S O N A R - LA CASA DELLA MUSICA - Programma 24 - 25 dicembre + anteprime gennaio - CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

21/dic/2004 20.13.11 Anomalia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da: FAB FOETUS

Con preghiera di pubblicazione
Vi prego per quanto possibile di dare il massimo risalto


SONAR la casa della musica


Presenta:

S O N A R

Località Molinuzzo 3 – Gracciano – Colle Val D’elsa (SI)

APERTO VENERDì E SABATO : CONCERTI DAL VIVO E DISCOTECA


Fino alle ore 23.30  - Ingresso Gratuito
Fino alle ore 01.00  - 5 euro con consumazione
Dalle ore 01.00 - 7 euro con consumazione
Altre Riduzioni Valide: Associazione Mosaico


Venerdì 24 Dicembre [ SONAR Elettro Alternative ]

[ CAYO PROJECT presenta DEPUTAMADRE. Da firenze,sezione ritmica e l'elettronicadei Cayorosso (About rock records) + dj set Zumbra +Vj Sintesi 19 live & set drum'n'bass
]

CAYO PROJECT

Cayo Project nasce nel 2002 da un’idea di Alberto Tucci alias TuzZy , Tommaso Bianchi alias Master-T  & Tommy Chemeri che sviluppano un laboratorio di sperimentazione sonora appoggiandosi al CayoStudio ed ai musicisti dei Cayo Rosso.
Nel 2003 si unisce alla crew David Campanini alias No_Made One apportando anni di esperienza nella clubculture ad una già solida preparazione musicale e sonora della crew.
Il Cayo Project, durante i live set, è solito abbinare musicisti (basso, chitarra, fiati, piano, synth…) a producers e/o dj’s creando così un live set graffiante ed aggressivo.
Attualmente la crew collabora con producers per lo sviluppo di progetti discografici e live set.
La formazione varia da un unico dj’s a più di cinque elementi in consolle.
In partnership con No_Made Group, il Cayo Project organizza eventi e gestisce la direzione artistica di club.

ZUMBRA

Affascinato dalla progressive degli anni novanta inizia a frequentare e a lavorare come p.r. in locali come Insomnia, Imperiale, Jaiss, Ataualpha e molti altri locali toscani. Scopre verso la fine degli anni novanta la drum’ n’ bass il break beat e l’ elettronica , interessandosi sempre di più alle produzioni inglesi e americane di questi ultimi anni, frequenta posti come il Link di Bologna il C.P.A. di Firenze, l’ H2O2 di Firenze ecc..
Rimane colpito da Dj come Fat Boy Slim, Roni Size, Dj Shadow, Aphex Twin, Kemal, Total Science, Bassline Smith, Krust, Evil e tutta la produzione Fullcycle e Drum’ n’ bass Arena.
Inizia a miscelare un drum’ n’ bass potente e aggressivo in: Ataualpha (manifestazione itinerante), l’ ex Village Voice (SI), il Tendenza (SI), il C.P.A. (FI), l’ H2O2 (FI), il SONAR (Colle di Val d’ Elsa – SI) e in manifestazioni come Libera Coll’ Arte (Colle di Val d’ Elsa – SI).
E’ uno dei fondatori e resident Dj.del gruppo Verdidee.



Sabato 25 Dicembre [ SONAR Indipendent Rock ]


[ MIWA E I SUOI COMPONENTI From Grosseto Live Ska/Punk comic rock + Dj set rock CheccoMod ]

La band Miwa e i suoi componenti nasce nel 1997 a Grosseto, ispirata dalle ritmiche ska-punk dell'ultima generazione. Dopo appena un anno di "assestamenti", il gruppo esce in esibisizioni dal vivo suonando per locali e piazze tra il senese e il grossetano.

Fin dalle prime uscite si è riscontrato un incredibile favore del pubblico, soprattutto nelle piazze e grandi manifestazioni, come Lucca Comics, la Festa della Musica in Piazza del Duomo a Siena, l'apertura della stagione musicale estiva in Piazza Indipendenza a Grosseto, le manifestazioni estive dell'Isola del Giglio, il motoraduno delle Harley Davidson a Follonica.

Le esibizioni non sono un semplice concerto, ma un vero e proprio spettacolo con scenografie (statue di Goldrake, Jeeg, etc alte 2,5 metri), coreografie (ospiti "speciali" come l'Uomo Tigre, Castellina Pasi, Sampei versione rasta e Furia Cavallo del West) e proiezioni di video sigle prima del concerto.

L'aspetto che rende "Miwa e i suoi componenti" una band "speciale" è l'incredibile vitalità, energia e voglia di divertirsi che trasmette al pubblico, che salta, canta, ride e balla! Chiunque viene coinvolto, dai più piccoli ai più grandi: uno spettacolo completo a 360°, una formula decisamente azzeccata come riscontrato dal notevole pubblico che oramai segue il gruppo nella maggior parte delle sue esibizioni.

Attualmente il gruppo è composto da Hilary alla voce e al cabaret, Michele al basso, Pierpaolo alla chitarra, Carlo alla batteria, Claudio alle tastiere. In seguito alle numerose serate è stato realizzato un CD live e attualmente è in fase di ultimazione un CD registrato in studio che sarà distribuito su gran parte del territorio nazionale.

[ PROSSIMAMENTE ]


_______________________________________________________________

Sabato 8 Gennaio [ SONAR Indipendent Rock ]
[
KARNEA From Cremona Live Indie Grunge/Rock + Dj set rock ]


Il rock’n’roll non muore mai, al massimo si rigenera.
Quando i Karnea pubblicano il disco d'esordio sono il punto di vista dei ventenni sul mondo: un rock ruvido, rimaneggiato, ispirato a molti grandi e cresciuto a dosi massicce di cover.
Davide Simonetta (chitarra e voce) e Paolo Cremonesi (basso) suonano insieme da quando avevano 12 anni e mangiavano cover di Guns N’ Roses e Nirvana a colazione. Stefano Guidi (batteria) si unisce al gruppo più tardi: è il 2000 e nel frattempo le orecchie del trio hanno macinato brani di Hendrix, Led Zeppelin, The Who, Jeff Buckley, Nick Cave, David Bowie, The Cure e Smashing Pumpkins.
L'intesa è subito forte, i ragazzi lavorano sodo e alla fine fanno il loro trionfale ingresso nello studio Mezzanima (quello dei Mercanti Di Liquore): registrazione in presa diretta e pochi fronzoli caratterizzano le sedute di registrazione, portate avanti sotto l'attenta guida di Lorenzo Caperchi (già collaboratore di BluVertigo, La Sintesi, Soerba): il risultato è "Sublime Follia", l'album d'esordio.
Come riconoscimento del buon lavoro svolto fino a questo momento, a loro tocca l'onore di aprire l'evento live più importante dell'anno, l'Heineken Jammin Festival di Imola del 13 giugno 2003.

Sabato 15 Gennaio [ SONAR Indipendent Rock ]
[
ALMANDINO QUITE DELUXE From Bologna Live Rock’n’roll + Dj set rock ]

Un trio bolognese per due terzi al femminile (due chitarre e batteria), le cui scariche di garage/noise faranno la gioia di chi ama Sonics, Bob Log III, Man or Astroman?. Absobloodylutely è stato registrato a fine 2003 praticamente in presa diretta con la pruduzione di Fabio Magistrali (A Short Apnea, Perturbazione, LFS). Chi ha visto su un palco gli AQDL non si meraviglierà di sapere che hanno già all'attivo e in programma un nutrito numero di date (oltre 20 in 4 mesi), caso più unico che raro per un gruppo finora sconosciuto. Definiteli noise pop, o blues core, o noise core, ma il grado di istrionica e orgiastica epilessia che questa band riesce a trasmettere non è destinato a passare inosservato!

Sabato 22 Gennaio [ SONAR Indipendent Rock ]
[
SATANTANGO From Lodi Live Rock’n’roll + Dj set rock ]


I Satantango nascono nel 2000, come approdo e continuazione delle esperienze musicali noise-blues e garage dei Tupelo e dei Playground (da cui provengono i cinque membri originali della band: Anna Poiani alla voce, Massimo Audia e Luca Fusari alle chitarre, Simone Curioni al basso e Luca De Biasi alla batteria).
Dopo l’immancabile fase di rodaggio a base di cover (la scelta delle quali mette a fuoco lo stile iniziale del gruppo, con estratti dal repertorio di Pj Harvey, Patti Smith, Thin White Rope, ma in seguito anche Dead Boys, Beasts of Bourbon e Captain Beefheart) e di concerti, all’inizio del 2002 i Satantango esordiscono ufficialmente con l’album Downhill, accolto molto favorevolmente dal pubblico e dalla critica (recensioni e interviste sui maggiori periodici specializzati italiani – per ulteriori notizie vedi anche www.satantango.it). In Downhill gli umori dark-blues dei ‘numi tutelari’ del gruppo convivono con un approccio che è a tutti gli effetti puro e semplice ‘rock’, in una scaletta eterogenea in cui si passa senza soluzione di continuità dalle ballate più inquiete a schegge di blues acido.
Il biennio 2002-2003 vede i nostri ancora impegnati nella promozione di Downhill (anche in compagnia live di band quali Firewater e Radio Birdman), e nell’acquisizione di un nuovo membro, Nando Piras, che si occupa di percussioni e seconde voci. L’approccio della band non muta, ma si sposta verso un sound più scarno e al tempo stesso più incisivo che agli esordi. Il risultato di un altro anno di maturazione è il nuovissimo album Mr Bore, registrato nella prima metà del 2004 (con il Magister Mob Studio di Fabio Magistrali, che come in Downhill si è occupato della produzione e del missaggio) e in uscita nell’autunno dello stesso anno su Wallace Records.


Sabato 29 Gennaio [ SONAR Indipendent Rock ]
[
JOE LEAMAN From Modena Live Alternative Rock + Dj set rock ]

I Joe Leaman nascono da una costola dei Julie's Haircut nel 1996. Il loro primo demo-tape dal titolo "First Murder" viene licenziato nel gennaio dell'anno seguente in due versioni: una normale e una remixata a cura di Luca G. degli stessi Julie's Haircut. Dopo una serie di concerti principalmente in Emilia-Romagna il gruppo inizia a proporre la sua musica in giro per l'Italia e pubblica il primo album dal titolo "Double Penetration", uscito nel dicembre 1998 per la misconosciuta etichetta friulana AUA Records. Le prime recensioni della stampa sono buone e parlano di una musica di impostazione tipicamente americana sull'onda di band come Screaming Trees, Husker Du, R.E.M., Dinosaur Jr e tutto quel cosiddetto "college rock" che effettivamente costituiscono gran parte del background musicale del gruppo. I concerti (procacciati in totale autarchia) si susseguono in numero sempre crescente sino ad arrivare al secondo album, quel "Crappy Barband Shocklrock" uscito nell'ottobre 2000 per l'eticheta pisana "Barriera Corallina" che diviene un vero e proprio caso a parte nel panorama indie italiano e che fa segnalare i Joe Leaman come "cult band nazionale del 2001 (Federico Guglielmi, Mucchio Selvaggio)" da parte di diverse testate specializzate. La sempre crescente mole di concerti che fa muovere la band in tutta Italia con brevi puntate anche all'estero costringe la band a cercarsi un manager, trovato nella persona di Ugo Mazzia, già manager (fra gli altri) di One Dimensional Man. Nel tardo 2001 si concretizza il sodalizio con Gammapop Records che da alle stampe il terzo album della band ("Fried Sponge", Marzo 2002), preceduto da un EP dal titolo "People Against Loneliness", contenente anche una cover di "Smalltown Boy" dei Bronski Beat rivisitata in chiave tipicamente rock. Questo brano in particolare fa capolino anc! he in al cune piste da ballo dello stivale, assieme a buone recensioni della stampa per quanto riguarda l'album, che fanno di Joe Leaman un nome credibile e sempre più appetibile. La fortunata serie di concerti che promuove il disco vede tra l'altro anche la band come designata di alcuni support act di assoluto rilievo (International Noise Conspiracy e J.Mascis su tutti).. All'inizio del 2003 la line up della band subisce una rivoluzione, con l'abbandono di due terzi della band (Laura Sghedoni, Mark Flowers) e il marchio Joe Leaman in mano al solo Giancarlo Frigieri (peraltro autore di praticamente tutti i brani della formazione).
Al loro posto subentrano Luca Verzelloni e Paolo Campioli. Con questa line up la band registra nel Maggio 2003 il nuovo "Truly got fishin", originariamente previsto con pubblicazione Gennaio 2004 a cura di Gammapop.
I problemi legati all'eticheta costringono però i Joe Leaman ad un periodo di inattività forzata e ad un rinvio sino all'incontro con la Black Candy, etichetta fiorentina spavalda e coraggiosa che può vantare nel suo roster alcune bands davvero interessanti come Kech, Pecksniff, Slugs, Velvet Score e il veterano Umberto Palazzo. "Truly got fishin" è ora una realtà. I Joe Leaman sono pronti per ripartire. Fatevi conquistare.


_______________________________________________________________


.:COME RAGGIUNGERE IL SONAR:.

DA NORD >>> Autostrada A1 (Milano/Roma) uscita Firenze Certosa; Raccordo Autostradale Firenze/Siena - uscita Colle di Val d'Elsa Sud direzione Grosseto S.S. 541; dopo 4 km, oltrepassato il centro di Colle di Val d'Elsa e subito dopo essere entrati nella frazione 'Gracciano' troverete sulla destra l'indicazione per il SONAR.



DA SUD >>> Autostrada A1 (Roma/Milano) uscita Val di Chiana direzione Siena; oltrepassare Siena seguendo la direzione per Firenze Raccordo Autostradale a 4 corsie; uscire a Colle di Val d'Elsa Sud direzione Grosseto S.S. 541 (Strada dei Cappuccini); dopo 3 km, subito dopo essere entrati nella frazione 'Gracciano', troverete sulla sinistra l'indicazione per il SONAR.

_______________________________________________________________

http://www.sonarlive.it/

_______________________________________________________________
Questo messaggio ti viene inviato in osservanza della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali. Se non sei interessato a riceverlo (o la consideri un'invasione per la tua privacy), ti basterà inviare una e-mail avente come oggetto la dicitura cancella. Non riceverai più alcun messaggio. Ricordati di usare lo stesso nome e la stessa e-mail con cui risulti iscritto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl