A Parma tifo da stadio per la Team Cup di tiro a segno

A Parma tifo da stadio per la Team Cup di tiro a segno Roma, 5 marzo 2007 A Parma tifo da stadio per la Team Cup di tiro a segno Si è conclusa ieri la due giorni parmigiana della Team Cup di tiro a segno che ha ottenuto un grande successo per questa "prima" di tiro a segno fuori dai poligoni.

05/mar/2007 14.00.00 Press Office Studio Ghiretti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

 

 

Roma, 5 marzo 2007   

 

A Parma tifo da stadio per la Team Cup di tiro a segno

 

Si è conclusa ieri la due giorni parmigiana della Team Cup di tiro a segno che ha ottenuto un grande successo per questa “prima” di tiro a segno fuori dai poligoni.

La Team Cup, organizzata da UITS insieme alla sezione TSN di Parma e con il patrocinio del Comune di Parma, ha brillantemente superato questo primo esperimento di tiro svoltosi in una location fuori dai canoni standard per questa disciplina e portando i tiratori provenienti da tutta Italia all’interno del Palaraschi di Parma.

Tra le 32 squadre partecipanti la sezione di Candela, formata da Elsa Caputo (396 pt.), Sabrina Sena (391 pt.), ed   Elania Nardelli (388 pt.), si è aggiudicata la Team Cup per la carabina a 10 metri, battendo la squadra di Ora che ha schierato Diego Cacciapuoti (388 pt.), Georg Unterpertinger (392 pt.) e Julia Morat (378 pt.). Nella specialità P10 conquista la Team Cup la sezione di Napoli che, grazie alla splendida prestazione di Giuseppe Giordano (382 pt.), Diego Vierti (377 pt.) e Luigi Moffa (366 pt.), ha la meglio sulla squadra di Treviso del campione Francesco Bruno (386 pt.), di Caterina Padovan (367 pt.) e di Michele Fausto (360 pt.). Le due sezioni vincitrici sono state premiate dall’Assessore allo sport del Comune di Parma Vittorio Adorni, che ha assistito alle finali e si è dichiarato entusiasta che questa manifestazione si sia svolta proprio a Parma. Entusiasmo anche da parte del Presidente dell’Unione Italiana Tiro a Segno Ernfried Obrist, che ha fortemente voluto che questa manifestazione si svolgesse a Parma, città di una delle sezioni TSN più attive. “Questa prima edizione della Team Cup è stata un successo. Grazie a tutti, al Comune di Parma, alla sezione TSN di Parma, agli atleti, al pubblico. Ripeteremo sicuramente questa esperienza”.

“E’ stata semplicemente magnifica e soprattutto formativa per noi, abituati a pensare e gestire le gare di tiro a segno nell’assoluto silenzio del poligono” dichiara Arnaldo Bicocchi, presidente della sezione TSN di Parma organizzatore della Team Cup. “Siamo soddisfatti sia per i risultati organizzativi sia per lo spettacolo che siamo riusciti ad offrire al pubblico. Possiamo dire di ‘aver colpito nel segno’”.

Oltre alla nuova formula di gara, ci sono state anche altre novità per i tiratori, che si sono ritrovati a gareggiare in un palazzetto dove la musica e il tifo hanno fatto da padrone: dall’inizio delle gare di sabato alla premiazione di ieri infatti, gli spalti e le linee di tiro sono stati “inondati” dalla musica e dalle grida di incitamento dei tifosi dei 160 tiratori in gara, elementi che non hanno disturbato più di tanto i tiratori abituati al silenzio assoluto, ma che anzi li hanno in qualche modo accompagnati durante  le gare.

Tanti i campioni del tiro a segno italiano che si sono trovati uno di fronte all’altro, tra cui Roberto Di Donna (FF.GG.) che ha gareggiato per la sezione di Verona nella P10, Vigilio Fait della sezione di Rovereto in gara per la P10, Francesco Bruno (FF.GG.) in gara con la sezione di Treviso sempre per la P10, Elsa Caputo della sezione di Candela che si è poi aggiudicata la Team Cup per la C10. Presente, anche se in veste di tifosa e spettatrice la medaglia d’argento ad Atene 2004 nella specialità della carabina a 10 metri Valentina Turisini: “Lo sport è una questione di cuore, è una passione che ti prende. E questa giornata lo ha dimostrato. Speriamo che questo sia solo il primo di una serie di eventi che porti il tiro a segno fuori dai poligoni e vicino al pubblico”. Entusiasmo anche per Roberto Di Donna, che ben conosce questa formula di gara: “E’ stata una prima edizione straordinaria: impeccabile l’organizzazione, grande il pubblico, gara di altissimo livello. Da 10 e lode”.

Oltre alla Team Cup ieri è stato assegnato anche il “Trofeo Città di Parma”, conteso dalle squadre di pistola e carabina che non avendo superato le fasi eliminatorie sabato si sono ritrovate nuovamente in gara. Il Trofeo è stato vinto dalla sezione di Treviso per la carabina e dalla sezione di Legnano per la pistola.

 

in allegato:   
Candela vince la Team Cup per la carabina a 10 metri
Napoli vince la Team Cup per la pistola a 10 metri
 

 

 

 Per maggiori informazioni:

Ufficio Stampa

Federica Ronchi

federica.ronchi@studioghiretti.it

Tel. 0521/1910092

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl