Blocchi, sotto-blocchi e regole di base della Dieta a Zona

25/ott/2011 10.49.47 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'assunzione della giusta formula di nutrienti è fondamentale quando si tratta di una dieta, come per la dieta metabolica la medesima regola risulta valida anche per la dieta a zona. Il regime alimentare preso in esame suggerisce precisi quantitativi relativi ad ogni pasto: 30% di grassi, 40% carboidrati e 30% di proteine. Il calcolo di questi rapporti non per tutti cosa facile da tenere sotto controllo, proprio per questo motivo si è pensato di elaborare dei veri e propri “blocchi” ciascuno dei quali utile al calcolo di circa un centinaio di Kcalorie. Ciascun “blocco” presenta un insieme di tre sotto-blocchi che contengono le precise quantità di 3g di grassi, 9g di carboidrati e 7g di proteine. Un unico sotto-blocco rappresenta i cosiddetti “spuntini”, più blocchi vanno invece a comporre i pasti come la colazione, il pranzo e la cena in base alle necessità del singolo individuo in funzione quindi al fabbisogno energetico calcolato in rapporto  all'attività motoria i correlazione alla valutazione di massa grassa e massa magra, insomma diversi fattori da tenere bene sottocchio per seguire la dieta in modo adeguato e funzionale. Almeno 11 blocchi dovrebbero essere consumati nel corso delle 24 ore, il tutto può sembrare a prima vista appena un poco complicato da seguire ed integrare con i mille impegni quotidiani, si tratta però essenzialmente di prenderci l'abitudine e dopotutto, quando ne va della propria salute, un minimo di impegno è un prezzo assolutamente onesto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl