VELA/VERBANO: A LUINO LA PREMIAZIONE DELLA COPPA ALCEA 2006 - CAMPIONATO ITALO/SVIZZERO UFO 22

03/dic/2006 17.13.00 laura jelmini comunicazione & immagine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

VELA/VERBANO: A LUINO LA PREMIAZIONE DELLA COPPA ALCEA 2006 -
CAMPIONATO ITALO/SVIZZERO UFO 22

Luino, 3 dicembre 2006 - Si è svolta a Luino, nella sede
dell’Associazione Velica Alto Verbano, la premiazione dell’edizione
2006 della Coppa Alcea-Campionato Italo Svizzero UFO 22 che ha visto
alternarsi sulla linea di partenza delle sette prove disputate oltre
quaranta concorrenti.
Come sempre a premiare i concorrenti l’ingegner Carlo Parodi
amministratore unico, nonché a sua volta esperto velista, di Alcea,
azienda presente sul mercato delle vernici da oltre 50 anni e che da
sempre è impegnata nello sviluppo di prodotti a sempre più ridotto
impatto ambientale. L’azienda di Senago, che da quattro anni ha
legato il suo nome a questa competizione velica riservata ai monotipi
UFO 22, quest’anno registrerà un aumento del fatturato del 40%.
Vincitore di questa edizione è stato il team di Gullisara,
l’imbarcazione di Giuseppe Comerio (AVAV) timonata da Alessandro
Durante che già aveva vinto l’edizione 2003. Gullisara nel corso
della stagione ha ottenuto i risultati parziali 5-1-1-4-DNC-12
concludendo con un vantaggio di poco meno di tre punti dal secondo
classificato. Gullisara ha ottenuto la vittoria in due prove, il
Campionato Europeo di classe e la Coppa San Marco, entrambe disputate
a Luino fra fine aprile e inizio maggio e ha ottenuto un quinto nella
prova d’esordio della manifestazione disputata a Sulzano (lago
d’Iseo) all’inizio di aprile; un quarto alla Crociera del Nostromo a
Luino a metà giugno, non ha regalato a Caldè per il Trofeo Ambrogio
all’inizio di settembre (come peraltro la maggior parte della flotta
impegnata in riparazioni varie delle barche dopo la tromba d’aria che
aveva investito la zona luinese del lago Maggiore dove le barche
erano in terra); un dodicesimo nella prova di chiusura, la coppa
Favini, a Luino, all’inizio di ottobre.
La posizione d’onore è stata conquistata da Pulverit, l’imbarcazione
del bustese Ezio Braga (AVAV) che ha ottenuto i risultati parziali
8-6-4-2-DNC-1: l’equipaggio è stato composto anche da Stefano Parodi
e Luigi Pellegrini.
Il terzo posto della classifica finale è stato appannaggio di Corsaro
3 del team guidato da Valerio Cozzi (UVM) con i risultati di manche
15-7-5-5-1-3, mentre al quarto posto ha concluso Alessandro Molla (AV
Monvalle) alla barra di Safran con i risultati 16-23-3-1-DNC-6.
Solo quinto posto finale per Alcea di Enrico Negri che nel corso
della stagione ha ottenuto i risultati parziali 3-8-12-3-DNC-12, il
timoniere luinese portacolori del Circolo Nautico Caldè non è
riuscito a ottenere la terza vittoria (dopo quelle del 2004 e 2005)
anche se a fine stagione otteneva un meritatissimo primo posto nel
Campionato Italiano di classe disputato a Monopoli.
L’appuntamento ora è già fissato per il prossimo anno con alcune
novità nell’organizzazione della Coppa Alcea 2007 - UFO 22: la
manifestazione assegnerà il trofeo non solo sul lago Maggiore, ma
anche in regate in programma sul lago d’Iseo e sul lago di Garda. Il
nome Alcea su un’imbarcazione sarà portato sui campi di regata sempre
da Enrico Negri, ma con un’imbarcazione della classe Melges 24,
mentre Pulverit sarà sempre in gara con Ezio Braga alla barra
dell’Ufo 22.

Dida foto: L’ingegner Carlo Parodi, amministratore unico di Alcea,
premia Giuseppe Comerio, armatore di Gullisara, l’imbarcazione che ha
vinto l’edizione 2006 della Coppa Alcea-Campionato/Italo Svizzero UFO
22. Alle loro spalle da sinistra a destra Giovanni Ferrari, Carlo
Parola, Giorgio Zorzi, presidente Classe UFO 22 Italiana, Ezio Braga,
delegato zonale.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl