A Barbara Prende il via Déjà-vu Barbara rock on the road festival. Special guest della prima serata della kermesse Simone Borghi

A Barbara Prende il via Déjà-vu Barbara rock on the road festival.

01/giu/2005 14.29.47 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

A Barbara Prende il via Déjà-vu Barbara rock on the road festival. Special guest della prima serata della kermesse Simone Borghi

 

 

Giovedì sera a partire dalle 18 a Barbara in Piazza Cavour, prenderà il via “Déjà-vu Barbara rock on the road festival” promosso dalla Pro Loco e dall’Insomnia Club e con il patrocinio del Comune di Barbara Assessorato alla Cultura.

Concerti live che riproporranno la più bella musica americana dagli anni ’60 ad oggi in un excursus del genere on the road. Dalla musica west coast di Crsosby, Stills, Nash & Young al sound metropolitano di Bruce Springsteen. Nei tre giorni dell’evento sei concerti più una special guest oltre ad artisti di strada, buskers, stands a tema sulla cultura on the road degli anni ’60 , ’70, e stand per mangiare hot dog, hamburger, birra, patate fritte… allestito dalla Pro Loco di Barbara.

I concerti ad ingresso gratuito inizieranno dalle 21,30, mentre la manifestazione ogni giorno aprirà i battenti dalle 18 con la musica unplugged di buskers, musicisti di strada, tre o quattro per ogni serata, che proporranno un repertorio legato alla cultura musicale on the road, l’intrattenimento di giocolieri ed artisti itineranti e la musica suonata da djs.

Ad aprire il festival il Jersey Sound della “Spare Part Band”, la band marchigiano-emiliana formata da sei elementi. Il gruppo si è formato nel 1999, quando, provenienti da esperienze musicali differenti (classica, blues, funk ecc.), questi sei musicisti hanno deciso di collaborare con l'intento di creare un suono sullo stile del cosiddetto “Jersey Sound”, insieme di Rock'n'Roll, R'n'B e Folk made in U.S.A. Le sonorità sono infatti ispirate soprattutto alla mitica E-Street Band, ormai da anni “motore ritmico-melodico” di Bruce Springsteen. Il sound corposo, potente e raffinato costituisce l'elemento distintivo della band, sempre in grado di coinvolgere ed emozionare il pubblico.

Secondo concerto della serata sarà quello dei “Miami & the Groovers”, rock band con influenze musicali molto americane: Bruce Springsteen, Tom Petty, John Mellencamp, Creedence e molti altri. La band ha collaborato con artisti come Elliott Murphy, Joe D’Urso & Stone Caravan, Joe Gruscheky, Graziano Romani, Dirk Hamilton, Jason Reed. Una vera e propria amicizia personale con Lorenzo “Miami” Semprini, sfociata nella prestigiosa partecipazione al “Light Of Day Benefit” 2004 ad Asbury Park New Jersey (nel mitico Stone Pony) dove nella stessa sera hanno calcato il palco artisti come Bruce Springsteen, Willie Nile, Shane Fontayne, Steel Mill Retro, Jesse Malin, Boccigalupe & the Badboys e tanti altri. Nel marzo scorso, dopo oltre un anno di lavoro, hanno pubblicato l’album “Dirty Roads”, che ha visto la collaborazione di artisti importanti quali: Marino e Sandro Severini dei Gang, Joe D’Urso & Stone Caravan, Sandro Spazzoli e Wilmer Massa.
Special guest della prima serata della kermesse sarà Simone Borghi, il cantautore marchigiano divenuto popolare negli Stati Uniti dove ha realizzato il suo primo cd intitolato “For Many Years” con alcuni tra i musicisti più importanti al mondo, che proporrà un tributo a Crosby, Stills, Nash & Young.

La seconda serata, quella del 3 giugno, vedrà il concerto dei “The Rolling Thunder Band” la band tributo al padre del folk rock americano Bob Dylan che ripercorrerà per l’occasione i brani più importanti della produzione di Dylan da “Master of War” fino ai classicissimi come “Like a Rolling Stones”. A seguire il concerto di “Tony & the Southern Rockers”. Dal vivo sono assolutamente imperdibili con il loro southern look e l’originale coreografia con l’immancabile bandiera confederata.

Il titolo del festival “Déjà-vu” è mutuato dal titolo del primo storico lavoro in studio di Crosby, Stills, Nash & Young. Un poker formatosi durante il festival di Woodstock la cui esibizione suscitò reazioni entusiaste da parte di pubblico e critica. Proprio per questo i quattro decisero di dare un seguito su disco alla felice iniziativa. “Déjà Vu” appunto, considerato il miglior album del migliore gruppo in circolazione di quel genere musicale. Il più rappresentativo sicuramente della sua epoca. Epoca a cui è dedicato appunto il “Déjà-vu Barbara rock on the road festival”.

Ingresso gratuito. Info: 339.1828889 - 334.3263693 - www.insomniaclub.it - dejavu@insomniaclub.it

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl