AZZURRO COME IL MARE - VIAGGIO TRA I SAPORI DELL'ADRIATICO - Senigallia, 18/19 e 25/26 FEBBRAIO

AZZURRO COME IL MARE - VIAGGIO TRA I SAPORI DELL'ADRIATICO - Senigallia, 18/19 e 25/26 FEBBRAIO

17/feb/2005 13.41.34 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

AZZURRO COME IL MARE

A SENIGALLIA VIAGGIO TRA I SAPORI DELL’ADRIATICO

Senigallia - Aule didattiche Istituto Alberghiero “Panzini”

18/19 e 25/26 FEBBRAIO 2005

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

A Senigallia febbraio è il mese del pesce azzurro. Con i Laboratori del Gusto di “Azzurro come il mare”, per quattro serate, il 18, 19, 25 e 26 febbraio, con inizio alle ore 18,30, verranno insegnati tutti i segreti di sarde, suri, alici, sgombri, morgani, mazzole, sardoni, aguglie, lanciardi… appena pescati dalla marineria del luogo. Specie ittiche dagli aromi di un tempo tutte da scoprire: le loro caratteristiche, i valori nutritivi, i criteri di acquisto, come pulirle, conservarle e naturalmente cucinarle, attraverso un percorso di oltre quaranta piatti diversi. 

I laboratori del gusto si svolgeranno a cura dello staff specializzato dell’Istituto Alberghiero “Panzini” di Senigallia, presso aule appositamente attrezzate, e si concluderanno con la degustazione dei piatti proposti e spiegati, con l’abbinamento di un’accurata selezione di vini locali. La partecipazione è gratuita ma è soggetta a prenotazione.

Azzurro come il mare”, è un progetto di promozione delle specie ittiche massive promosso dal Comune di Senigallia Assessorato alle Attività Economiche, finanziato con i fondi SFOP Marche “Promozione pesca e acquacoltura”, con il contributo di Regione Marche Assessorato Pesca, ed in collaborazione con Lega Pesca Marche, Istituto AlberghieroPanzini”. I laboratori del gusto di sono stati pensati come iniziativa di educazione al gusto, ma soprattutto come occasione di conoscenza delle specie ittiche pescate in Adriatico, e del pesce azzurro in particolare.

I pescatori della Lega Pesca Marche, grazie alla loro antica esperienza, racconteranno dove, come e in quali periodi dell’anno il pesce azzurro viene pescato. Esperti del settore spiegheranno le caratteristiche nutritive ed organolettiche delle varie specie, come riconoscerle ed acquistarle quando sono fresche, i mesi di maggiore disponibilità e poi come pulirle e conservarle, le tecniche di sfilettatura, cottura e tante altre curiosità.

Insomma se nelle Marche si pesca dell’ottimo pesce azzurro a Senigallia lo si sa di certo cucinare, anche per questo nell’ambito di “Azzurro come il mare”, verrà presentato un ricettario sulla buona cucina del territorio. Una guida curata da Claudio Riolo, responsabile di altri importanti lavori sulla cucina e la ristorazione, dove verranno descritte le caratteristiche del pesce, le modalità di pesca, la storia dei pescatori e, ovviamente, le ricette che si svolgeranno durante i laboratori del gusto tra cui: carpaccio agli agrumi di palamiti, acciughe in carpione, filetto di lanciardo con pinoli e uvetta o con piopparelli e pancetta stufata, sarde alla brace, all’arancio, fritte in tempura d’uovo, aguglie spiedate all’alloro e guanciale, sgombro al vapore, alle verdurine, filetti di suro in agrodolce, e ancora, spaghetti di farro, acciughe e finocchietto, pennette alla palamite e timo, risotto sgombro e carciofi, conchiglie con peperoni e acciughe, fusilli con cimette e lanciardi, maccheroncini di Campofilone con le sarde… La guida potrà essere richiesta gratuitamente presso il Comune di Senigallia.

 

La fama del pesce azzurro ha origine antiche, il garum è la più famosa salsa di pesce azzurro che risale ai tempi dell’antica Roma, preparata a base di sgombri, sardine e acciughe. In passato il pesce azzurro era considerato un pesce povero e di qualità inferiore, “plebeo” perché era l’alimento principale dei pescatori e delle loro famiglie ed era possibile trovarlo solo nelle osterie più popolari. Oggi medici e nutrizionisti lo portano alla ribalta e ci invitano a riscoprire il ruolo che questo tipo di pesce può avere per una sana ed equilibrata alimentazione. L’ideale, sostengono i medici, sarebbe consumare pesce azzurro almeno tre volte alla settimana. E di certo, oltre che al nostro palato ne guadagnerebbe anche la nostra salute!

E anche coloro che da sempre apprezzano il sapore ed il profumo di mare che il pesce azzurro conserva, forse ancora non sanno quanto ricca e variegata sia questa famiglia di specie eterogenee. Una gran folla di pesci e pesciolini di tutte le dimensioni, ognuno diverso per sapore, caratteristiche e modalità di preparazione. Quando si parla di pesce azzurro non si intende un gruppo scientificamente definito. “Azzurri” sono tutti quei pesci accomunati dal riflesso più o meno bluastro della pelle dorsale ed argenteo di quella ventrale.

Ma saranno tanti altri pesci ancora ad essere scoperti attraverso i laboratori di “Azzurro come il mare”, gustosi e leggeri benché non propriamente appartenenti alla famiglia del pesce azzurro: morgani, mazzole, canocchie, seppie, polpi, vongole, lumachine, per conoscere ed assaporare tutti i gusti della marineria marchigiana, dai più tradizionali a quelli insoliti.

Senigallia, spiaggia di velluto della riviera adriatica, città a forte vocazione turistica, è centro di millenaria storia marinara, ed è stata la prima colonia romana sull’Adriatico. All’epoca dei Della Rovere, per la sua posizione favorita, il suo porto divenne il centro dei commerci marittimi dell’intero Ducato di Urbino. Il suo mare potrebbe raccontare secoli di storia, e così il porto e la sua marineria che fino a pochi decenni fa ospitava innumerevoli barche da pesca. Particolarmente suggestive e dense di significato le loro vele, perché racchiudevano una storia tutta particolare, fatta di lavoro e dedizione, per ogni vela la storia di una famiglia di pescatori.

Il rito della pesca, suggestivo ed emozionante, scandito dal ritmo delle stagioni, si rinnova ancora oggi: le barche con le reti, il porto-canale animato dal richiamo dei pescatori, il pesce appena pescato dall’inconfondibile riflesso argenteo.  

Il fortunato connubio dei sapori di mare con i prodotti genuini delle campagne locali ha portato Senigallia ad affermarsi come uno dei più importanti distretti della ristorazione italiana. Con “Azzurro come il mare” Senigallia diventa testimonial di una campagna promozionale su scala nazionale per valorizzare le specie ittiche massive della regione Marche.

Info:

La partecipazione ai Laboratori del Gusto è gratuita ma è soggetta a prenotazione. Per prenotare la partecipazione o richiedere maggiori informazioni e ricevere la guida e il materiale su “Azzurro come il mare”: Tel 071.6629258 . www.senigalliaturismo.it.

 

 

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini

338.4169263

071.7922244

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl