Domenica 13 marzo al Teatro La Fenice di Senigallia "La Torre di Babele" il concerto di Giovanna Marini

la musica la storia dei nostri giorni.

02/mar/2005 18.29.57 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

 

Domenica 13 marzo al Teatro La Fenice di  Senigallia “La Torre di Babele” il concerto di Giovanna Marini

 

 

Domenica 13 marzo al Teatro La Fenice di Senigallia con inizio alle ore 21 “La Torre di Babele” il concerto di Giovanna Marini. Cantata per quartetto vocale con Patrizia Bovi voce, Francesca Breschi voce, Patrizia Nasini voce, Giovanna Marini voce e chitarra.

Osannata in Francia, e nel resto d’Europa, amata anche dalle nuove generazioni che l’hanno scoperta con l’album realizzato insieme a Francesco De Gregori, Giovanna Marini è compositrice e interprete, studiosa della musica, del canto popolare e delle tradizioni orali raccolte con un grande e minuzioso lavoro di ricerca. In questo suo nuovo spettacolo, prodotto dal Teatro Vidy di Losanna, racconta attraverso la musica la storia dei nostri giorni.

Il concerto di Giovanna Marini è inserito all’interno de “il lungo viaggio di Marco Cavallo Arte Cultura Spettacolo Gastronomia per capire il disagio mentale, evento nazionale, che verrà presentato ufficialmente alla stampa nei prossimi giorni, che si svolgerà a Senigallia in vari luoghi della città dal 13 al 20 marzo, promosso dal Comune di Senigallia Assessorato ai Servizi alla Persona con la partecipazione di Regione Marche Assessorato ai Servizi Sociali, Provincia di Ancona Assessorato ai Servizi Sociali, Dipartimento di Salute Mentale Zona Territoriale n.4, in collaborazione con Studio Zelig e Associazione PrimaVera  di Senigallia, con il patrocinio  della Direzione Generale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche e Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio delle Marche.

Il canto sociale e la storia orale cantata Giovanna Marini li scoprì all’inizio degli anni Sessanta quando incontrò un gruppo di intellettuali fra cui Pier Paolo Pasolini, Italo Calvino, Roberto Leydi, Gianni Bosio e Diego Carpitella. Nel 1964  “Bella Ciao”, spettacolo di canto politico e sociale, dato a Spoleto con grande scandalo per un pubblico molto chic e poco abituato, le dà la possibilità di cantare e raccogliere canti popolari in giro per l’Italia, nelle situazioni sempre incandescenti degli anni Sessanta. Nel 1976 crea il Quartetto Vocale per il quale compone da allora le “Cantate” e con il quale si esibisce in concerti e tournées in Italia e all’estero.

La torre di Babele scritta da Giovanna Marini per le voci di Patrizia Bovi, Francesca Breschi, Patrizia Nasini, e la propria voce, continua a raccontare l’attualità, il quotidiano ma questa volta ricorrendo all’uso delle metafore. La Torre di Babele è una testimonianza: si canta la paura di un uomo che corre nella sua città per vedere gli altri, la gente comune, e assiste a violenza, aggressioni, fughe, ingiustizie. Decide allora di non ritornare più a casa, di restare in mezzo alla gente per poter osservare e raccontare.

Ecco allora la storia dell’Eroe, il racconto di un uomo che non si riconosce nell’arazzo tessuto proprio su di lui. Ecco al centro dello spettacolo i racconti delle sue gesta e la sua vita piena di avventure, interpretata dalle quattro “cantore” come in una sacra rappresentazione che dà voce e forma a tante storie, tanti canti devozionali in forma madrigalesca, tanti ricordi, tanti racconti che illustrano la vita breve del nostro nuovo secolo, appena cominciato e già pieno di contraddizioni e inquietudini Le quattro “cantore” operano in scena in una forma divenuta oramai rituale, con acrobazie vocali che fanno spettacolo, e il pubblico segue divertito il passaggio continuo di ruoli secondo un’antica consuetudine teatral-musicale. È musica e scena allo stesso tempo, è gara e gioco, affetti e ricordi, è spettacolo. Cento minuti di musica, parole, ironia e storia.
Biglietto unico 10 euro - info: INTEATRO tel. 071.9090007 info@inteatro.it

 

“il Lungo Viaggio di Marco Cavallo”

Ufficio Stampa: Alessandro Piccinini - 338.4169263 - 071.7922244
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl