Successo del Campionato Italiano per deltaplani

Successo del Campionato Italiano per deltaplani COMUNICATO STAMPA per pubblica@comunicati.net Concluso a Bergamo il Campionato Italiano deltaplano A Torino e Treviso i titoli - Prossimo appuntamento in Umbria per i Campionati del Mondo Si è concluso a Palazzago (Bergamo) il Campionato Italiano deltaplani con la vittoria di Elio Cataldi di Vittorio Veneto (Treviso) nella classe "ali flessibili" e Franco Laverdino di Torino in quella "ali rigide", mezzi questi ultimi con apertura alare fino a 14 metri.

08/mag/2008 13.10.00 Gustavo Vitali Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
COMUNICATO STAMPA per pubblica@comunicati.net

Concluso a Bergamo il Campionato Italiano deltaplano
A Torino e Treviso i titoli - Prossimo appuntamento in Umbria per i
Campionati del Mondo

Si è concluso a Palazzago (Bergamo) il Campionato Italiano deltaplani con la
vittoria di Elio Cataldi di Vittorio Veneto (Treviso) nella classe "ali
flessibili" e Franco Laverdino di Torino in quella "ali rigide", mezzi
questi ultimi con apertura alare fino a 14 metri.
Gran successo organizzativo, mediatico e di partecipazione con 60 i piloti
iscritti. Tre giorni di voli dal decollo Italcementi di Valcava, fino alla
val Seriana, da un lato, e al Resegone sopra Lecco, dall'altro.

Una pattuglia di stranieri concorreva al Trofeo Internazionale dell'Isola,
con classifica separata dal campionato, sponsor la Italcementi, azienda
particolarmente attenta ai temi ambientali. Tra questi Walter Geppert
(Austria)
, i tedeschi Ralf Miederhoff, Tim Grabowski e Norbert Kirchner si
sono piazzati nell'ordine alle spalle di Laverdino e davanti a Graziano
Maffi (Montalto Pavese) ed Ettore Grossi (Ravenna), rispettivamente secondo
e terzo posto nel campionato classe "ali rigide". Per le "ali flessibili"
secondo e terzo posto ai trentini Alessandro Ploner
e Christian Ciech. I
premi ai vincitori sono stati consegnati dal vicentino Luca Basso,
presidente della FIVL.

Il volo in deltaplano e parapendio avviene sfruttando leggi della natura. La
prestazione sportiva ha limitate esigenze muscolari, ma servono capacità di
armonizzarsi con l'ambiente, osservare il territorio ed il volo degli
uccelli, conoscere la meteorologia. Dalla natura il pilota trae suggerimenti
per dirigere il mezzo dove maggiore è la probabilità di intercettare le
ascendenze d'aria calda, unico "motore" da sfruttare per salire in quota.
Durante il campionato sono stati superati i 3000 metri lungo percorsi dai 70
ai 115 km chiusi in circa due ore.

Ora il deltaplano azzurro si prepara ai Campionati del Mondo dal 19 luglio
al 2 agosto a Sigillo (Perugia), nella spendila cornice del parco nazionale
del Monte Cucco, area particolarmente favorevole al volo libero. Al momento
sono già iscritti 70 piloti provenienti da tutto il mondo, in rappresentanza
di 20 nazioni.

Gustavo Vitali - Ufficio Stampa FIVL - Federazione Italiana Volo Libero
http://www.fivl.it - vitali.stampa (AT) fivl.it - 335 5852431

per informazioni sul CAMPIONATO ITALIANO DELTAPLANO contattare:
Gustavo Vitali - 335 5852431
http://www.vololiberobergamo.it/pagine/campitaldelta08/presenta.html
FOTO: http://www.vololiberobergamo.it/pagine/campitaldelta08/newsit.html

Per informazioni sul CAMPIONATO DEL MONDO contattare
Flavio Tebaldi - 339 3472910 - flavio (AT) cucco08.org
flavio.tebaldi (AT) alice.it
http://www.cucco08.org/

Tutti i nostri comunicati stampa all'indirizzo:
http://www.fivl.it/index.php/table/ultimi-editoriali/

E' gradito avviso di pubblicazione o trasmissione, rispondendo al mittente.
Tale avviso sarà girato a gruppi di discussione e forum dove ci seguono
numerosi piloti.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl