PASQUA NEL MONTEFELTRO, SULLE ALI DEL PICCIONE VIAGGIATORE

25/mar/2009 12.23.08 Regina Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



 

 

Comunicato stampa del 20/3/2009

 

PASQUA NEL MONTEFELTRO VOLA SULLE ALI DEI PICCIONI VIAGGIATORI

 

Il più insolito ponte di Pasqua ha come protagonisti colombi e piccioni viaggiatori: case colombaie, menu dai profumi e sapori antichi per “ritrovare” la strada del cuore.

 

 

Prende il via l’ottava edizione dell’iniziativa “Extravaganti: viaggi curiosi nelle pieghe del territorio”: 10 itinerari per riscoprire le sfaccettature nascoste, le bellezze artistiche e le gioie culinarie, che le Marche offrono può offrire a un viaggiatore curioso  e appassionato. Il progetto è promosso e sostenuto dall’Assessorato al Turismo della provincia di Pesaro - Urbino in collaborazione con la Confcommercio, i percorsi turistici sono organizzati dalla Cooperativa Il Grande Albero Turismo e Cultura. 

 

“Che Pasqua!! Sulle ali del piccione viaggiatore” è la prima proposta di primavera che a partire dal weekend di Pasqua e si ripeterà per ogni finesettimana di Aprile. L’insolito viaggio abbraccia il territorio di confine fra Marche e Romagna a partire dalla Rocca di Frontone, che si distingue per la singolare conformazione a vascello, per proseguire verso Cagli, dove si potranno ammirare, sia dall’esterno che dall’interno, due autentiche case colombaie, costruzioni figlie della tradizione contadina destinate all’allevamento dei colombi, le cui pareti interne erano costituite da centinaia di piccole tane nelle quali i volatili si riparavano e nidificavano. Ma c’è di più: esperti colombofili organizzeranno solo per i viaggiatori “extravaganti” uno spettacolare lancio di piccioni viaggiatori, inseguendone il percorso fino alla loro casa;  infatti, la caratteristica peculiare di questi animali è il costante desiderio di trovare la via del ritorno. Per i viaggiatori “extravaganti”, invece, la sensazione di “casa” si ritroverà la sera, intorno al tavolo in un locanda tipica, davanti a una ricca cena con piatti a base di piccione, tra cui: crostini con fegatini, tagliatelle fatte in casa al ragù di piccione e piccione in aromatico salmì.

 

Il viaggio alla scoperta delle pieghe del territorio marchigiano prosegue con una giornata completamente dedicata alle bellezze artistiche ed architettoniche della “Provincia bella”. L’intera mattinata sarà dedicata a San Leo, dove si potrà visitare la Fortezza, attribuita al celebre architetto militare Francesco Di Giorgio Martini.  Durante il pomeriggio è previsto un trasferimento per Talamello e la visita al Museo Pinacoteca Gualtieri dove si potranno ammirare le splendide opere di Fernando Gualtieri, artista di fama internazionale.  Chi decidesse di mettersi in viaggio proprio nella Settimana Santa, potrebbe scegliere di visitare due fra i più suggestivi eventi di Pasqua, memoria di secoli di tradizione, fede e folclore: la Processione del Venerdì Santo di Cagli e la Turba di Cantiano, testimonianze di tradizioni millenarie e fervore religioso che giungono quasi intatte dal Medioevo. La Processione del Cristo Morto, che si svolge il Venerdì Santo di Cagli, è particolarmente toccante: circa quattrocento confratelli di diversi ordini monastici seguono il crocefisso al suono di tamburi e musiche antiche. La Turba di Cantiano è una ricca e suggestiva Sacra Rappresentazione, nella quale la Passione di Cristo è una storia tramandata di padre in figlio, con allestimenti scenici e costumi preziosi e curati, da tempi antichissimi.

 

L’iniziativa “Extravaganti” è rivolta a viaggiatori curiosi, anche a quelli che risiedono nella stessa regione ma non hanno mai avuto l’opportunità di conoscerla meglio. Per godere appieno degli itinerari vengono proposti pacchetti della durata di un weekend per consentire a coloro che

 

 

“vengono da lontano” dei programmi che consentano di scoprire il fascino del Montefeltro a prezzi lastminute, a partire da € 85 a persona per due giorni e una notte in camera doppia, fino al pacchetto di tre giorni e due notti a partire da € 110. Le quote comprendono:

 

Sabato 11 aprile

-          Arrivo a Frontone e partenza per Cagli;

-          visita di due case colombaie ed esperienza con il gruppo colombofili

-          Cena a base di prodotti tipici a tema con l’itinerario

-          Pernottamento in hotel o agriturismo

-           

Domenica 12 aprile

-          Trasferimento a San Leo e visita della Fortezza

-          Pranzo libero

-          Partenza per Talamello e visita al Museo Pinacoteca Gualtieri

-          Trasferimento a Santarcangelo di Romagna si consiglia visita raccolta di miniature di colombaie di tutto il mondo della locanda “La Sangiovesa”.

 

Per ulteriori informazioni sul web: www.turismo.pesarourbino.it e www.grandealberoturismo.it oppure telefonando a: Il Grande Albero Turismo e Cultura, Tel. 0722.327858, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13. info@grandealberoturismo.it,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl