MARCA TREVIGIANA CALCIO A 5

Inutile dire che, di fronte ai numeri, ma non solo, il presidente Massimo Bello e l'intera struttura societaria si dicono soddisfatti del lavoro svolto in campo e fuori dal campo.

01/gen/2007 19.57.00 C.O.N.I. TREVISO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
MARCA TREVIGIANA CALCIO A 5 .


A cento giorni dall’inizio ufficiale della stagione sportiva, che ha avuto il via a metà settembre con il campionato regionale Juniores, in casa della MARCA TREVIGINA calcio a 5 si tirano le somme delle attività delle tre compagini agonistiche. Inutile dire che, di fronte ai numeri, ma non solo, il presidente Massimo Bello e l’intera struttura societaria si dicono soddisfatti del lavoro svolto in campo e fuori dal campo.

SERIE A2.La squadra guidata dallo spagnolo Ramiro Diaz, ottimamente coadiuvato dal preparatore atletico Salvatore Sciuto, chiude il 2006 al secondo posto in classifica, a tre punti dalla capolista Cadoneghe. Adelmo e compagni hanno giocato 13 partite, ottenendo 9 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte, frutto di 80 reti segnate e 42 subite. Impressionante il cammino casalingo con 6 vittorie su 6 incontri disputati e con 41 reti segnate a fronte di 15 subite. Un pochino più traballante il cammino lontano dal palazzetto di Montebelluna, Silvano Mazzalovo. In 7 incontri disputati, il bottino è stato di 3 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte con 39 reti segnate e 27 subite. Complessivamente la squadra si presenta al nuovo anno con il miglior attacco di tutti i campionati nazionali (eguagliato dalle 80 reti del Modugno - serie B girone D, con il giocatore più prolifico dell’intera serie A, Rafael Paulo Glaeser "Alemao" , con 27 reti in 13 partite e con il primo obbiettivo raggiunto, la Final Eight di Coppa Italia di serie A2 che si disputerà dal 8 al 10 febbraio 2007, per la cui organizzazione la società Marca Trevigiana ha presentato la propria candidatura.

UNDER 21. L'allenatore italo brasiliano Robson Marani ha formato un gruppo molto compatto, rinforzato anche dai recenti nuovi arrivi. Capitan Sturlese e compagni stanno disputando un campionato da incorniciare ed una Coppa Italia fantastica. Secondi dietro alla Luparense di soli due punti, i giovani castellani si sono fermati solamente di fronte al Ponte nelle Alpi e alla capolista, impattando due incontri spettacolari. Per il resto, solamente vittorie, su 9 incontri, 7 vittorie, 0 sconfitte, è il ruolino di marcia della formazione in campionato, con 64 reti segnate e 24 subite. Come per la prima squadra, eccezionale appare il cammino casalingo con 4 vittorie in altrettante partite, 33 reti segnate e 10 subite, mentre in trasferta i risultati sono leggermente meno importanti con 3 vittorie e 2 pareggi in 5 partite e con 31 le reti segnate, 14 quelle subite.
In Coppa Italia di categoria, 5 partite ed altrettante vittorie con la bellezza di 48 reti segnate e 15 subite. Anche in questa manifestazione il parquet di casa ha portato solamente vittorie. Dei 112 gol segnati ,fra campionato e coppa, ben 40 sono quelli siglati da Josè De Mori, marcatore principe delle squadre minori.

JUNIORES .La stagione passata si era conclusa con un prestazione sfortunata, penalizzata dalle numerose assenze, dovute ad infortuni e squalifiche, nell’incontro dei quarti di finale scudetto, a Colleferro, contro la Lazio. 9-3 per bianco-celesti fu il risultato finale di quella partita. Da allora, i giovani di mister Marani, con, comunque, il titolo di campioni regionali in carica, non hanno più perso un colpo, forti della convinzione di poter e voler riscattare quella amara sconfitta. Per arrivare a quell’obbiettivo, Todisco e compagni devono riconquistare il titolo regionale. Il cammino dei diciottenni castellani è stato a dir poco fantastico. 14 vittorie in altrettanti incontri disputati, 157 reti segnate contro le 30 subite. Sino ad oggi sulla loro strada non hanno incontrato avversario in grado di fermarli e si apprestano ad affrontare il girone di ritorno consapevoli che non sarà facile giocare contro squadre che, ancorché competitive, avevano dovuto lasciare campo aperto alla giovane squadra della Marca. Menzione particolare va ancora a Josè De Mori, cannoniere del campionato con 54 reti in 10 partite disputate, ma tutti i giovani di Robson si stanno dimostrando molto forti.

SCUOLA CALCIO . Non possiamo non menzionare i mini atleti della scuola calcio. Esordienti, pulcini e piccoli amici, si stanno impegnando a fondo, apprendendo il calcio a 5, seguiti magistralmente da Robson, Gaggio e Camposilvan. Per loro ci sono stati degli incontri amichevoli nei postpartita della serie A2 ed il concentramento di Natale, organizzato dal comitato regionale veneto e dal Pavimonte Montebelluna Calcio a 5.

Inoltre non possiamo, oltre a ricordare e ringraziare tutti i componenti della società Marca Trevigiana per questi primi mesi di soddisfazioni, non nominare tutti coloro che hanno contribuito in qualunque modo. Facciamo riferimento a tutti quei giocatori che celebrano le festività in altre società: Tavoloni, Scocchera, De Oliveira, De Jesus, Cuzzi, Toso, Busetti, Pizzolato, Mazzuccato.


MARINO SILVESTRI.
ufficio stampa
MARCA TREVIGIANA CALCIO A 5
cell. 348 8143594




------------------------------------------------------
Passa a Infostrada. ADSL e Telefono senza limiti e senza canone Telecom
http://click.libero.it/infostrada29dic06


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl