Saint Vincent: Miss Valle d'Aosta lascerà il segno

19/ago/2010 08.49.52 Consorzio Cusio Turismo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L'edizione 2010 di Miss Val d'Aosta lascerà certamente il segno. Anzitutto perché tra le partecipanti non vi era nemmeno una valdostana. "Non capitava da anni - dice l'agente regionale di Piemonte e Valle d'Aosta Vito Buonfine - la Val d'Aosta è una regione piccola, ma le belle ragazze non sono mai mancate. Forse è più una questione di cultura, visto che altrove capita addirittura che siano le mamme a iscrivere le figlie. Certamente è una situazione momentanea". Fatto sta che l'ambito titolo di Miss Valle d'Aosta è andato a una 25enne torinese, Antonella Chiarello, pronta a partire per Salsomaggiore dove accederà direttamente alle finali nazionali del concorso.
Ma la selezione svoltasi nella valle lascerà il segno anche per il calore e l'affetto del pubblico che, per la prima volta nella storia del concorso, ha gremito la prestigiosa e capiente cornice del Palais Saint Vincent, dove ad assistere alla selezione c’erano autorità e semplici cittadini e, tra il pubblico, anche personaggi dello spettacolo e talent scout di bellezza come Lele Mora.
Sotto il palco del palais, una giuria attenta e certosina ha dovuto assegnare anche la fascia di Miss Aosta, andata alla 25enne di fossano (Cn) Giulia Ambrogio. Fascia assegnata in passato nel capoluogo, che quest'anno ha dato forfait a seguito degli impegni legati agli avvicendamenti politico-amministrativi degli ultimi mesi. 
Altro elemento che lascerà il segno per il consenso riscosso dal pubblico è stata la straordinaria performance di body art della pittrice ucraina Natali Grunska, che ha riportato sul palco due splendide ragazze del passato, Miss Piemonte 2008 Amanda De Mar, vincitrice tra l’altro dei titoli nazionali di Modella per l’Arte e di Miss Salute, e Miss Torino 2009 Francesca Taurino, già protagoniste di alcune performance itineranti legate al concorso di bellezza. Natali Grunska, enfant prodige vincitrice di un importante premio artistico alla tenera età di 8 anni, vive e lavora ad Origgio (Va), alle porte di Milano, ma con le sue esibizioni ha partecipato niente meno che alle ultime due edizioni della Cantina di Miss Italia, lo spazio-vip del concorso allestito da Patrizia Mirigliani a Salsomaggiore Terme.
Soddisfatti gli organizzatori, che da anni hanno rapporti di amicizia con la Val d'Aosta e la città di Saint Vincent. "Siamo alle battute finali – commenta Vito Buonfine, agente regionale di Miss Italia per il Piemonte e la Val d'Aosta – le selezioni sono state numerose e impegnative e hanno toccato tutto il Piemonte e la Valle d’Aosta, ma l'evento di Saint Vincent è stato indimenticabile. Ringrazio in proposito l'associazione InSaintVincent, che ha curato nel dettaglio ogni aspetto organizzativo, garantendo l'ottima riuscita della serata".
L'appuntamento per le 250 prefinaliste del concorso è il prossimo 23 agosto a Salsomaggiore Terme, ma solo 60 ragazze andranno in finale e tra loro ci saranno anche Miss Piemonte e Miss Valle d’Aosta. Le finali verranno trasmesse in diretta su Rai Uno a partire dall’11 settembre. 
Al momento ci si prepara però per l'ultima tappa piemontese e le ragazze saranno ancora tutte in gara per l'ambito titolo di Miss Piemonte 2010. L'appuntamento è venerdì 20 agosto dalle 21:30 a Orta San Giulio (No). La partita è ancora tutta da giocare.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl