VELA/ELBA: CONCLUSO A MARCIANA MARINA L’ITALIAN GOLDEN TROPHY IRC

VELA/ELBA: CONCLUSO A MARCIANA MARINA L'ITALIAN GOLDEN TROPHY IRC COMUNICATO STAMPA VELA/ELBA: CONCLUSO A MARCIANA MARINA L'ITALIAN GOLDEN TROPHY IRC Marciana Marina, 24 giugno 2007 - Si è conclusa con l'ultima prova in programma la prima edizione dell'Italian Golden Trophy IRC, manifestazione organizzata dal Circolo dell Vela Marciana Marina e riservata alle imbarcazioni d'altura.

24/giu/2007 10.20.00 laura jelmini comunicazione & immagine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA

VELA/ELBA: CONCLUSO A MARCIANA MARINA L’ITALIAN GOLDEN TROPHY IRC

Marciana Marina, 24 giugno 2007 - Si è conclusa con l’ultima prova in
programma la prima edizione dell’Italian Golden Trophy IRC,
manifestazione organizzata dal Circolo dell Vela Marciana Marina e
riservata alle imbarcazioni d’altura.
“Abbiamo avuto un discreto successo di partecipazione - hanno
dichiarato Piero Canovai, presidente ed Ermanno Volontè, direttore
sportivo del sodalizio velico marinese - anche se ci aspettavamo una
flotta più numerosa. Il numero di barche presenti sulla linea di
partenza è stato compensato dal livello dei regatanti e dal fatto che
sono arrivati da tutto il Tirreno, da Genova a Palermo. Un solo team
era dell’isola d’elba, quello di Snow Ball, Fat 26, di Mario Mellini
portacolori del Circolo Nautico Cavo”.
Tre le giornate di regate previste, tre anche le prove portate a
termine (sei quelle in programma): nel primo giorno il Comitato di
Regata, presieduto dal giudice di Punta Ala Giovanni Capitani, ha
atteso invano il vento per poter segnalare la partenza della prima
prova su percorso a bastone. Inutilmente poiché il vento rimaneva
completamente assente e dopo qualche ora la flotta di una ventina di
imbarcazioni era costretta a fare ritorno a terra consolandosi con le
gustose “panzanella” e bruschette che li attendevano nella piazza
Bonanno di Marciana Marina.
Il secondo giorno finalmente si distendeva un vento da sud-sud est
che nella prima parte della giornata raggiungeva anche i 15/18 nodi
di intensità anche se sul finire del secondo giro l’intensità calava
decisamente: in programma una prova su percorso costiero da Marciana
Marina allo Scoglietto di Portoferraio e ritorno da ripetere due
volte per un totale di circa 18 miglia.
Due le classifiche della giornata in quanto a Marciana Marina, cioè
a metà percorso, era previsto un traguardo volante.
Per quasi tutto il tempo a guidare la flotta in tempo reale era
l’X-41, Lady X 41 dell’armatore genovese Piergiorgio Ravaioni che
solo nell’ultimo lato veniva sorpassato da K8, Vismara IRC 46
dell’armatore fiorentino Guido Spadolini.
La classifica in tempo compensato premiava invece il team romano di
Calaf, First 34.7 dell’armatore Paolo Morville con il timoniere
Francesco Cruciani, primo in entrambe le classifiche, mentre Lady X
41 finiva al terzo posto in classifica generale (parziali 3-2) alle
spalle di Kiwi, Farr 31 del pisano Ferruccio Scalari.
Nella terza e ultima giornata di regate il vento metteva a dura prova
la pazienza di regalanti e comitato: alle ore 11.00 veniva
regolarmente segnalata la partenza di una prova su percorso a bastone
con un vento un vento sostenuto di libeccio che però andava calando
inesorabilmente costringendo il Comitato ad annullare a metà del
secondo lato di bolina.
Dopo una breve il vento iniziava a soffiare da scirocco, pur essendo
molto instabile e non particolarmente intenso: infatti dopo il primo
passaggio della boa al vento posizionata al largo dell’Enfola era
necessario spostare la boa di bolina nel golfo di Procchio poiché il
vento a qual punto spirava da scirocco.
Anche in questa regata alla testa della flotta in tempo reale si
alternavano K8 e Lady X 41, ma il primo posto in classifica in tempo
compensato ancora una volta era prerogativa di Calaf che, grazie ai
tre primi posti di giornata, non aveva avversari nella classifica
generale e conquistava così il prestigioso Beyfin Golden Trophy (era
necessario portare a termine tre delle sei prove previste per poter
assegnare il trofeo che verrà di nuovo messo in palio il prossimo anno).
La giornata e l’intera manifestazione si concludeva in serata nella
piazza Bonanno con una cena a base di pasta alla salvia e acciughe
fritte alla presenza delle autorità fra cui il sindaco Andrea Ciumei,
il vice sindaco Francesco Lupi, l’assessore al Turismo Franco
Giannoni, il comandante dei Carabinieri Alessandro Adinolfi e il
direttore dell’APT dell’Arcipelago Toscano Icilio Disperati.
Nella piazza Bonanno hanno concluso la settimana anche i partecipanti
all’Elba Mare Marathon 60 miglia in kaiak da mare.
Il prossimo appuntamento agonistico del CVMV è ora fissato per i
giorni 11 e 12 agosto con il XIX Trofeo Effer (altura) e la Regata di
Santa Chiara patrona della cittadina elbana (zonale derive).

Dida foto: Calaf gira lo scoglietto di Portoferraio (foto Fabio Taccola)
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl