Oggi Minisgambeda e Aqua Granda domani la regina indiscussa: La Sgambeda 20ma edizione!

Sulla distanza dei 5 chilometri della categoria Aspiranti (nati dal 1993 al 1991 non ancora maggiorenni) vittoria del diciassettenne Christian Bormolini di Livigno su Marco Cappelletti di Le Prese, che ha preceduto allo sprint Marco Brigadoi di Predazzo.

12/dic/2009 18.46.57 Myriam Cusini - APT Livigno Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Continua il ricco programma del week end livignasco siglato “Sgambeda 20ma edizione”. Questa mattina inaugurazione diAqua Granda Livigno Wellness Park, il centro benessere integrato più grande d’Europa. Oggi pomeriggio la Minisgambeda con oltre 250 iscritti e domani tocca alla regina indiscussa: La Sgambeda 2009.
 
Con l’inaugurazione di questa mattina del centro benessere “Aqua Granda Livigno Wellness Park”, prosegue il lungo week end nordico di Livigno, che ha visto nel pomeriggio il tradizionale appuntamento con la MiniSgambeda, la competizione di sci di fondo riservata ai campioni di domani che ha schierato al via ben 249 fondisti.
 
Sulla distanza dei 5 chilometri della categoria Aspiranti (nati dal 1993 al 1991 non ancora maggiorenni) vittoria del diciassettenne Christian Bormolini di Livigno su Marco Cappelletti di Le Prese, che ha preceduto allo sprint Marco Brigadoi di Predazzo. Nella classifica femminile della stessa categoria, vittoria della sedicenne Marta Grosini della Polisportiva Le Prese sulla compagna di squadra Pamela Sirio e sulla ceca Alena Schesbalova.
 
Gradino più alto del podio ancora di marca “livignasca” anche nella categoria Allievi (1995-1994) con il successo di Saverio Zini seguito dal compagno di sci club, Riccardo Cantoni. Chiude in terza posizione il bormino Simone Romani. Nell’equivalente categoria femminile si è imposta la vicentina Deborah Rosa su Alice Canclini e Beatrice Rocca.
 
Il tracciato di 4 chilometri riservato ai Ragazzi (1997-1996) ha visto il successo di Giacomo Gabrielli davanti a Andrea Anesi e Andrea Rogantini. Tra le ragazze il podio parla svizzero con Selina Schnider e Luana Franziscus, rispettivamente prima e terza; tra le due si è invece piazzata seconda l’italiana Chiara Busi.
 
A dominare nella categoria Cuccioli (3 chilometri), il piccolo valtellinese Stefano Schena che ha battuto il conterraneo Pietro Sosio, mentre terzo ha chiuso Plati Matteo. Nella categoria femminile Lisa Vescovo toglie i sogni di gloria alle atlete locali Valentina Cusini e Michela Zini.
 
Infine tra i super piccoli, ovvero la fascia Baby (2000-2001), vittoria di Riccardo Caspani su Gioiele Pedrotti e Stefano Ricetti. Tra le bambine ottima prestazione per Anna Rossi su Chiara Bracchi e Aurora Maiolani.
 
Archiviata la gara dei piccoli, ora si pensa a quella dei grandi. Domani dalla piana dello stadio del fondo saranno in molti ad animare la ventesima edizione della Sgambeda. Tra loro i detentori del pettorale rosso della Fis Marathon Cup 2009: sul fronte maschile il varesino Marco Cattaneo mentre tra le donne sarà la svedese Jenny Hansson ad indossare il “red bib” della leader.Confermata la presenza del fidanzato di quest’ultima, Jerry Ahrlin, già vincitore della Sgambeda nel 2006. Dalla Svezia ci saranno anche Oskar Svard e Larsson Martin. Il prestigio al parterre de roi viene dato dalla presenza del team norvegese con Jens Arna Svartedal e Thomas Alsgaard, al fianco di compagni meno titolati come Audun Laugaland, Andrè Haugsbo, Olav Utistog Svein, Ander Myrland, Thomas Henrikse. Tra i big si sono aggiunti il ceco Rezac Stanislav, i tedeschi Rene Sommerfeldt e Thomas Freimuth, gli svizzeri Briker Bruno e Furrer Martin e il bielorusso Ivanov Alexei. Le speranze italiane sono riposte nel lavoro di squadra del team azzurro che vede al via, oltre a Cattaneo, i bergamaschi Fabio Santus, Sergio Bonaldi e Bruno Carrara. Nella starting list femminile spicca il nome dell’italiana Antonella Confortola che se la dovrà vedere con le svedesi Hansson, Nina Lintzen e la estone Tatjana Mannimaa.
 
Appuntamento domani alle 11 per spegnere la ventesima candelina della Sgambeda sui 42 chilometri del tracciato ricavato su un anello di 20 chilometri da ripetere due volte. Chi vorrà, potrà fermarsi al primo giro e per costoro ci sarà una speciale classifica.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl