DALL'EUROPA DELTAPLANI IN GARA PER LA COPPA ITALIA

Calusco D'Adda, infatti, è uno dei comuni della cosiddetta "Isola", dove ha sede uno dei più importanti ed innovativi impianti della Italcementi, tradizionale sponsor della manifestazione.

15/apr/2005 22.16.01 Gustavo Vitali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Alla cortese attenzione della Redazione

Comunicato Stampa per pubblica@comunicati.net

Dal 23 al 25 aprile il Volo Libero Bergamo organizza la tradizionale gara che rientra nel circuito della Coppa Italia di deltaplano, vale a dire il volo libero, quello senza motore che avviene sfruttando le correnti ascensionali per guadagnare quota e con essa percorrere tragitti anche ragguardevoli.
L'edizione 2005 presenta numerose novità a partire dalla denominazione stessa, variata in "Trofeo Internazionale dell'Isola", in seguito al gemellaggio con la Polisportiva Caluschese. Calusco D'Adda, infatti, è uno dei comuni della cosiddetta "Isola", dove ha sede uno dei più importanti ed innovativi impianti della Italcementi, tradizionale sponsor della manifestazione. L'azienda è sensibile alle tematiche ambientaliste, particolarmente sentite nel mondo del volo libero che vive in stretta simbiosi con la natura, soprattutto quella delle pendici montane, lungo le quali è più facile trovare le condizioni ottimali per praticarlo.
La gara ha ottenuto dalla FAI (Federazione Aeronautica Internazionale) la classificazione internazionale, aprendo le porte alla partecipazione di piloti stranieri che andranno ad aggiungersi alla consueta e folta presenza dei migliori piloti italiani, tanto che lo scorso anno fu stabilito il record di partecipazione con 52 presenze.
I decolli dei deltaplani avverranno verso le ore 12 di ogni giorno dalle pendici del Monte Linzone, a quota 1350 in località Valcava, nel comune di Palazzago. I percorsi di gara si snoderanno nel comprensorio montano che abbraccia anche la provincia di Lecco, da un lato, e le valli Brembana e Seriana dall'altro, con lunghezze variabili secondo le condizioni meteo del momento.
Nelle scorse edizioni furono spesso percorsi oltre 100 km per manche, superando il Monte Cornizzolo vicino Erba o la Presolana in Val Seriana. Le gare di volo libero assomigliano a delle regate veliche: i piloti devono raggiungere determinati punti salienti del territorio, detti "boe", e certificarne l'aggiramento con il GPS in dotazione. Vince chi impiega minor tempo a raggiungere l'atterraggio in questo caso posto a Carvico, in un vasto prato in viale Monsignor Bosio. Qui numerose attrazioni volanti intratterranno il pubblico in attesa dell'arrivo dei piloti, presumibilmente verso le ore 15. Premiazioni il 25 aprile alle 19 presso la Palazzina Albini alla cementeria Italcementi di Calusco.

Gustavo Vitali - Ufficio Stampa FIVL - Federazione Italiana Volo Libero
www.fivl.it - vitali.stampa@fivl.it
tel/fax 035 577536 - 335 5852431
Segreteria FIVL: tel. 011 744991 - fax 011 752846

Per ulteriori informazioni contattare:
Edo Giudiceandrea - 335 1329187 - edorobi@tin.it - www.vololiberobergamo.it

Note per la redazione
Foto reperibili all'indirizzo:
http://www.fivl.it/almanacco/fotoFIVL/testi/paginacomstampa.html

E' gradito avviso di pubblicazione o trasmissione, rispondendo al mittente. Tale avviso sarà girato alle liste di discussione di volo dove ci seguono numerosi piloti


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl