Concerto della Budapest Gypsy orchestra di dicembre 2008

Concerto della Budapest Gypsy orchestra di dicembre 2008 Se volete festeggiare gli ultimi giorni del 2008 in un modo particolare, assistendo all'esibizione di una delle orchestre più famose al mondo, organizzate una vacanza a Budapest per il 30 dicembre: il concerto della Gypsy Orchestra di Budapest vi farà rimanere a bocca aperta!

09/ott/2008 11.53.17 Francesca Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se volete festeggiare gli ultimi giorni del 2008 in un modo particolare, assistendo all'esibizione di una delle orchestre più famose al mondo, organizzate una vacanza a Budapest per il 30 dicembre: il concerto della Gypsy Orchestra di Budapest vi farà rimanere a bocca aperta!

L'evento si svolgerà nel nuovo Centro Congressi della città, che dopo 15 anni di lavori è diventato il Centro Congressi più grande del paese. Si tratta di un centro polifunzionale immerso in un bellissimo parco di castagni che ospita, oltre a meeting e congressi, anche svariati eventi culturali e musicali, come appunto il concerto della Gipsy Orchestra.

Vale sicuramente la pena assistere a questo spettacolo, tanto si può sempre alloggiare in uno dei tantissimi ostelli di Budapest: l'orchestra di Budapest è, nel suo genere, la più ampia del mondo, con circa 100 membri, e negli ultimi anni le sue esibizioni in festival e sale da concerto di tutto il mondo hanno sempre riscosso un notevole successo. L'orchestra si è formata nel 1985, in occasione dei funerali di Sandor Jaroka, uno dei più grandi solisti gitani del tempo: i musicisti gitani, che erano giunti in massa per dargli l'estremo saluto, improvvisarono un'esibizione dopo la cerimonia per salutare e celebrare la grandezza dell'amico, ed è da questo momento che possiamo considerare formata l'orchestra gitana di Budapest.

Attualmente l'orchestra consiste di 50 violini, 10 viole, 10 violoncelli, 11 contrabbassi, 9 clarinetti e 6 zimbalom, e trai i suoi membri ricordiamo il virtuoso dello zimbalom Oszkar Okros, considerato il migliore suonatore al mondo di questo strumento, e i discendenti di vere e proprie dinastie di musica gitana, come Lakatos, Lendvai Csocsi, Boross, e Berki. Il repertorio dell'orchestra è vario e soddisfa tutti i gusti, ma naturalmente non possono mancare i brani di musica csárdás, tipici della tradizione ungherese. Il termine, che letteralmente significa "dell'osteria", indica sia un tipo di danza (che veniva originariamente ballato soprattutto in tali locali) che un genere musicale molto popolari nell'Ottocento. Questo tipo di musica è caratterizzato da un inizio lento e da una conclusione sfrenata, quasi selvaggia, e viene riproposto ancora oggi da molti gruppi di danza e musicali, tra i quali la Gypsy Orchestra è sicuramente fra i più conosciuti.

Esempi celebri di questo tipo di musica sono rintracciabili nelle composizioni pianistiche di Franz Liszt, nelle Danze Ungheresi di Brahms, nel terzo atto del Lago dei Cigni di Čaikovskij e nell'operetta Il Pipistrello di Strass. Non ci sarà solo musica folcloristica, dunque: anche se l'evento si aprirà con uno spettacolo di danze tradizionali, si proseguirà poi col vero e proprio concerto, durante il quale la Gypsy Orchestra si esibirà attingendo dal suo vasto repertorio, che spazia anche nella musica classica. A differenza delle tradizionali orchestre, però, questa è molto più ampia e sa trasmettere al pubblico un calore e un'allegria unici: un'esibizione della Gypsy Orchestra è infatti caratterizzata, tra l'altro, da costumi tradizionali molto colorati, che creano un effetto visivo per così dire festoso, e la musica suonata sprigiona un'energia tale da contagiare tutti i presenti. Da sottolineare anche che i musicisti eseguiscono tutti i brani a memoria, senza l'ausilio di spartiti, a prova della bravura e della preparazione di tutti i membri, in grado di eseguire repentini cambi di ritmo e di stile mantenendo una sensazione di unisono che stupisce sempre il pubblico.

Non perdetevi l'occasione di assistere all'esibizione di un'orchestra unica al mondo! E poi non ci sarà solo musica: agli spettatori verranno offerti degli assaggi di vini tipici ungheresi, e chi vorrà acquistare un biglietto in platea avrà la possibilità di godersi il concerto e al contempo di gustare una prelibata cena a base di tipici piatti ungheresi. Una festa per tutti i sensi!

Budapest è una bellissima città, capitale di un paese noto anche per la musica e il vino. Se volete conciliare tutto ciò e al contempo partecipare a un evento particolare, il concerto dell'orchestra gitana è quello che fa per voi. Prenotate subito un albergo economico oppure un B&B a Budapest.

Biglietti: da 63 a 129 euro
Data: 30 Dicembre 2008
Dove: Centro Congressi, Budapest, Ungheria
Fonte Flashbooking.com: Cheap hotels


Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Piano marketing territoriale

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl