Festival internazionale del cinema de il Cairo

Festival internazionale del cinema de il Cairo L'Egitto è un paese che può vantare una delle tradizioni artistiche più antiche del mondo, risalente all'epoca dei Faraoni e delle grandiose piramidi, che da sole valgono un viaggio in Egitto.

Allegati

15/ott/2008 11.32.53 Francesca Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

L’Egitto è un paese che può vantare una delle tradizioni artistiche più antiche del mondo, risalente all’epoca dei Faraoni e delle grandiose piramidi, che da sole valgono un viaggio in Egitto.

A tal proposito, vi sono tante offerte di hotel last minute per il Cairo che negli ultimi anni, insieme all’intero paese africano ha continuato a mantenere un ruolo importante nella cultura mediorientale e mondiale, come dimostra anche il successo ottenuto da scrittori quali Taha Hussein, Tawfiq Al Hakim e Naguib Mahfouz, quest’ultimo insignito anche del premio Nobel per la letteratura. Anche il cinema egiziano ha vissuto uno sviluppo notevole, e non è un caso che sia proprio la capitale egiziana ad ospitare uno dei più importanti eventi culturali mediorientali: il Festival Internazionale del Cinema de Il Cairo.

Si tratta del Festival cinematografico più antico del Medio Oriente: nato nel 1976 ad opera dell’Associazione egiziana degli Sceneggiatori e Critici cinematografici, presieduta da Kamal El-Mallakh, l’evento celebrerà dal 18 al 28 Novembre 2008 la sua 32ª edizione, portando avanti la missione per cui tale Festival è stato creato: promuovere film e, tramite il linguaggio universale del cinema, incoraggiare il dialogo e lo scambio artistico tra nazioni diverse, rendere possibile il confronto tra professionisti del cinema provenienti da tutto il mondo, e aiutare lo sviluppo del cinema nel mondo arabo, nel Medio Oriente e, più in generale, in tutto il mondo. Nell’epoca in cui viviamo, caratterizzata da innumerevoli conflitti dovuti anche alla scarsa conoscenza e alla diffidenza nei confronti del diverso, tale missione risulta più che mai attuale. Il Festival si propone di combattere questa situazione, e promuovendo il lavoro di artisti africani e mediorientali cerca di far conoscere meglio a tutto il mondo queste realtà, assottigliando la distanza che intercorre tra questi e altri paesi.

La tendenza del Festival ad aprire un varco tra i paesi è testimoniata anche dal fatto che ogni anno viene, visitata dai moltissimi turisti che alloggiano in ostelli Cairo e soprattutto che viene scelto un diverso paese come ospite d’onore: quest’anno toccherà alla Spagna, cui verrà dedicato un tributo che comprenderà sia un excursus sulla tradizione cinematografica spagnola sia una presentazione della nuova generazione di registi iberici. Se da una parte il Festival ospita le produzioni cinematografiche di paesi stranieri, dall’altra si occupa anche di presentare l’Africa al mondo esterno, con una sezione speciale (The Black Pearl) che comprende film provenienti da tutto il continente africano, e che si pone come scopo quello di mostrare un’immagine diversa dell’Africa rispetto a quella stereotipata cui siamo abituati.

Si tratta dunque di un Festival votato a promuovere la conoscenza, il rispetto e l’uguaglianza tra popoli, e dato che quest’anno ricorre il 60° anniversario della Dichiarazione dei Diritti Umani, il Festival celebrerà questa importante ricorrenza ospitando una sezione speciale intitolata “Una finestra su un futuro più umano”, che comprenderà film incentrati su temi importanti quali la dignità e i diritti dell’umanità.

Accanto a queste sezioni speciali, che caratterizzano in modo particolare l’evento egiziano rispetto ad altri festival cinematografici, il Festival de il Cairo si compone anche di sezioni più classiche. Prima fra tutte, la sezione dei film in concorso, che comprende i lungometraggi che concorrono all’assegnazione della Piramide d’oro e della Piramide d’argento per il miglior Film e di altri premi per la migliore interpretazione maschile e femminile. Accanto a questa sezione trovano spazio anche quella dei film digitali e quella dei film arabi in concorso, che prevedono l’assegnazione di premi in denaro per produttori e registi dei migliori lavori presentati in queste categorie, e le sezioni fuori concorso, che comprendono tra l’altro tributi e retrospettive.

I cinefili apprezzeranno sicuramente questo festival che, oltre ad offrire la proiezione di bei film di registi provenienti da tutto il mondo, rappresenta anche un’occasione per riflettere su problemi attuali e per allargare le nostre conoscenze.

Il simbolo dell’Egitto, la piramide, viene oggi raffigurata anche nei premi che ogni anno vengono assegnati nell’ambito del Festival Internazionale del Cinema de Il Cairo. Se siete degli appassionati del cinema programmate un viaggio a Il Cairo per la fine di Novembre, e oltre ad ammirare i meravigliosi paesaggi egiziani avrete anche la possibilità di partecipare a questo grande evento culturale. Prenotate subito un b&b economico Cairo!

Biglietti: prezzi vari
Date: 18-28 Novembre 2008
Luogo: Il Cairo, Egitto

Distribuzione a cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl – Seo marketing

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl