Biliardo: i segreti di Zito in... edicola

Biliardo: i segreti di Zito in... edicola I SEGRETI DI GUSTAVO ZITO SULLE PAGINE DEL MENSILE "CLASS" Dal biliardo, il 35enne Gustavo Zito ha avuto tutto: 2 titoli mondiali, 2 World Cup e 3 Gran Prix di Saint Vincent, per tacere degli innumerevoli successi nelle competizioni nazionali.

11/apr/2007 12.30.00 Press Office Studio Ghiretti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 

I SEGRETI DI GUSTAVO ZITO SULLE PAGINE DEL MENSILE “CLASS”

 

Dal biliardo, il 35enne Gustavo Zito ha avuto tutto: 2 titoli mondiali, 2 World Cup e 3 Gran Prix di Saint Vincent, per tacere degli innumerevoli successi nelle competizioni nazionali. Questo mese, dalle pagine del mensile “Class”, il fuoriclasse italoargentino ha deciso di condividere parte dei segreti che l’hanno reso il numero 1, raccontandosi in una lunga intervista.

 

 

Milano, 10 aprile 2007 - “Se Einstein gioca a biliardo”: questo il titolo della lunga intervista dedicata a Gustavo Zito che la sapiente penna di Emanuele Elli e l’occhio chirurgico di Marco Pagani hanno confezionato per l’ultimo numero in edicola di “Class”.

Dall’incipit fino alla conclusione sono state realizzate lunghe pagine di suggerimenti, ricordi, spunti e definizioni, in un compendio di colpi di stecca corredati da immagini sia didascaliche che artistiche. Tra quelli descritti, con tanto di formule matematiche esplicative, figurano il “filotto”, il “rinquarto”, la “garuffa” e il “girone”, commentati uno a uno da Zito senza remore o mezze verità, perché - ammette candidamente - «un giorno mi piacerebbe che qualcuno dicesse: “Io ho imparato da Zito”».

“Non nascondo che mi sia divertito parecchio parlando della mia carriera e di ciò che ho imparato nel tempo - racconta il giocatore di Rosario - E ammetto altrettanto che non sia stato un lavoro improbo, dato che sono abituato a condensare insegnamenti e dimostrazioni durante le lezioni private che impartisco abitualmente”. Insomma: un’esperienza da riprovare.

Nelle otto pagine dedicate allo sport del tavolo verde, una grossa parte è dedicata all’importanza della preparazione psicologica. “Quello del dominio dei nervi - conclude Zito - è il segreto più importante per vincere le gare contro gli avversari e… contro se stessi”.

 


 

La Federazione Italiana Biliardo Sportivo (www.fibis.it) è riconosciuta dal CONI, recependone ogni direttiva. Conta circa 25 mila tesserati suddivisi nelle diverse specialità: stecca, boccette, carambola,  pool. Tra gli obiettivi a breve termine, quello di attuare un progetto per portare il biliardo nelle scuole per un maggior coinvolgimento delle giovani leve nel mondo del tavolo verde.  

 

 

Per maggiori informazioni:

Ufficio Stampa FIBIS                                                         Ufficio Stampa Studio Ghiretti

Matteo Caiti                                                                  Enrico Gelfi

m.caiti@fibis.it                                                                  enrico.gelfi@studioghiretti.it

Tel. 340/7802006                                                            Tel. 0521/1910092

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl