Comunicato stampa. Premiati i vincitori del concorso letterario "Sospirolo tra leggende e misteri"

07/nov/2011 17.15.02 Federico Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Comunicato stampa

 

Ecco i nomi dei vincitori del secondo concorso letterario "Sospirolo tra leggende e misteri"

A Mestre i primi due premi "Ragazzi" e "Adulti". Premi speciali anche per Belluno, Portogruaro e Vicenza.

 

Si sono svolte domenica 6 novembre le premiazioni della seconda edizione del concorso letterario "Sospirolo tra leggende e misteri" organizzato dalla Pro Loco "Monti del Sole" e dal Comune di Sospirolo col patrocinio di Regione Veneto, Provincia di Belluno, Unpli Veneto, mensile "Il Veses", Latteria di Camolino e abbinato alla manifestazione "Spettacoli di Mistero".

 

Entrambi mestrini i vincitori delle due sezioni, ragazzi e adulti. Tra i giovani il miglior racconto è risultato "Lucus" di Elisa Tagliapietra, 15 anni, del Liceo Ginnasio Statale "Franchetti" di Mestre.  Lo scritto ha colpito la giuria per l'intensa atmosfera evocante il mito classico, per le descrizioni, per la capacità di delineare l'ambigua figura del protagonista, un dio capriccioso sospeso fra mondi diversi, intento ad assaporare le gioie dell'esistenza da uomo tra gli uomini.

 

Tra gli adulti si è imposto Angelo Francesco Paloschi, anche lui di Mestre, con "Si fa sera sotto i Monti del Sole", racconto che ha convinto per la scrittura duttile ma controllata, precisa nella descrizione dei luoghi, delle circostanze e  capace di  suggerire significati universali. Ambientato dopo la grande guerra, il testo narra di una povera donna capace di placare l'ira del Signore, turbato per la recente distruzione, e di ottenere il perdono per sé e per tutti.

 

Premi della giuria a "Il bosco delle Anguanes" di Lorenzo Manzoni (Liceo "Franchetti" di Mestre) per la sezione ragazzi - dove un boscaiolo salva un antico bosco dimora delle anguane dalla furia distruttrice di un incendio doloso - e a Giovanni Larese, unico bellunese premiato, con "Giudici e folletti" (sezione adulti) dove un giovane che ha appena perso il lavoro troverà, tra gli alberi amati, una soluzione ai suoi problemi.

 

Ancora, menzione speciale per i ragazzi a "Nella cascata l'eterno" di Nicola Lorenzon (Liceo classico "XXV Aprile" di Portogruaro) - dove un giovane cacciatore profana l'acqua della cascata sacra al suo popolo e ne riceve la più terribile delle punizioni, cioè la vita eterna - e, per gli adulti, a "Suggestioni" di Lucia Guerra di Pianezze (Vicenza) che racconta di una donna, in fuga dal grigiore milanese, che ricorda momenti della propria infanzia a Sospirolo.

 

I sei racconti si sono imposti su un totale di 99 testi (41 ragazzi e 58 adulti) pervenuti da tutte le province venete. Il concorso era dedicato ai misteri che circondano i vecchi alberi, alle creature fantastiche che abitano il bosco, al legame magico - simbolico che unisce uomo e natura ed era riservato ai residenti veneti.

 

Partecipata la cerimonia di premiazione con oltre centro presenze, tra pubblico, vincitori e autorità. Italo Zandonella Callegher, scrittore e alpinista socio onorario del Cai, ha reso pubblici i nomi dei premiati. Al termine, l'attrice Cristina Gianni, accompagnata dalla flautista Candida Capraro, ha deliziato i presenti con una magica lettura dei racconti vincitori che sono stati anche graficamente rappresentati nei disegni delle scuole elementari di Sospirolo.

I vincitori assoluti hanno ricevuto attestato e riconoscimento in denaro, un omaggio della Provincia, formaggi offerti dalla latteria di Camolino e prodotti tipici offerti dall'associazione locale delle Formiche Rosse. I testi dei due vincitori saranno pubblicati sulla rivista "Il Veses".


 

Nella foto "vincitori" da sx: Giovanni Larese, Angelo Paloschi (primo adulti), Nicola Lorenzon, la velina "Melia", Lorenzo Manzoni, Lucia Guerra e Elisa Tagliapietra (prima ragazzi)

Primo adulti: da sx "Melia", Angelo Paloschi e Massimo Tegner (Comune Sospirolo)

Prima ragazzi: da sx "Melia" e Elisa Tagliapietra

Gruppo: organizzatori, autorità, giuria e vincitori

 

I prossimi appuntamenti del Mistero a Sospirolo:

 

-           12 novembre ore 17,00 Bosco comunale Drio Le Rive (Ritrovo e partenza da piazza Lexy)

Percorso guidato e animato per scoprire i segreti del Grande Tiglio e della Lasta Benedeta, munirsi di torcia e scarpe da trekking, castagnata al termine.

-           13 novembre dalle 9.30 Sospirolo, cento storico

Expo Misteri, sapori e mestieri della tradizione bellunese, botteghe artigiane e prodotti locali, angoli musicali e video, ex tempore di pittura per ragazzi, spettacoli di arte di strada  e "dughi de na olta", percorso naturalistico e di ars poetica nel bosco con guida, i segreti nascosti delle chiese del Capoluogo illustrati da esperti, mostre tematiche in ambienti pubblici e privati, poesia dialettale con il circolo "Al Zempedon" e tante altre iniziative.

-           Dal 17 al 26 novembre "Leggende a cena"

-           17 novembre ore 20 presso l'Osteria alla Certosa di Mis, Voci del Boscaz drio le rive a cura di Paolo Piccolo

-           18 novembre ore 20  presso l'agriturismo Le Brandere in loc. Le Rosse, Il prigioniero della Certosa (da "La villeggiatura di Clizia" a cura di Marina Da Canal e Daniele Bortoluz

-           25 novembre ore 20 presso ristorante Bacchetti di Piz, Gli strani fenomeni attorno alla Lasta Benedeta a cura di Stefano Rocco e Michele Debortoli

-           26 novembre ore 20 presso l'agriturismo "American Spirit Ranch" di Campaz, Leggende bellunesi, acque, pregiudizi e leggende bellunesi - Tributo a Angela Nardo Cibele a cura di Cristina Gianni e Candida Capraro.


Federico Brancaleone



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl