S O N A R - LA CASA DELLA MUSICA - Programma in dettaglio 4 - 12 marzo + anticipazioni - CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

02/mar/2005 16.02.28 Anomalia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Da: FAB FOETUS

Con preghiera di pubblicazione
Vi prego per quanto possibile di dare il massimo risalto


SONAR la casa della musica


Presenta:

S O N A R

Località Molinuzzo 3 – Gracciano – Colle Val D’elsa (SI)

APERTO VENERDì E SABATO : CONCERTI DAL VIVO E DISCOTECA


Fino alle ore 23.30  - Ingresso Gratuito
Fino alle ore 01.00  - 5 euro con consumazione
Dalle ore 01.00 - 7 euro con consumazione
Altre Riduzioni Valide: Associazione Mosaico







Venerdì 4 Marzo [ SONAR Indipendent Rock ]
[
ROSALIA DE SOUZA + Dj set Giulio Morick rock ]
Protagonista della nuova bossa, la giovane donna di Rio de Janeiro è l'ultima, felice scoperta di Nicola Conte, dj e produttore tra i più autorevoli della scena lounge. Rosalia de Souza ha confezionato un album che è sintesi di tradizione e di modernità, di suoni anni Sessanta riproposti con una intatta attenzione per il gusto e l'eleganza della melodia. Tra i brani di Caetano Veloso e di Vinicius De Moraes, brillano quelli scritti De Souza a quattro mani con Nicola Conte, maestro di eleganza e di stile. Disco morbido e avvolgente, che resta vicino al cuore.
Nata a Rio De Janeiro, ma italiana d'adozione, Rosalia De Souza vive a Roma dalla fine degli anni ’80. Eredita la passione per la musica dal padre, coltivando nel tempo le sue conoscenze musicali con numerosi musicisti jazz.
Ha lavorato con artisti (brasiliani) come Alvaro Dos Santos e Ney Coutinho, nel 1994 incontra Nicola Conte (dj&producer) e cominciano a collaborare con il Quintetto X, ed è proprio l’artista italiano che produce il primo album di Rosalia De Souza "Garota Moderna" (2003), esplorando la musica brasiliana dalla bossanova alla samba fino al drum´n´bass.

Rosalia de Souza è sicuramente una tra le migliori interpreti contemporanee di musica brasileira, artista raffinata che ha trovato la chiave giusta per mescolare elettronica e bossanova, senza togliere calore ed emozione al sound carioca...



Sabato 5 marzo [ PUMP UP THE VOLUME – LE MIGLIORI INDIE BAND ]

[ BROTHER JAMES + EN ROCO + ULTRVIOLET MAKE ME SICK + KECH + Dj set rock SpikeS dj ]


BROTHER JAMES

I Brother James nascono come quartetto nella primavera del 1995 a Parma. La formazione originaria comprende Matteo Berghenti (chitarra, voce), Davide Dacci (batteria), Carlo Malagnino (chitarra) e Giacomo Pelagatti (basso, voce). Fin dal primo demo (1996) la band ottiene ottimi riscontri, venendo accostata per sonorità ad alcuni dei più noti gruppi rock indipendenti nordamericani.

Dopo la partecipazione, nel 1997, alla seminale compilation "Metal Machine Muzak" (Gamma Pop Records), all'inizio del '98 si verifica l'ultimo cambio di line-up: i membri originari Giacomo e Matteo rimangono da soli e decidono quindi di continuare come trio, arruolando il vecchio amico Rodolfo Villani come nuovo batterista e pervenendo alla formazione attuale.

Il disco d'esordio dei Brother James, "Lack", esce il 1° marzo 2000 per l'indie label tedesca fiction.friction. Il CD, promosso e distribuito in Italia da Gamma Pop Records, viene accolto favorevolmente dalla stampa specializzata che colloca i Brother James tra le migliori nuove leve del panorama indie italiano.

Dopo una pausa forzata di circa un anno e mezzo, nel 2003 i Brother James tornano in studio per produrre il loro secondo lavoro. Andrea Rovacchi si occupa della registrazione analogica e del missaggio. Il risultato è un disco di 30 minuti di durata che raccoglie 5 brani originali più due cover-tributo a Lou Reed e Bob Dylan. Il nuovo CD dei Brother James, "Days", esce il 27 novembre 2004 per Black Candy Records (distribuzione Audioglobe).

ULTRAVIOLET MAKE ME SICK
Dopo Giardini Di Mirò e Deep End, un altro gruppo degno di sfidare gli altri nel loro stesso campo. Esperienze di suoni cinematografici, altamente onirici e ricchi di pathos, che hanno fatto ammattire i tipi della Camera Obscura, etichetta australiana, e li hanno convinti a pubblicare il loro debutto. Padroni della e-rivista post? Gli UVMMS suonano quello che i Mogwai hanno smesso di fare. Bene. Più americani dei GDM e più inglesi dei DE, stanno in mezzo e regalano, anche nell'ottica psichedelica cara all'etichetta che li ha fatti uscire. Bravi, bravi, bravi. Non aspettate veramente, se c'è un disco del 2001/2002 italiano da avere oltre ai soliti nomi è quello degli UVMMS, una volta provato non si stacca facilmente.

KECH

Kech non ha un significato preciso, è solo la fine di Marrakech. Nella musica dei Kech, comunque, di etnico non c'é praticamente niente e Monza (la loro città natale), non è sicuramente una meta esotica. Formati nell'estate del 2000, già all'inizio del 2001 entrano in studio al BIPS di Milano con Max Lotti per registrare 5 canzoni che finiranno poi nel loro primo demo. Dopo alcune recensioni positive, le radio hanno iniziato a interessarsi a loro dopo che il brano "Electro nic" è stato scelto come colonna sonora della pubblicità di Lastminute..com in Italia. Le esibiz<ioni dal vivo vedono il gruppo dividere il palco con Bugo, ONQ, Morose, Thefogintheshell. A cavallo tra il 2001 e il 2002 registrano otto nuovi brani con l'ausilio di Giuseppe Ielasi (Fringes Recordings), cinque dei quali vedranno la luce nell' EP di debutto "A lovely place", pubblicato nell'aprile del 2002 dalla Under My Bed. Il disco è piaciuto ai Caesar (band olandese che ha accompagnato Stephen Malkmus durante il suo primo tour europeo) il quale decide di portare la band in tour come gruppo spalla per una tournèe nei Paesi Bassi nel maggio 2002. Tra la fine del 2002 e il 2003 la band acquista alla voce Giovanna, si cimenta in una nuovo tour in compagnia di El Guapo (USA), I A Kloot (UK), Devics (USA), Pecksniff e Yakudoshiche fino a spingersi in Slovenia, vincono il premio "Diesel-U-Music Award" nella categoria alternative rock. Nel novembre del 2003 la Ouzel Records pubblica il primo lavoro completo "Are you safe?" fino all'attuale interessamento da parte della Black Candy Records per un nuovo lavoro per l'autunno 2004




Venerdì 11 Marzo [ SONAR Indipendent Rock ]

[ CAYO ROSSO From Firenze Live Alternative rock+ Dj set Electro D’n’B Zumbra dj ]

CAYOROSSO i vincitori dell' iTIM Tour 2003 presentano dal vivo il loro primo disco "Tempo Stabile" (AboutrockSugar), in un energetico show che spazia tra rock ed elettronica.   
Cayo Rosso è un progetto di contaminazione italo-cubana, finalizzato a mescolare suoni, culture e tradizioni tra di loro lontane: le più radicate tendenze europee come il rock, la techno, l'house, il dub e il drum'n'bass si sposano con la tradizione latino americana di Cuba.
“Tempo Stabile”, il primo album, sarà pubblicato il 25 febbraio 2005; il primo singolo estratto, “Kontakto” è in rotazione radiofonica dall’ 11 febbraio.


Sabato12 marzo [ SONAR Indipendent Rock + Dj set rock & Patchanka - Fab Foetus dj ]
[ LA ZURDA ]
L’ airplay del disco dei La Zurda sulle frequenze nazionali di Radio Popolare Network con graditi consensi da parte degli ascoltatori, oltre alla diretta di Patchanka dalle 15.00 alle 15.30 di MARTEDI 1 MARZO !!! In uscita svariate recensione sui siti web alle riviste specializzate fra febbraio e marzo e contemporaneamente l'inserzione pubblicitaria su RUMORE di marzo! In via di definizione in questi giorni che precedono il tour, la distribuzione con una etichetta indipendente italiana su licenza Universal/ Surco



[ PROSSIMAMENTE ]


Venerdì 18 Marzo [ SONAR Indipendent Rock ]
[
DEROZER From Vicenza Live Punk Rock+ Dj set rock ]
Se per un qualsiasi motivo, si rendesse necessario datare con precisione, la nascita dei DEROZER credetemi ragazzi l'operazione si rivelerebbe impossibile. Per capire cio' e' necessario fare un salto nel tempo di circa 15 anni e tornare quindi ai tempi della prima repubblica, dei WRETCHED, del VIRUS e del Granducato HXC. Correva infatti il 1986 quando il gruppo Hard Core Vicentino di denominato I-DENY da alla luce un favoloso quanto raro singolo dall'omonimo titolo. La band e' composta da quattro loschi individui, i cui nomi sono Freddy alla voce, che ritroveremo piu' tardi come chitarra dei gloriosi Think Twice, nonche di nuovo come voce solista in altri ottimo progetti come ad esempio gli Snowfall; alla chitarra un altro personaggio tornato da poco a ricalcare le scene con i suoi Vampirestri ovvero Marcello ed infine al basso Giulio ora Tour Manager dei DEROZER, e alla batteria Spasio. Dopo il gia' citato singolo la band resta unita soltanto per qualche mese, e qui' inizia una girandola di cambi di formazione talmente lunga e veloce che gli stessi protagonisti di allora stentano a ricordarsi i nomi di tutti i membri che parteciparono a quello che per il momento chiameremo ancora come progetto I-DENY. La band patisce soprattutto l'uscita dal gruppo di Freddy che essendo anche coautore dell'allora mitica fanzina All Out Attack era l'unico a sbattersi per procurare i contatti necessari a suonare dal vivo. Verso la fine del decennio e precisamente nel 1989 in un fottuto bar di periferia Spasio incontra uno dei primi Punk rockers vicentini tale Mendez (cosi' soprannominato a causa di un baffetto alla chicana portato sopra le labbra). La formazione a questo punto non si chiama piu' I-DENY ma nemmeno DEROZER, siamo in una di quelle fasi embrionali che tutti coloro che hanno una band hanno passato, ovvero chi siamo e cosa facciamo. Nel 1990 entra nella band colui che sara' il primo chitarrista ufficiale dei DEROZER tale Domenico che vi fara' parte fino al 1993. A questo punto il progetto inizia a prendere corpo, i ragazzi suonano Punk Rock, suonano cover dei Ramones dei Germs e pezzi propri. Agli inizi degli anni 90 entra nel progetto un personaggio che si rivelera' molto importante ovvero Davide, che sara' in futuro soprannominato "Il Rozzo". Nel 1991 ci sono quindi Spasio alla batteria ed alla voce, Mendez al basso, Domenico alla chitarra e Davide alla voce. Nascono ufficialmente i "DEROZER". Ricominciano i concerti e la produzione di pezzi propri inizia ed essere proficua tanto da spingere la band all'ovvia conclusione, registrare il tutto su un demotape. I DEROZER provano duramente 3 , 4 volte alla settimana, ma purtroppo le difficolta' portate da questo grosso impegno fanno si che si creino della tensione all'interno della band. Nel frattempo esce il demotape omonimo con la mitica copertina raffigurante un martello pneumatico, il disegno e' fatto a mano e scelto durante una sbronza collettiva a dir poco colossale, per molti non sembra un martello ma bensi' una siringa. Esce il demo e la tensione all'interno della band esplode Davide e Domenico escono dalla band.
Nel 1993 Seby suona la chitarra con un gruppo Hard Core di Vicenza gli "STRANGE CORNER" gruppo eccellente tuttora super attivo. Tuttavia Seby segue da qualche anno i DEROZER essendone un fan e quando Spasio e Mendez gli chiedono di entrare nella band il gioco e' fatto. Ci troviamo quindi nel Settembre del 1993 quando nasce ufficialmente quello che tuttora e' uno dei migliori combi Punk Rock d'Europa. Seby prende per mano la band e inizia a spedire il demo a destra e a manca, i risultati sono grandiosi ed i DEROZER iniziano a suonare fuori dalla provinca dalla regione fino a varcare i confini nazionali. Il pubblico dei DEROZER cresce numeroso, tanto che quando partecipano al Vinile Rock Contest arrivano ultimi per la critica ma primi per il pubblico, tanto da avere diritto a partecipare all'omonima compilation. I Derozer ora compongono velocemente e nel 1994 sono pronti ad entrare di nuovo in studio. Esce cosi' "144" uno dei primi singoli della nuova era Punk Rock nazionale. Le 1000 copie autoprodotte si esauriscono quasi immediatamente ma la versione in vinile non verra' mai piu' ristampata. Tra una sbronza e l'altra tra un concerto ed una partita di calcio i DEROZER continuano a produrre, tanto che nel 95 sono pronti ad entrare di nuovo in studio per registrare il loro primo album intero "BAR". La lavorazione dell'album comporta sacrifici notevoli e i nostri eroi si trovano spesso a combattere contro un nemico comune e cioe' l'alcool. Purtroppo Spasio perde la partita e dedica piu' tempo al suo "hobby" che alla band, tanto da ricevere l'aut-aut da Mendez e Seby. Si accomoda cosi' alla batteria un tale di nome Gino Rakas nato a Chicago, terra natale del mitico Ben Weasel, leader storico dei mitici Screeching Weasel. Nel Gennaio del 96 esce cosi' finalmente "Bar" e le mille copie stampate si esauriscono immediatamente, incredibile ma vero non verra' ristampato prima del 1998. Sull'onda del nuovo album i DEROZER suonano ovunque in Itaslia e all'estero in Germania, Croazia, Svizzera e Slovenia. Moltissime etichette chiedono pezzi ai DEROZER per compilation nazionali ed estere e la DEROZER ARMY cresce di concerto in concerto. Il 97 e' un anno di transizione, i moltissimi concerti limitano il tempo per la produzione di nuovi brani e cosi' in quell'anno escono solo pezzi gia' editi su compilation. Solo tre sono i pezzi nuovi registrati in quell'anno e saranno destinati ad un 7" prodotto dalla "Rational Inquirer" di Miami. I contatti con Spasio sono nel frattempo rimasti buoni e tornato in granforma, si riaccomoda alle spalle di Mendez e Seby. La cosa viene presa in comune accordo con Gino diventato nel frattempo papa'. Spasio si reintegra nella band in un nanosecondo, tanto che i nostri nel Marzo del 98 sono gia' in studio per registrare il secondo album dal titolo "Alla Nostra Etc".
Alla nostra eta' e' recensito come disco del mese su numerosi magazine nazionali e anche all'estero le recensioni sono buone. Naturale conseguenza raffica di concerti e discrete vendite. IL pubblico ai concerti e' sempre piu' numeroso ed affezzionato. Il tuor a supporto dell'album e molto lungo, l band si esibisce in tutti i principali club e centri sociali della penisola. Inizia inoltre la collaborazione con l'etichetta Tedesca Mad Butcher che partecipera' alla produzione dell'album in versione vinile, e sara' fedele compagno dei DEROZER fino ad oggi. Grazie a quest'ultima collaborazione, aumentano le presenze della band in Europa che arrivano ad esibirsi fino in Norvegia. Nel 1999 viene ristampato il primo singolo 1.4.4. con l'aggiunta di qualche inedito. Stampato in versione minicd con copertina in cartone si esaurisce ovviamente in pochissimo tempo. Nell'Agosto del 2000 i Rozzi si ritrovano nuovamente in studio, questa volta a Paderborn in Germania dove vedra' la luce il terzo album dal titolo "Mondo perfetto". La produzione e' sempre affidata a Kob & Mad Butcher e le prime tremila copie stampate si esauriscono in un paio di giorni. L'album esce ufficialmente il 15 Novembre del 2000 ed il tour di supporto inizia il 05 Gennaio 2001 con un concerto al mitico "Ya Basta" di Vicenza. Il tour promozionale dura circa tre mesi in cui i DEROZER sono affiancati dai Melt.


marzo/aprile/maggio


ELETTRO MUSIC: SPECIAL GUEST t.b.c.

A JOY DIVISION TRIBUTE t.b.a.

SELEZIONI EMERGENTI SONAR CONTEST 2005 t.ba.

JAMES TAYLOR QUARTET  t.ba.

BANDA BASSOTTI t.ba.

THE SELECTER t.ba.

TRHEE SECOND KISS t.b.c.

THE FABULOUS MACELLERIA ETTORE STORY ROCK t.b.c.

INCONTRARTE 05 ESPRESSIONI IN MOVIMENTO t.ba.




.:COME RAGGIUNGERE IL SONAR:.

DA NORD >>> Autostrada A1 (Milano/Roma) uscita Firenze Certosa; Raccordo Autostradale Firenze/Siena - uscita Colle di Val d'Elsa Sud direzione Grosseto S.S. 541; dopo 4 km, oltrepassato il centro di Colle di Val d'Elsa e subito dopo essere entrati nella frazione 'Gracciano' troverete sulla destra l'indicazione per il SONAR.



DA SUD >>> Autostrada A1 (Roma/Milano) uscita Val di Chiana direzione Siena; oltrepassare Siena seguendo la direzione per Firenze Raccordo Autostradale a 4 corsie; uscire a Colle di Val d'Elsa Sud direzione Grosseto S.S. 541 (Strada dei Cappuccini); dopo 3 km, subito dopo essere entrati nella frazione 'Gracciano', troverete sulla sinistra l'indicazione per il SONAR.

_______________________________________________________________

http://www.sonarlive.it/

_______________________________________________________________
Questo messaggio ti viene inviato in osservanza della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali. Se non sei interessato a riceverlo (o la consideri un'invasione per la tua privacy), ti basterà inviare una e-mail avente come oggetto la dicitura cancella. Non riceverai più alcun messaggio. Ricordati di usare lo stesso nome e la stessa e-mail con cui risulti iscritto.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl