Programma settimanale - ZERO - CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

06/giu/2005 00.55.38 Anomalia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
All’attenzione di: Redazione spettacoli
Da: FAB FOETUS

Con preghiera di pubblicazione
Vi prego per quanto possibile di dare il massimo risalto


ZerO
musica dal vivo, cinema, dj, pizzeria, ottime birre, mercatino dell'artigianato, 6 tipi di assenzio .......and more!!!
V.le Dell'Olmatello 2 (angolo v.le Guidoni) - Firenze
info 055 2469353 e-mail:info@tea4one.com

L'estate, parte da Zero!
il nuovo spazio dell’estate fiorentina, a Novoli


Lunedì: cinema, a seguire rockoteca Hbs dj
Martedì: acustica i migliori live set unplugged, a seguire Daiana dj
Mercoledì: cinema, a seguire Hanzel & Emotional Violence dj
Giovedì: i grandi concerti di Zero, a seguire Pippo "scommettiamo che mangio il centro della pizza" dj
Venerdì: concerti, cinema e spettacoli a seguire Koan dj
Sabato: appuntamenti live, a seguire Selene dj
Domenica: rassegna cinema e musica, a seguire Candyman dj

Programma 6-12 giugno

lunedi 6 cinema “delirioVisione: i grandi registi per il piccolo schermo” David Lynch: I SEGRETI DI TWIN PEAKS prima stagione, episodi pilota e 1 € a seguire rockoteca HBS dj.

"Chi ha ucciso Laura Palmer?"


Ormai chi vede tv da più di dieci anni, non può dimenticare questo autentico "tormentone". Ebbene è con questo "pilot" che veniamo introdotti ai misteri, agli enigmi, ai molteplici personaggi del poliedrico, a tratti grottesco, e affascinante mondo della profonda provincia nordamericana, in una cittadina che si chiama "Twin Peaks".

Da vero fenomeno mediatico, la serie di telefilm su cui vorrei più genericamente dedicare questa recensione, dava l'impressione di essere arrivata suoi nostri teleschermi per soddisfare i cultori di una ben più semplificata soap-opera.Nossignori,qui siamo in tutt'altro territorio, tra "X-Files" e, appunto, una pseudo-telenovela.Credo che molti ne siano rimasti delusi,all'epoca, ma il bello di "Twin Peaks" è stato proprio quello proporre qualcosa di veramente innovativo, torbido, rischioso, distaccato dai consueti canoni alla "Beautiful". Il tutto superbamente guidato dal gusto del mistero, del nascosto, dello smarrimento, dello humor nero e dei doppi sensi che da sempre contraddistingue il suo geniale creatore David Lynch, ideatore e co-produttore della serie assieme all'amico Mark Frost.

Una serie di cui io, come sicuramente molti altri, non mi sono perso una puntata e che ora sta andando di nuovo in onda, ovviamente in seconda serata, anche se ai tempi del lancio in Italia, canale5 se ne fece caparra per le prime-time.Mi sembra che fossero un pò più permissivi allora visto che la scena che più mi atterrì e accompagnerà ancora le mie notti in bianco, appartiene appena alla fine del secondo episodio: ad un certo punto vediamo la madre di Laura, appisolata sul divano, che si sveglia di soprassalto dopo aver "visto" una mano inguantata spuntare dall'oscurita' di un bosco e dissotterrare la collana della figlia, mentre urla della donna rieccheggiano nella notte... da brivido... come molti altri momenti della serie, in cui sicuramente gli ultimi episodi non fanno eccezione, essendo gli stessi diretti da un David Lynch in gran forma che, dopo un periodo di fiacca conclude la seconda stagione in un modo sconvolgente e originale: dimostrare che il Male non smetterà mai di appartenerci e sopraffarci.

Alla fine vince, lì a "Twin Peaks", un posto le cui umane vicende di gente comune assomiglia alla vita più di quanto lo spettatore possa immaginare. David Lynch in effetti non vuole rappresenta la vita di queste persone comuni caricandola di stereotipi e situazioni ma piuttosto descrivendola come ordinaria, reale seppur qualcuno di loro sembra che manchi qualche rotella.E credo che un simile quadro faccia da perfetto veicolo verso le allucinazioni e i dilemmi proposti dalla sua immaginazione, come fossero spiegazioni del tutto anticonvenzionali di verita' che dobbiamo cercare. E lo spettatore accompagna Cooper ci nella "Red room", la sala d'attesa, il luogo intermediario tra la "loggia nera" e la "loggia bianca", dalle tende rosse e pavimentata a zig zag blu e bianchi, l'aldilà che si può raggiungere solo arrivati nelle tenebre della foresta, in mezzo a 12 alberi di sicomoro e con una formula che è tutto un programma.. Il cinema di David Lynch va preso soggettivamente: c'è chi ci vede qualcosa, chi un'altra, c'è chi si lascia attirare chi preferisce altro. Lynch è un'antihollywoodiano, uno con stile elegante e disinvolto, sa mettere in scena la quotidinità e trasformarla lentamente in un coacervo di cose oscure alla ragioni molteplicità dei significati e dei protagonisti, portandoli ai confini con la follia e la normalità.

Al contempo dimostrando che la caricatura di qualcuno può anche generare sentimenti, che c'è del doppio in ognuno di noi e in quello che facciamo, che nel sogno e nell'incubo si celano rivelazioni che si possono essere interpretate in modo differente, da persona a persona; Il nano, il gigante, l'uomo senza un braccio, il malefico Bob non sono macchiette partorite da una mente folle, ma creature emblematiche in bilico tra il bene e il male, che popolano il remoto eppure presente altrove di "Twin Peaks", fuori dal quale alcuni di loro possono manifestarsi in apparizioni tra l'assurdo e il puramente inquietante.E il più cattivo di loro rappresenta appunto ciò che non conosciamo di un vicino di casa, di un compagno di classe, di un collega ed il suo lato più negativo, sanguinario.Esso si impossessa delle menti e dei corpi col solo scopo di fare del male.Questo resta è uno di quei "discorsi a parte", sui quali molti forum e molti sinceri appassionati hanno divulgato tante e tante interpretazioni, e che forse l'eccentrico David(ricordiamolo regista di capolavori come "Eraserhead","The Elephant Man","Velluto Blu", "Cuore selvaggio","Mulholland Drive",il più normalizzato "Una Storia Vera",del prequel di "Twin Peaks" e del delirante "Strade Perdute",che quanto ad indecifrabilità e invenzioni visive merita una menzione) nemmeno ricorda.

Un autore che dunque, sfruttando il mezzo televisivo ha saputo mettersi in rilievo anche grazie a "Twin Peaks" all'epoca chiaccheratissimo e silenziosamente contestato per via di quel apparente non-sense e per l'introduzione di personaggi "sgradevoli" in un tipico contesto idilliaco, seppur dominato da conti che tornano e inquietanti presagi che hanno del soprannaturale.Il serial comincia sulla spiaggia antistante la segheria locale, dove, avvolto nella plastica è disteso il cadavere di Laura Palmer(Sheryl Lee), una liceale diciassettenne ammirata da tutti...il drammatico ritrovamento getta scompiglio tra gli abitanti della cittadina e tra le persone che pensavano di conoscere bene la ragazza...alle indagini per individuare l' omicida e quindi sciogliere la complicata matassa costruita intorno a questo caso, arriva Dale Cooper(Kyle Maclachlan) brillante, abitudinario e carismatico agente dell'FBI che grazie a doti sensitive e tecniche deduttive(ispirandosi dichiaratamente anche alla filosofia tibetana)scopre alcuni inaspettati particolari e verità che lo porterà sempre più nel profondo baratro dell'illogicità...

Così si conoscono i genitori di Laura, Sarah e Leland(Grace Zabriskie e Ray Wise),il simpatico Pete Martell(che dovrebbe essere quello di "Eraserhead") alle prese con l'odiosa moglie Catherine(Piper Laurie) e l'ingenua cognata di Hong Kong, Josie(Joan Chen), la maleassortita coppia Hurley(Wendy Robie e Everett McGill),l'amante di lui e proprietaria del "Double R diner", Norma(Peggy Lipton), la cameriera Shelly(Madchen Amick) sposata al violento camionista Leo(Eric DaRe) e almeno un'altra decina di personaggi come lo sceriffo Truman(Michael Ontkean) e i suoi disponibili collaboratori, James e Donna(J.Marshall e l'ancora non famosa Lara Flynn Boyle), il ragazzo non ufficiale e la miglior amica della defunta,la sensuale coetanea Audrey Horne(Sherilyn Fenn),l'eccentrico psichiatra Jacoby(Russ Tamblyn) e, sorpresa, la cugina di Laura, sua sosia... Dunque, mentre a "Twin Peaks" la vita scorre sempre più o meno ripetitiva, si intrecciano storie d'amore triangolari, sorgono compromessi, si procede a partire da un pretesto iniziale(il classico "whodunit")che coinvolge emotivamente lo spettatore attento e incuriosito, accompagnandolo lungo gli episodi come in un viaggio iniziatico in cui le carte vengono rimescolate di continuo, nel quale egli fa riferimento a una mappa mentale in cui niente e nessuno compaia o dica qualcosa è fine a se stesso, o dato per scontato.

Le varie vicende non sono semplici contorni, si può sospettare di tutti, all'inizio, ma di certo scoprire che tra ognuno di loro c'è un legame..Sta a voi partecipare a questo punto di non ritorno seminato di dubbi.. Indimenticata la azzeccatissima ed evocativa la colonna sonora di Angelo Badalamenti, con la splendida "Falling" che ormai fa parte dell'immaginario collettivo ed accompagna i titoli di testa di ogni episodio.



martedì 7 “Acustica” OMONERO ENSEMBLE in concerto € a seguire DAIANA dj.

» Formazione
Renzaccio (voce, chitarra acustica), MoscA (chitarra classica e cori), Fefo (percussioni), Mr. Ferry (tastiere),

» Influenze
Bandabardò, Capossela, Manonegra ,Mau Mau.

» Repertorio
Tutti i brani sono di nostra totale crazione dai testi alla musica agli arrangiamenti.
 
Prendi una damigiana, mettici dentro un pò di folk, lo spirito del reggae e l'idea dello ska, allunga il tutto con del buon rosso e gustalo steso su un prato, al sole, in un gioco di libertà e fuga. Questo è il Chianti Folk, questo siamo noi.

mercoledì 8 cinema “legami!: altre ossessioni” Just Jaeckin: HISTOIRE D’O € a seguire HANZEL & EMOTIONAL VIOLENCE dj.

La bellissima "O" ama a tal punto René da accettare, per provargli il suo amore, di concedersi su sua richiesta ad altri uomini, subendo da loro ogni possibile licenza erotica. Frustata, sodomizzata, trattata come una schiava, "O" trova la sua felicità proprio in questo totale annichilimento. Non sarà René, tuttavia, a disporre per sempre di lei come padrone assoluto, ma l'ultimo degli uomini ai quali l'ha prestata.

giovedì 9 Compagnia Kaspar Hauser - Rocky Horror show - musical € a seguire PIPPO “scommettiamo che mangio il centro della pizza” dj.

Brad e Janet, due ignari fidanzatini trovano rifugio in un castello durante un temporale. Li attende Frank'n'Furter, un alieno diabolico e geniale, che assieme a due inquietanti servitori, condurrà loro e gli altri fantastici personaggi della storia in un crescendo di avventure fanta-erotiche, fino al pirotecnico, catastrofico finale.
E' il ROCKY HORROR SHOW, il cult-musical firmato Richard O'Brien più amato e rappresentato del secolo; il più irriverente, divertente, travolgente e sensuale della storia del rock. Pieno di spunti tratti dai classici letterari e cinematografici, dell'horror, della fantascienza e dell'erotismo, è stato un enorme successo anche sul grande schermo, diretto da Jim Sharman nel 1975 e con un cast che comprendeva Tim Curry, Susan Sarandon e Meat Loaf.
Ed è con lo scopo di metterlo in scena che si é formata nel 1997 una compagnia di cantanti e musicisti dell'area fiorentina accomunati dalla medesima passione per il musical, tutti appartenenti a gruppi musicali o a compagini vocali già note ed operanti nella zona. La nostra messa in scena ripropone lo spettacolo integralmente dal punto di vista musicale, cercando di riprodurre anche la particolare atmosfera scenica attraverso i costumi originali, le coreografie, le luci, una recitazione ed una interpretazione tali da far seguire al pubblico la vicenda narrata e da rendere ancora più attraente e coinvolgente lo spettacolo, il tutto supportato da un narratore che rende comprensibile la vicenda anche a chi non conosce lo spettacolo, coinvolgendolo e rendendolo partecipe del "Convegno Annuale Transylvano".
Un musical che fino ad oggi, e sono ormai più di 25 anni, non ha mai perso il suo fascino trasgressivo, con un'anima rock che lo pervade dalla prima all'ultima nota e con più di 20 persone sul palco a cantare e ballare insieme al pubblico il Time Warp.

DON'T DREAM IT, BE IT!


venerdì 10 Rockoteca KOAN dj.

sabato 11 Posthuman - Marilyn Manson tribute band € a seguire SELENE dj.

I Posthuman sono:

Richard Christ: Marilyn Manson (vox)
Zorba: Pogo (keyboard / percussion)
Nuke: Tim Skold (bass)
Sonny: John 5 (guitar)
Betty Rab: Ginger Fish (drum / loop)
    

La passione per la musica e la grande ammirazione per Marilyn Manson sono la forza ispiratrice di questa cover band che nasce nel gennaio 2003 dall'incontro di Richard Christ e Sonny Lanegan...voce e chitarra però non sarebbero bastate alla realizzazione di questo progetto che, già dal principio, voleva essere il più fedele possibile all'originale. Così, con un paio di telefonate, ecco arrivare ZORBA, NUKE e BETTY RAB pronti a suonare rispettivamente  percussioni/tastiera, basso e batteria.
Inizia così l'avventura dei Posthuman che, grazie alle capacità tecnico artistiche e all'impegno dei singoli, in breve tempo riesce ad essere l'unica tribute band che riproduce le sonorità dei brani e lo show del reverendo...non per niente sono stati chiamati a salire sul palco della prima "MANSON CONVENTION" europea tenutasi allo Szene di Vienna il 13 Marzo scorso.

Posthuman Official Site: www.posthumanband.com

domenica 12 cinema “a luce rockSex Pistols: THE GREAT ROCK’N’ROLL SWINDLE € a seguire CANDYMAN dj.

Il film a mo' di biografia romanzata sulla vita dei Sex Pistols "The Great Rock 'n' Roll Swindle" verrà stampato per la prima volta su DVD e rilasciato il 17 maggio in America ed il 30 nel Regno Unito dalla Shout! Factory.

"The Great Rock 'n' Roll Swindle", che ha debuttato nei teatri britannici nel 1980, è stato scritto e diretto da Julien Temple quando ancora era uno studente di filmografia, lo stesso Julian Temple che anni più tardi avrebbe girato il film di discreto successo "The Filth & The Fury". Questa nuova edizione su DVD comprende in aggiunta anche un commento ad opera dello stesso Temple, nuove riprese d'archivio e qualche intramezzo animato, il tutto ovviamente a corredo della storia originale comprendente anche filmati originali di alcune delle infuocate esibizioni del gruppo in Inghilterra e negli Stati Uniti.

"The Great Rock 'n' Roll Swindle" nacque come un progretto intitolato "Who Killed Bambi?" scritto da Roger Ebert e diretto da Russ Meyer, prima di venire sospeso precocemente a causa di mancanza di fondi. Il manager dei Sex Pistols, Malcolm McLaren, e Temple si presero allora carico della produzione modificandone profondamente la trama, proprio poco dopo gli ultimi concerti dei Sex Pistols negli Stati Uniti avvenuti nel gennaio del 1978. A quel punto il cantante Johnny Rotten aveva quindi già lasciato il gruppo, e non ebbe nulla a che fare col film, che invece riprendeva i rimanenti membri della band intenti a suonare concerti senza ormai più cuore insieme al celebre bandito inglese fuggito dalla patria Ronnie Biggs..




Prossimamente

lunedi 13 cinema “delirioVisione: i grandi registi per il piccolo schermo” David Lynch: I SEGRETI DI TWIN PEAKS prima stagione, episodi 2, 3, 4 € a seguire rockoteca HBS dj - martedì 14 “Acustica” BLUES DRIVERS in concerto € a seguire DAIANA dj - mercoledì 15 cinema “legami!: altre ossessioni” Steven Shainberg: SECRETARY € a seguire HANZEL & EMOTIONAL VIOLENCE dj - giovedì 16 THE PASSENGER in concerto € a seguire PIPPO “scommettiamo che mangio il centro della pizza” dj - venerdì 17 Rockoteca KOAN dj - domenica 19 cinema “a luce rock” Stephen Frears: ALTA FEDELTA’ € a seguire CANDYMAN dj - lunedì 20 cinema “delirioVisione: i grandi registi per il piccolo schermo” David Lynch: I SEGRETI DI TWIN PEAKS prima stagione, episodi 5, 6, 7 € a seguire rockoteca HBS dj - martedì 21 “Acustica” SANDRO E GIACOBBE in concerto € a seguire DAIANA dj - mercoledì 22 L’ANIMALE in concerto € a seguire HANZEL & EMOTIONAL VIOLENCE dj - giovedì 23 cinema “legami!: altre ossessioni” Pedro Almodovar: LEGAMI! € a seguire PIPPO “scommettiamo che mangio il centro della pizza” dj - venerdì 24 Rockoteca KOAN dj - domenica 26 cinema “a luce rock” THE COMMITMENTS € a seguire CANDYMAN dj - lunedi 27 cinema “delirioVisione: i grandi registi per il piccolo schermo” Steven Spielberg: DUEL € a seguire rockoteca HBS dj - martedì 28 “Acustica” gruppo da definire € a seguire DAIANA dj - mercoledì 29 cinema “legami!: altre ossessioni” Jennifer Lynch: BOXING HELENA € a seguire HANZEL & EMOTIONAL VIOLENCE dj - giovedì 30 BAMBOLE DI PEZZA in concerto € a seguire PIPPO “scommettiamo che mangio il centro della pizza” dj.


Sabato 18 giugno Marla Singer in concerto
Sabato 25 giugno Rumore Rosa in concerto

Zero V.le Dell'Olmatello 2 (angolo v.le Guidoni) info 055 2469353
musica dal vivo, cinema, dj, pizzeria, ottime birre, mercatino dell'artigianato.......and more!!!
Aperto tutte le sere dalle ore 19
e-mail:info@tea4one.com




Questo messaggio ti viene inviato in osservanza della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali. Se non sei interessato a riceverlo (o la consideri un'invasione per la tua privacy), ti basterà inviare una e-mail avente come oggetto la dicitura cancella. Non riceverai più alcun messaggio. Ricordati di usare lo stesso nome e la stessa e-mail con cui risulti iscritto
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl