacanza, ovvero luglio e agosto, ma riguarda anche il periodo successivo, un dato che si collega in modo preponderante al Rock Master che, solitamente, è in calendario a settembre. Più in generale, le indagini dei docenti della facoltà di Economia dell’Università di Trento hanno messo in luce che negli ultimi vent’anni si è realizzato un prolungamento della stagione estiva, e il Garda Trentino viene scelto come meta per le vacanze in un lasso di tempo sempre più ampio, che va da marzo a novembre.

Il numero di turisti presenti nelle giornate del Rock Master è superiore rispetto a quello dei normali weekend dello stesso mese, e si stima che nel 2009 abbia convogliato su Arco e Dro un’entrata turistica dalla capacità di spesa di 1,2 milioni di euro. Già da questi brevi accenni è chiaro come, all’interno del circuito economico-turistico dell’Alto Garda, eventi di questo tipo abbiano una notevole rilevanza e, per quanto riguarda il 2011, gli effetti avranno uno spessore ancora maggiore grazie al Campionato del Mondo.

“È importante sottolineare che le ricadute positive a livello economico e turistico si estendono anche su un ampio raggio temporale”, ha spiegato Mario Morandini, che fin dalle origini è un pilastro fondamentale del gruppo organizzatore di Rock Master. “L’afflusso di visitatori non si limita solo alle giornate delle competizioni, ma si estende anche al resto dell’anno, anzi spesso molte persone che hanno assistito al Rock Master scelgono di ritornare ad Arco perché sono rimasti incantati dai paesaggi e dalle bellezze della zona”.

Altro dato di rilievo è che la crescita interessa soprattutto le strutture ricettive extra-alberghiere, ad esempio gli esercizi complementari come campeggi, agritur etc., in sostanza le strutture scelte preferibilmente da chi è interessato ad una vacanza attiva e alla pratica di sport.

“Questo studio ha messo in luce come il Rock Master e il crescente interesse per l’arrampicata abbia influssi positivi non solo a livello comunale, ma anche a più ampio raggio �“ continua Morandini �“ e oltre ad osservare la crescita turistica negli hotel e nelle strutture affini, è bene anche tener conto del proliferare di attività legate a questo sport, come i negozi specializzati oppure la nascita di corsi per la formazione di guide del settore, una serie di novità che trovano nel Rock Master una base importante”.

È chiaro, insomma, come tutti questi elementi concorrano a sottolineare la centralità e l’importanza del ruolo rivestito dallo sport arrampicata e da un evento “mondiale” come il Rock Master, capace di convogliare risorse positive e corpose su tutta la zona dell’Alto Garda, senza dubbio una ricchezza da valorizzare negli anni a venire.

Info: www.arco2011.it

 

 

DOWNLOAD COMUNICATO

 

UFFICIO STAMPA NEWSPOWER
tel. 0461.829724 - cell. 348.1149895 - mariofacchini@newspower.it

Ai sensi dell'art. 13 del Codice sulla Privacy (D.Lgs 196/2003), informiamo che il Suo indirizzo si trova nella mailing list di Newspower �“ divisione di Edigrafica snc, è trattato con riservatezza e non verrà divulgato. In ogni momento sarà possibile chiedere di essere rimossi dalla nostra mailing list inviando una mail di risposta a pressoffice@newspower.it con soggetto "CANCELLAMI". Una mancata risposta, invece, verrà considerata come consenso alla spedizione delle e-mail informative

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl