presentata la tappa italiana della Coppa del Mondo di tiro a segno

presentata la tappa italiana della Coppa del Mondo di tiro a segno Roma, 24 maggio 2006 Coppa del Mondo di tiro a segno: presentata oggi la tappa italiana E' stata presentata oggi alle 11.30 presso la Club House del Poligono di Milano la tappa italiana della Coppa del Mondo di tiro a segno, il quarto appuntamento del circuito iridato dopo Guangzhou (Cina), Resende (Brasile) e Monaco (Germania).

24/mag/2006 15.50.00 Press Office Studio Ghiretti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Roma, 24 maggio 2006

 

 

Coppa del Mondo di tiro a segno: presentata oggi la tappa italiana

 

E’ stata presentata oggi alle 11.30 presso la Club House del Poligono di Milano la tappa italiana della Coppa del Mondo di tiro a segno, il quarto appuntamento del circuito iridato dopo Guangzhou (Cina), Resende (Brasile) e Monaco (Germania).

Il Presidente dell’UITS Ernfried Obrist ha aperto la conferenza dichiarando che “la quindicesima edizione milanese vedrà più di 600 tiratori e tiratrici di 67 Paesi diversi, impegnati da martedì 30 maggio a domenica 4 giugno in 1066 prestazioni complessive”. Ha poi parlato della grande novità di quest’anno: l’impiego di bersagli elettronici per le gare a 50 metri in modo da permettere agli spettatori di visualizzare i risultati in tempo reale.

“L’Unione Italiana Tiro a Segno - ha aggiunto Obrist - è una realtà dinamica che punta a rinnovarsi costantemente, che si propone di offrire i migliori servizi ai propri tesserati e di avvicinare il maggior numero di sportivi alla disciplina del tiro. Tra i passi più concreti intrapresi in questa direzione, ricordo il nuovo sistema di informatizzazione dell’UITS che permette alle Sezioni di avere un contatto diretto e costante con il centro federale, dal quale possono attingere le informazioni necessarie ad un corretto funzionamento.”

A seguire il Presidente del Comitato Organizzatore Tito Süss, ha presentato la solida macchina organizzativa che ha dato vita alla manifestazione: “sono 130 le persone dedicate alla Coppa del Mondo che hanno lavorato per 1200 giorni. Uno degli aspetti più delicati è rappresentato dall’ incoming - accoglienza e logistica per gli atleti - che vede impegnate 30 persone.”

Di seguito Fabio Sacchetti, responsabile del Poligono di Milano, ha sottolineato l’importanza storica della struttura, che ha più di 100 anni: “la vecchia sede, attraverso contatti con il Consiglio di zona, verrà probabilmente trasformata nel Museo Italiano del tiro a segno”.

Sull’aspetto prettamente sportivo si è espresso il responsabile tecnico della Nazionale, Aldo Vigiani, il quale ha sottolineato il fatto che gli Italiani saranno presenti in tutte le specialità: ogni squadra sarà formata da 5 tiratori, 3 titolari e 2 MQS, il risultato di questi ultimi non comparirà in classifica ma sarà valido per la ‘carta olimpica’ (il ticket per accedere ai prossimi Giochi Olimpici di Pechino 2008). Il responsabile tecnico ha anche inserito degli Azzurri tra i favoriti nella categoria uomini per la pistola 10 m e la pistola libera: Roberto Di Donna, Francesco Bruno, Virgilio Fait e Giuseppe Giordano; mentre tra i ‘giovani’ il tecnico vede buone prospettive per Alessandro Mantero, Marco Liberato, Marica Masina, Flavia Conforti, Sabrina Sena, Elsa Caputo, Riccardo Mazzetti e Mauro Badaracchi.

Ospiti d’eccezione i tiratori Azzurri Manuela Franzoni e Nicola Maffei. Il campione di pistola automatica ha dichiarato che l’obiettivo è “conquistare le carte olimpiche per poter disputare i Giochi di Pechino 2008”. Mentre Manuela Franzoni dopo essersi complimentata per la macchina organizzativa imponente ha espresso la volontà della Nazionale di ottenere ottimi risultati.

Ha chiuso la conferenza l’Assessore allo Sport della Regione Lombardia, PierGianni Prosperino, che, da grande appassionato e praticante, si è detto emozionato per l’evento e dopo aver elogiato l’organizzazione si è cimentato in una prova simulata di tiro a segno.

Finale a sorpresa: un sms arrivato ad Aldo Vigiani ha informato i presenti del risultato di Elsa Caputo nelle eliminatorie di Coppa del Mondo a Monaco. La ragazza ha realizzato 398 punti, punteggio che secondo il responsabile tecnico della Nazionale, le assicura un posto nella finale di carabina a 10 metri.

 

 

in allegato: foto1 - il tavolo dei relatori

                foto2 - l'Assessore Prosperini cimentatosi in una prova simulata

 

 

 

Per maggiori informazioni:

Ufficio Stampa

Doriana Sauro

stampa@uits.it

Tel. 06/36858103

Enrico Gelfi

enrico.gelfi@studioghiretti.it

Tel. 0521/242145

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl