UPIGLIO RACCONTA L’INCISIONE DEL ‘900: LUCIANO LATTA?ÿ?Windows-1252?Q?NZI ED ALTRI MAESTRI

LUCIANO LATTANZI ED ALTRI MAESTRI" DALL'8 LUGLIO AL 27 AGOSTO LA MOSTRA AL MUSEO COMUNALE D'ARTE MODERNA,

07/lug/2005 13.07.51 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

UPIGLIO RACCONTA L’INCISIONE DEL ‘900: LUCIANO LATTANZI ED ALTRI MAESTRI” DALL’8 LUGLIO AL 27 AGOSTO LA MOSTRA AL MUSEO COMUNALE D’ARTE MODERNA, DELL’INFORMAZIONE E DELLA FOTOGRAFIA

 

Upiglio racconta l’incisione del ‘900: Luciano Lattanzi ed altri maestri”, dall’8 luglio al 27 agosto la mostra al Museo Comunale d’Arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia. Straordinariamente l’ingresso a questa come alle altre mostre che avranno luogo questa estate nell’ambito del circuito museale cittadino è gratuito.

Continua così la ricognizione dell’arte grafica del ‘900, attraverso le edizioni della prestigiosa stamperia milanese di Giorgio Upiglio, che ha rappresentato per lungo tempo un punto di riferimento operativo per i più grandi artisti del secolo scorso. Dopo la presentazione delle grandi incisioni di Mimmo Paladino avvenuta presso il Museo diretto da Carlo Emanuele Bugatti nell’autunno scorso, è ora la volta di una serie di documenti grafici di Luciano Lattanzi, nato a Carrara nel 1925, esponente della cosiddetta Pittura Semantica, il cui primo manifesto apparve a Londra nel 1956, caratterizzata dall’utilizzo di una particolare trama immaginifica che compone un vero e proprio “alfabeto” di segni. Nella rassegna sono inoltre presentati libri d’artista con incisioni di altri grandi maestri quali Baj, Seuphor, Paladino, Bonalumi, O’Hara, Gallè, Sanesi, Isoleri, Della Torre.

Le Mostre estive allestite al Palazzo del Duca e nella sede del Museo in Via Pisacane, proseguono il progetto di documentare le realtà artistiche emergenti del secolo appena trascorso che è stato condotto dal Musinf con risultati generalmente riconosciuti anche a livello internazionale. In particolare il programma espositivo 2005 spazia dai più significativi rappresentanti della cultura locale (con Rossini, e gli scultori Mazzolani, Ceccarelli, Castelli, senigalliesi di origine) fino ad esperienze nazionali ed internazionali.

La mostra effettuerà i seguenti orari di apertura: 8,30-12,30  15,45-18,30 chiuso Lunedì, sabato pomeriggio e festivi. Orari cherientrano nell’ambito dell’apertura estiva della rete museale di Senigallia. Un circuito che a partire dall’Area archeologica e Museo “La Fenice”, al Palazzo del Duca, passando per il Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi”, Museo d’Arte moderna e dell’Informazione, la Rocca Roveresca, il Museo Pio IX, La Pinacoteca Diocesana d’Arte Sacra, si presenta con tutte le sue strutture aperte e straordinariamente ad ingresso gratuito. Un opportunità offerta dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia per cittadini e turisti di scoprire o ri-scoprire i musei e i “tesori” che questi conservano durante tutto l’anno, vivendo luoghi che la vitalità dell’estate riveste di nuove suggestioni.

Il Museo Comunale d’Arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia documenta il rapporto fra parola e immagine come binomio informativo, con una particolare attenzione all’utilizzo della fotografia, come espressione artistica e come supporto informativo. Conserva una raccolta di foto di Mario Giacomelli e dei fotografi della sucola Misa ed il bozzetto del sipario del Teatro “La Fenice “ di Enzo Cucchi.

 

 

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl