L’apertura del Circuito Museale di Senigallia

30/giu/2005 14.20.36 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

L’apertura del Circuito Museale di Senigallia

 

Dal primo luglio apertura estiva per il Circuito Museale di Senigallia. In città si dispiega un affascinante percorso tra i musei del circuito (Ingresso Gratuito) ed iniziative culturali.

L’Area archeologica e Museo “La Fenice” ed il Palazzo del Duca effettueranno questi orari di apertura 17-20 e 21-24. Particolarmente interessante la possibilità per cittadini e turisti di visitare l’Area archeologica e Museo “La Fenice” i cui reperti antichi riaffiorarono nel 1990 durante la costruzione del nuovo teatro. Una domus con ampi resti di pavimentazione a mosaico e un quadrivio di strade che recano intatti i segni delle ruote dei carri, piccole fontane e alcune tombe, tanto che il progetto originario del teatro subì modifiche sostanziali. Il museo, che oggi affianca le strutture presenti, racconta la storia antica della città di Senigallia e del territorio, scende nella realtà di uno scavo urbano e si adatta ad uno spazio non costruito, ma ottenuto in negativo, con una sottrazione di terra nel tessuto vivo della città. Alle strutture presenti si affiancano i numerosi reperti posti nelle vetrine e un ricco apparato esplicativo con ricostruzioni del paesaggio urbano ed extraurbano.

Il Museo di Storia della Mezzadria resterà aperto dalle 8,30 alle 12,00 e rimarrà chiuso il lunedì. Il museo è ospitato all’interno di parte del Convento di Santa Maria delle Grazie. Vi sono conservati oggetti, arnesi, strumenti tipici dell’organizzazione produttiva mezzadrile che, nelle Marche, perpetua sostanzialemnte i propri modi di produzione per quasi sette secoli, incentrati sui prodotti essenziali: il grano, l’uva e in minor misura, l’olio.

Gli orari del Museo d’Arte moderna e dell’Informazione, uno dei principali centri italiani di documentazione dell’arte contemporanea, saranno invece 8,30-12,30 e 15,45-18,30, rimarrà chiuso il lunedì, il sabato pomeriggio e festivi.

Orario continuato per la Rocca Roveresca che sarà aperta dalle 8,30 alle 19,30. Simbolo della città roveresca, la Rocca di Senigallia, voluta da Giovanni Della Rovere Signore della città dal 1474 al 1501, venne realizzata dai migliori architetti del tempo.

Il Museo Pio IX effettuerà questi orari 9,00-12,00 e 17,00-19,00, chiuso i festivi. Il museo ha sede nel Palazzo Mastai Ferretti appartenuto alla famiglia fin dal 1557 e dove ha avuto i natali Giovanni Maria Ferretti, divenuto Papa nel 1846, con il nome di Pio IX. La Pinacoteca diocesana di Arte Sacra il mercoledì e la domenica sarà aperta dalle 21,00 alle 24,00, il sabato dalle 16,30 alle 19,30. La Pinacoteca Diocesana d’Arte Sacra è ospitata nel piano nobile del Palazzo Vescovile, adiacente il Duomo, sulla più vasta e importante piazza dell’ampliazione settecentesca.

Una fitta serie di iniziative culturali sono previste inoltre a Palazzo del Duca (sorto a metà del secolo XVI) già a partire dal 6 luglio fino al 10 con le mostre: “Rassegna d’Arte orafa” e “La Donna nella moda tra le due guerre”. Ispirata ai temi della “Penultima moda” di Alfredo Panzini la mostra presenta una rassegna di manifesti, riviste, oggetti di vita quotidiana che ricostruiscono la sensibilità e il modo di vivere della donna attraverso la cultura di un’epoca. Mostra a cura dell’Associazione “Sena Nova”.

 

 

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl