Programma settimanale - ZERO - CON PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE

11/lug/2005 00.56.29 Anomalia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
All’attenzione di: Redazione spettacoli
Da: FAB FOETUS

Con preghiera di pubblicazione
Vi prego per quanto possibile di dare il massimo risalto


ZerO
musica dal vivo, cinema, dj, pizzeria, ottime birre, mercatino dell'artigianato, 6 tipi di assenzio .......and more!!!
V.le Dell'Olmatello 2 (angolo v.le Guidoni) - Firenze
info 055 435458 - 055 2469353 e-mail:info@tea4one.com

L'estate, parte da Zero!
il nuovo spazio dell’estate fiorentina, a Novoli

Lunedì: cinema, a seguire rockoteca Hbs dj
Martedì: acustica i migliori live set unplugged, a seguire Daiana dj
Mercoledì: cinema, a seguire Hanzel & Emotional Violence dj
Giovedì: i grandi concerti di Zero, a seguire Pippo "scommettiamo che mangio il centro della pizza" dj
Venerdì: concerti, cinema e spettacoli a seguire Koan dj
Sabato: appuntamenti live, a seguire Selene dj
Domenica: rassegna cinema e musica, a seguire Candyman dj

Programma 11-17 LUGLIO

lunedi 11 cinema “Il Cinema Maledetto: David Lynch: ERASERHEAD € a seguire rockoteca HBS dj.
Raccontare la trama di Eraserhead è impresa ardua soprattutto perché il film non è, per sua natura, raccontabile. L'insieme surreale e caotico di gesti, suoni, corpi, immagini che costituiscono l'opera richiede di essere vissuto, e più volte verificato, dallo spettatore al fine di ricavarne una logica successione. Eraserhead verrà ultimato nella completa indigenza economica del regista che al film sacrificherà la propria vita privata nell'ossessione di terminarlo.
Un uomo, stralunato e praticamente minorato psichicamente, e la sua compagna hanno un figlio. La creatura è mostruosa ma l'uomo cerca di allevarla. L'allucinante trama è di fatto indescrivibile: quel che conta, in quest'opera prima di Lynch, sono le scene surreali e gli incubi, che si inseguono senza soluzione di continuità con una realtà possibile. Le figure di contorno (memorabile l'uomo dei polli meccanici) aggiungono, se possibile, ancor più angoscia. Lynch, che ha girato in forma semiamatoriale e in un bellissimo e molto contrastato bianco e nero, lascia intravedere le doti di grande regista che confermerà nelle opere successive..



martedì 12 DEADBURGER in concerto € a seguire rockoteca DIANA dj.
FORMAZIONE IN CONCERTO.
Alessandro Casini - chitarra, vocoder; Vittorio Nistri – loops, sintetizzatori, campionatore; Simone Tilli - voce, tromba; Lorenzo Moretto (ex-DeGlaen, oggi suona anche con Oshinoko Bunker Orchestra) – batteria; Carlo Sciannameo (che suona anche con la neo-riformata Macchina Ossuta) – basso e cori.

BIO-BURGER. Fin dall’inizio della loro attività, i fiorentini Deadburger si sono mossi sul territorio di confine tra rock ed elettronica, unendo gli strumenti fondamentali del rock (chitarra, basso e batteria) con synt, campionatori, loops, vocoder, scratch e manipolazioni digitali varie.  
Le composizioni del gruppo cercano di coniugare fisicità (impatto, comunicativa) e sperimentazione.
Il tutto con testi in italiano che, nella proposta di Deadburger, rivestono importanza pari alla musica.

I Deadburger sono attivi dal 1996, anno in cui partecipano (vincendo) ad Arezzo Wave.
L’album “Arezzo Wave 1996”, pubblicato dalla Bmg Ariola, vede l’esordio discografico della band con il brano “Italiano Cyborg” (una canzone, purtroppo profetica, sulla ‘corresponsione di amorosi sensi’ tra gli italiani e l’Unto dal Signore).

Dopo un anno di concerti in tutta Italia, il Panino di Morto pubblica, per l’etichetta milanese Fridge, il suo primo album. Intitolato semplicemente “Deadburger” (Fridge Records 1997), mixato da Paolo Favati (ex Pankow), contiene 10 brani + un remix a cura di Eraldo Bernocchi. Ma è anche un enhanced cd: oltre alla musica, contiene moltissimo materiale interattivo per Pc o Mac. Filmati live, videoclip realizzati appositamente da videoartisti come Paolo Bragaglia e Federico Bucalossi, e materiali vari collegati ai testi delle canzoni. Probabilmente è il primo cd-rom autoprodotto da un gruppo “indie” in Italia.
Un brano dell’album viene incluso, l’anno successivo, nella raccolta “In-fraction” prodotta dalla Casio, con tiratura 20mila copie (cose da giapponesi; per il mercato discografico italiano sarebbe impensabile!).

Nel 1999 esce il secondo album della band, “Cinque Pezzi facili”. Un prodotto in ambito major: il disco, infatti, esce per l’accoppiata Sony + Fridge. Contiene una cover electroclash di “Io sto bene” dei CCCP (idea che verrà “ripresa”, due anni più tardi, dagli Ustmamò per la colonna sonora di “Paz”), e altri 4 brani, prevalentemente strumentali, focalizzati sul lato più sperimentale del gruppo.
Il rapporto con la Sony si rivela presto un non-rapporto. Promozione zero (…un classico…); mai fornito alcun resoconto o tabulato sulle vendite, ecc.  Peraltro i Deadburger, presagendo la cosa, avevano negoziato con Sony un contratto col quale cedevano i diritti solo di “Cinque Pezzi facili”, conservando piena libertà per le uscite successive.
Possono così riprendere subito a pubblicare nuovo materiale in campo indipendente.
A fine 1999 la band pubblica il brano “Io non so” (su testo del poeta Giuliano Mesa) nel cd “Rocksound Speciale Italia Vol 1”.
Nel 2000 la band partecipa all’atto finale del progetto Luther Blissett: l’album “Luther Blisset The Open Pop Star” (pubblicato dall’etichetta olandese Wot 4). Il brano di Deadburger, “Antigrammatica”, vede la partecipazione speciale) dell’art-serial killer Piero Cannata, la cui voce è stata registrata nell’Ospedale Psichiatrico giudiziario di Montelupo.

Nel 2001 Deadburger decide di prendersi una pausa “di crescita”.. L’attività live viene temporaneamente sospesa, e comincia un periodo di ricerca e sperimentazione nello studio di registrazione del gruppo. Nel frattempo, i membri della band portano avanti alcuni loro progetti individuali (che abbracciano interessi diversi:  psichedelia, musiche per teatro, noise), come pure l’attività concertistica all’interno di altri ensemble; riversando poi tutte queste esperienze nel nuovo corso dei Deadburger.
Che comincia nel 2003, quando il gruppo pubblica, per l’etichetta anglo-olandese Wot 4, il suo 3° album (intitolato “S..t.0.r.1.e”), e riprende a suonare dal vivo con repertorio e formazione rinnovati.
L’album contiene 13 brani, ciascuno dei quali concepito come un vero racconto (non a caso, al disco è allegato un booklet a colori di 28 pagine che integra e continua le storie delle canzoni). Tra i molti ospiti ricordiamo: Roy Paci (qui nella sua veste più sperimentale, non in quella “piaciosa” degli Aretuska), Quintorigo, Paolo Benvegnù, Odette di Maio (ex Soon), Stefano Rapicavoli, Leandro Braccini (ex Diaframma), ecc. Con questo album – che a tutti gli effetti è un nuovo inizio per i Deadburger - la musica della band si apre a nuovi colori: jazz urbano, cyberpsichedelia, canzone d’autore, e altri ancora.
L’accoglienza sulla stampa è ottima, e riviste come Rumore, Rockerilla e Rocksound assegnano al lavoro i massimi voti.

Fin qui si è detto del passato. Ma la ricerca sonora dei Deadburger oggi continua, ancora più di prima.
Nel 2005, la band ha registrato il materiale destinato al suo 4° album. Uscirà a inizio 2006, e conterrà 22 brani (di cui 15 cantati e 7 strumentali), di lunghezza variabile da meno di un minuto a 6 minuti, registrati con la collaborazione di musicisti come Enrico Gabrielli (clarinettista di Mariposa, Marco Parente e Morgan), Vincenzo Vasi (vibrafono e theremin; attivo con Vinicio Capossela, Roy Paci e molti altri), Jacopo Andreini (polistrumentista pistoiese attivo con Ronin, Ovo e molte altre bands italiane e straniere), Nicola Vernuccio (“storico” contrabbassista fiorentino) ecc.
La musica, ancora una volta, sarà una sorpresa anche per chi già conosce i Deadburger.
Con il nuovo album, la band abbandonerà del tutto le sonorità “industrial” (alla Nine Inch Nail) e techno che erano state tra le componenti principali dei lavori precedenti. Ci sarà sempre un interscambio serrato tra rock ed elettronica, ma l’elettronica sarà usata in modo strano e “obliquo”.
Le canzoni esploreranno concezioni compositive e di arrangiamento diverse da tutto quanto i Deadburger hanno fatto in passato. Potranno essere migliori o peggiori – ma, in ogni caso, saranno diverse.
Anche dal punto di vista vocale, nel nuovo lavoro ci sarà molta sperimentazione. Simone ha dato molto a questo lavoro.

Del resto, la possibilità di creare liberamente, senza condizionamenti, è un piacere che i Deadburger si tengono ben stretti (considerando quanto siano rare le gratificazioni per chi ha scelto di musica di ricerca in Italia; cosa che non è mai stata “un grande affare” - e men che mai oggi, con l’industria discografica in crisi).
Quello dei Deadburger è un progetto che si reinventa continuamente, ad ogni disco. Quando cesserà di farlo, si scioglierà.

mercoledì 13 cinema “legami!: altre ossessioni” Ken Russel: WHORE € a seguire HANZEL & EMOTIONAL VIOLENCE dj.
La giovane prostituta Liz passeggia sul marciapiede, in cerca di clienti, in un quartiere di povera gente: è fuori dalla sua zona abituale perché è fuggita dal suo violento protettore, Blake, che incassa la metà dei suoi guadagni. Liz è terrorizzata, perché sa che egli la sta cercando e vuol punirla duramente, perciò appena avvista la sua auto rossa si nasconde, intanto tratta con potenziali clienti e ricorda un atroce episodio: Invitata da un giovane dall'aria perbene, era salita in un furgone, dentro il quale cinque uomini imbestialiti la violentarono e la picchiarono selvaggiamente, finché, stufi, la gettarono quasi morente sull'asfalto. Allora Liz, che non voleva ricorrere né all'ospedale, né alla polizia fu curata premurosamente da un passante, che non le chiese nulla in cambio. Poi la donna ripensa a Charlie, un anziano e gentile cliente fisso, il quale godeva nell'essere bastonato da lei: ora che egli è gravemente malato, mentre gironzola sul marciapiede, Liz conosce Rasta, un bizzarro uomo di colore e subito i due diventano amici. Ora lei può fare a Rasta le sue confidenze, come un tempo faceva con Katie, la sola amica che ha avuto, una donna colta e intelligente che la ospitava in casa sua e le aveva regalato un libro, il primo e l'unico nella vita di Liz. Ma Blake temeva questa amicizia, perché ha bruciato il libro e minacciato Katie di amazzarla. E Liz sa quanto egli è spietato: ha soccorso infatti una sua collega, accoltellata da lui, che pochi giorni dopo l'ha uccisa. Ora la donna ricorda il suo matrimonio, dapprima felice, con un giovane dal quale ha avuto un bambino, Chris; poi il marito ha preso a bere, a picchiarla e a tradirla, finché lei lo ha lasciato, e, affidato il bimbo a sua madre, si è trovata un modesto lavoro in un bar. Qui, una sera un cliente le ha dato molto denaro ed è così che Liz ha cominciato il mestiere. Adesso Blake la ritrova e la obbliga a riprendere il lavoro per lui. Intanto Liz pensa a Chris, affidato dal giudice, dopo la morte della nonna, ad una coppia senza figli.. La madre lo vede di rado e ne soffre molto. Poi Liz ha un rapporto in auto con un prete (sposato e con figlio), che muore d'infarto subito dopo. Blake deruba il cadavere di tutto, nonostante le proteste di lei, poi la picchia, le spezza deliberatamente alcune dita e cerca di strozzarla, ma Rasta gli balza addosso e lo sgozza. Ora Liz si allontana: è libera, e può di nuovo sperare.


giovedì 14 PLEBS in concerto € a seguire PIPPO dj.
Dei fiorentini Plebs si parla da un paio di anni: in cosi’ poco tempo hanno comunque conquistato ribalte, palchi, occasioni, credibilita’ da far invidia ai piu’ consumati matusa dello ska punk (per le celebrazioni del 25 Aprile 2004, hanno diviso il palco del Palasport di Scandicci con Caparezza). Interessante e’ notare come tutta la stampa specializzata abbia subito colto l’originalita’ di questa band (esaltata nell’esordio discografico con The 3rd Secret) e della caparbieta’ che ha portato Samuele Cangi e soci a non dormire sugli allori, ma a continuare a studiare per migliorarsi tecnicamente, cosi’ da offrire ai numerosi fans uno show sempre diverso ed esaltante. E l’album alla fine e’ uscito ed in Slovenia i Plebs hanno suonato proprio al Rock Otocec (occasione conquistata per aver vinto nel Maggio 2004 il festival Suoni nella Notte a Cerreto Guidi): insomma tutte le promesse sono state mantenute, ogni sensazione iniziale si e’ concretizzata e la band veleggia sui 200 concerti in cinque anni d’attivita’.

venerdì 15 luglio SIRRANDHA SKA band in concerto  € a seguire KOAN dj.
La band e' nata nella seconda meta' degli anni novanta da un gruppo di musicisti di Firenze. Inizialmente il genere suonato e' lo Ska-Punk. Nel corso degli anni la loro proposta musicale, grazie anche all'inserimento di nuovi elementi, si e' nel tempo raffinata, attraverso la ricerca di un groove melodico-strumentale piu' vicino allo Ska-revival dei primi anni 80, con influenze di vario genere quali il jazz e la musica latino-americana. Nei loro concerti i Sir Randha si presentano con un repertorio che comprende numerose cover dei piu' famosi gruppi Ska, tra Rocksteady giamaicano e Two Tone inglese, oltre, naturalmente, ai loro brani originali, tra i quali, appunto, quelli compresi nell'album Skankin' Twins 2, da poco uscito.
Il disco e' nato dalla collaborazione con l'etichetta Kob Records, e rappresenta un momento importante quale ulteriore occasione di lancio della band toscana su un mercato piu' vasto e verso un piu' largo pubblico.
I Sir Randha partecipano al disco con cinque brani originali e una cover, proponendo uno stile divertente, ironico, umoristico e colorito che rappresenta il tipico linguaggio artistico e il sound della band, lo stesso che propongono nei concerti e nelle esibizioni dal vivo, dove viene dato molto spazio alla sezione dei fiati che comprende tromba, sax tenore, trombone e clarinetto.
Nel 2004 un brano del gruppo (Centroamerica) e' stato inserito nella compilation Skannibal Party Vol.4, prodotta dalla mitica casa discografica tedesca Mad Butcher Records.
.......ska......ska......ska !!

sabato 16 RECUPERATE LE VOSTRE RADICI QUADRATE - tributo elettronico alle più feroci dive italiane degli anni 80 € a seguire SELENE dj.
“Recuperate Le Vostre Radici Quadrate” è il titolo del nuovo spettacolo musicale/multimediale che Coniglioviola sta allestendo e con il quale rende eccentrico omaggio alle “dive” della musica italiana del periodo che va dal 1979 al 1986. Anni di densa ricerca musicale dovuta all'arrivo delle prime strumentazioni elettroniche ma anche anni in cui la musica pare più che mai legata a intense sperimentazioni visual: dalla necessità di creare identità forti e riconoscibili attraverso l'immagine fino all'utilizzo esasperato, entusiastico e naïf dei nuovi effetti digitali in televisione
Coniglioviola cerca nostalgicamente di riattualizzare questo periodo magico attraverso uno spettacolo che coinvolge contemporanemente il teatro, la musica, il video e il web, grazie anche alla collaborazione con la compagnia torinese di Assemblea Teatro e con svariati musicisti (il cui cast è ancora aperto).
Le canzoni sono tutte interpretate da Donatello (Andrea raViola), reduce dall'esperienza musicale con il gruppo pop elettronico Modho di cui è stato voce e autore prima dello scioglimento del gruppo. Il progetto è ideato e diretto da Fabric'e Coniglio.
Oltre alla parte video, vj, grafica e web Coniglioviola cura tutte le scenografie e i costumi.
Lo spettacolo prevede: musica dal vivo, video-proiezioni, vj-sets, partecipazione di attori, danzatori, mimi.
Il progetto è attualmente in fase di elaborazione. Coniglioviola ha già presentato nell'ambito di alcuni festivals e altri eventi artistici alcuni brevi estratti-anteprima dal work in progress.
LUCA RADDI – Keyboards & Harmonica
Pur cresciuto a “Verdi e Chopin”, essendo figlio di un baritono e di una pianista, Luca Raddi non considerava la musica la sua passione principale, forse proprio per tale familiarità.  A 14  anni scopre il rock, proprio con Led Zeppelin II, e vive così quell’epoca così densa di avvenimenti musicali.
Suona in alcuni gruppi prima come batterista poi come tastierista.
Negli anni ’80 fonda i Black Step, con Paolo Minervini al basso, Leonardo Abbate alla Voce (ex Dirotta su Cuba nonché corista di Masini, Vallesi, autore per Raf, ecc.) Gabriele Paoleschi alla chitarra (anche lui ex Dirotta) e Massimo Gabellini alla batteria, ed è con questa band, che spaziava dalla fusion al funky, che ha mietuto maggior gloria.
Ha fatto parte anche di altre formazioni jazz e pop-rock, dedicandosi anche all’insegnamento.
Fa parte dei NORGE dal 2001, integrando il loro sound alle tastiere ed all’armonica a bocca.
James Henry Downes – Bass
Nasce il 14.12.50 a Heston, Middx. G.B. (ricordate la biografia di un certo Jimmy Page ?), da padre Frank James, tenente colonnello Royal Army MedicaI Corps, e Gigliola Corti, conosciuta durante il mandato di responsabile forniture mediche bacino mediterraneo, per l'armata britannica durante la seconda guerra mondiale. James frequenta la primary school a Hanworth Middx e nel 1961 si trasferisce in Italia con la famiglia dove ben presto assimila la lingua e si integra, vivendo di riflesso la cultura del rock britannico, come il resto della sua generazione. Autodidatta, apprende i primi rudimenti su strumenti di fortuna. Opta per la chitarra basso non tanto perché 4 corde sono più facili di sei, ma perché riconosce la prorompente potenzialità di uno strumento emergente, capace di tessere potenti armonie, senza comportare lo stress del frontman, nella scia di personalità come Bill Wyman e John Paul Jones. Nel 1971 circa, acquista il suo primo Fender Jazz Bass (66' model), firmando dieci cambiali da diecimila lire. Vive a Firenze l'era delle cantine e l'evoluzione dai primi complessi beat a gruppi progressive con chiaro riferimento alla musica di Clapton, ma riconosce da subito nei Led Zeppelin, la sintesi della massima espressione compositiva ed esecutiva, individuale e corale; il tutto corredato da una ineguagliata capacità di comunicare in chiave ormonale. Incontra e forma un solido sodalizio con Alessandro Raimondi, con cui condivide gioie e dolori per circa dieci anni, insieme ai fratelli Salaomi.  Nel 1981, afflitto non solo dalle ristrettezze economiche e da una vita familiare fallimentare, ma anche dalla frustrazione per l'incapacità di produrre il suono che aveva in mente, sceglie l'abbandono, confermando il karma negativo che da sempre perseguita una folta schiera di bassisti in tutto il mondo. Introverso, ma dotato di un carattere ottimista e tenace, si dedica al suo lavoro, ma anche ad assopite passioni, come la pesca subacquea, per cui riesce a mettere nuovamente in piedi la sua esistenza, grazie anche alla sua nuova compagna Patrizia. Dopo anni di rifiuto psicologico, ricomicia ad ascoltare musica, si diletta acquistando, vendendo e restaurando strumenti vintage. Da lì a strimpellare qualche nota, il passo è ormai breve. Il destino intanto tesse le sue trame e l'incontro occasionale con gli amici di un tempo, produce qualche piacevole session e la percezione reciproca che l'abbandono di un tempo fu dettato esclusivamente dalle avversità. Oggi James possiede 4 Fender Jazz Bass (‘66 fiesta red, ‘69 lake placid blue, ‘72 sunburst, ‘75 vintage natural ash), da cui ancora cerca di trarre quel suono che ha in mente.


domenica 17 Cinema: a luce rockAllan Arkush: ROCK’N’ROLL HIGH SCHOOL € a seguire CANDYMAN dj.
Il cambio del batterista ed il quarto album non sono gli unici eventi da ricordare per il 1978; a fine anno iniziano le riprese di Rock 'n' Roll High School, un film girato in economia per la cui partecipazione i Ramones ricevettero solo cinquemila dollari, non sufficienti neanche per pagare le spese quotidiane; così il gruppo fu costretto a tenere concerti nei giorni liberi dalle riprese. Il film fu diretto da Allan Arkush e prodotto da Roger Corman, vero e proprio cult-movie man. In The Ramones - An Illustrated Biography, Joey, Johnny, Dee Dee e Marky ricordano come il film non fu scritto appositamente per loro:

«Joey: 'Rimasi un po' stupito da Hollywood. Quando uscimmo per incontrare Arkush mi aspettavo che vivesse là fuori da qualche parte, nel lusso. Ma tutto ciò che aveva era un piccolo tugurio. E' un normale B-movie. Migliora quando entriamo in scena noi. Non era stato scritto per noi. In realtà noi eravamo solo la band nel film'.

Johnny: 'Il registra aveva bisogno di un gruppo per il film ed un ragazzino propose noi per la parte. Avevamo addirittura delle battute da imparare a memoria'.

Dee Dee: 'La mia era 'pizza'!'.

Joey: 'Avreste dovuto vedere gli attori che erano con noi. Avevano un tale livello di energia che avrebbero potuto accendersi mentre noi stavamo lì intorno, senza fare altro che essere noi stessi'.

Dee Dee: 'Era tutto molto californiano, l'intero set del film, e quando noi uscimmo sembravamo degli alieni, capite, vestiti di pelle e tutto il resto'..

Marky: 'Le bambole del terrore'.

Dee Dee: 'E non era come quando andavamo noi alle superiori. Potevi fumare, bere e fare qualunque cosa. Non c'era alcun preside intransigente, nè nulla di cui preoccuparsi'».

Fece molto clamore all'epoca la scelta dei Ramones come protagonisti musicali del film, dato che per quella parte si erano proposti molti nomi illustri del panorama rock.

La pellicola racconta una storia tutta americana, quella di una scuola superiore invasa da studenti rockettari per nulla interessati all'istruzione, che mettono l'edificio a ferro e fuoco, si ribellano alla preside bacchettona aiutati proprio dai Ramones, la cui musica incendiaria percorre tutto il film e nominano Joey, Dee Dee e soci studenti onorari. Come dice Silvia Boschero sulle pagine de 'L'Unità':

«Quasi un'autobiografia».

Inizialmente il film non ebbe un buon successo, ma poi le cose cambiarono:

«Johnny: 'All'inizio il film fu distribuito nelle zone sbagliate, cioè dove l'America distribuisce normalmente i suoi prodotti'.

Joey: 'Lumberjacks e robaccia simile. Non le zone dove eravamo forti'.

Johnny: 'Finalmente cominciarono a modificare la campagna, perché si resero conto che si trattava di qualcosa di più che un oggetto di culto. Il nostro compenso fu pagato fin da subito, ma poi la PBS, il Servizio Publico di Radiodiffusione Televisiva, ottenne un'anteprima non preannunciata del film e ne fu entusiasta. Lo etichettarono come il nuovo grande fenomeno di moda, come il 'Rocky Horror Picture Show', ed i nostri nomi improvvisamente iniziarono ad apparire sopra al titolo'».

Presentiamo di seguito la trama del film, tratta dal libro 'The Ramones - An Illustrated Biography'.

La Vince Lombardi High School, una scuola superiore della California del Sud, ha ottenuto il 'riconoscimento' quale peggior scuola per il livello accademico degli studenti e per i record sportivi. Corre voce che il gruppo studentesco, pazzo per la musica, abbia causato l'esaurimento nervoso di tre presidi. Così, una 'nuova scopa viene portata per fare pulizia', nelle sembianze della coriacea nuova preside donna Miss Togar (Mary Woronov), dedita furiosamente alle riforme, aiutata da due scaltri e sadici capo-classe (Loren Lester e Daniel Davies). L'unico amico che gli studenti hanno è il gentile insegnanate di musica, Mr Mc Gree (Paul Bartel) che nonostante sia un classicista, desidera entrare nel dinamico regno del rock 'n' roll e fa del suo meglio per protestare contro le politiche repressive di Miss Togar, incoraggiando gli studenti nelle loro attività musicali, indipendentemente da quanto oltraggiose esse possano essere.

L'eroina del film è Riff (P.J. Soles), una ragazza attraente e buffa, il cui unico interesse è rappresentato dalla musica rock, a cui Miss Togar attribuisce le colpe della degenerazione della scuola. Riff è una grande fan dei Ramones e la sua maggior ambizione è quella di diventare una cantante rock.

Il primo giorno del nuovo 'regime', Riff con l'aiuto della sua amica Kate (Dey Young), genio in materie tecnico-scientifiche, si collega al sistema di radio diffusione della scuola e trasmette l'ultimo singolo dei Ramones a tutto volume nei corridoi e nelle classi della Vince Lombardi. I ragazzi in tutta la scuola iniziano a ballare finché l'ordine non viene ristabilito da Miss Togar e Riff viene punita.

Ma Riff ha un obiettivo ben preciso: essere in prima fila per l'acquisto dei biglietti (per se stessa e per i suoi compagni di scuola) per l'imminente concerto dei Ramones. Riff 'marina' la scuola per picchettare il box-office, dove vive diversi episodi comici con altri fans desiderosi di passarle davanti, compresa una fanatica ragazza un po' freak, chiamata Angel Dust (Polvere d'Angelo), interpretata da Lynn Farrel. Kate, intanto, è costretta a raccontare scuse esagerate a Miss Togar per giustificare l'assenza di Riff da scuola.

Nel frattempo, un complotto comico-romantico è messo in atto dai nostri eroi Tom Roberts (Vince Van Patten) ed Eaglebauer (Clint Howard). Tom è un atleta di bell'aspetto che però non ha successo con le ragazze perché è troppo timido ed è un conformista senza speranze. Tom è invaghito di Riff e chiede aiuto ad Eaglebauer, un giovane molto intraprendente, che è di fatto il Sergente Bilko della scuola: qualsiasi cosa ti occorra, dalle soluzioni dei test, ai pass per i dormitori, dai documenti falsi, all'appuntamento della tua vita, non devi far altro che rivolgerti ad Eaglebauer che te la procurerà. Ovviamente, ad un prezzo prestabilito. L'ufficio di Eaglebauer è nei bagni della scuola, dove viene concluso l'affare con Tom, al quale viene assicurato un appuntamento con Riff entro tre giorni. Ma, appena Tom esce dall'ufficio, arriva Kate a complicar le cose, entrando nell'intimo santuario dei ragazzi, sopportando le loro risatine, solo per sottoporre il suo personale problema ad Eaglebauer: vorrebbe un appuntamento con Tom. Mai occasione fu più ghiotta per Eaglebauer che astutamente organizza subito la cosa: Tom si allenerà per il grande evento con Riff attraverso delle 'sedute di pratica' con Kate e lo stesso Eaglebauer supervisionerà la metamorfosi di Tom, scegliendogli nuovi vestiti, insegnandogli a bere, a ballare e ad amoreggiare, fornendogli 'facilitazioni' quali un furgone di lusso completo di seducenti comfort: un letto ad acqua, uno stereo e via di seguito.

Nel frattempo, Riff è diventata famosa grazie ai media per essere stata in prima linea per l'acquisto dei biglietti per il concerto dei Ramones. Ma Miss Togar è furiosa sia per la pubblicità dell'evento, sia per le assurde bugie a cui ha fatto ricorso Riff per giustificare la sua assenza dalla scuola. I biglietti di Riff e Kate vengono confiscati a titolo punitivo; ma Riff 'dimentica' di comunicare a Miss Togar degli altri cento e passa biglietti acquistati per i suoi compagni.

Seduta sola nella sua camera da letto, sconvolta dal succedersi degli eventi, Riff immagina che le appaiano all'improvviso i Ramones, cantandole una canzone d'amore ('I Want You Around').

Intanto, Tom trova finalmente abbastanza coraggio per chiedere un appuntamento a Riff la quale, dopo la confisca dei biglietti, non ha di meglio da fare e decide di accettare l'invito, organizzando un'uscita a coppie con Kate ed Eaglebauer. Ma mentre Riff e Kate sono in auto, sentono in una radio locale il DJ Screamin' Stevens (Don Steele) che offre due biglietti gratis alla prima persona che risponderà correttamente ad una domanda sui Ramones. Riff, eccitata, si butta letteralmente sul primo telefono pubblico che incontra, dà la risposta esatta e si aggiudica i due biglietti per il concerto dei Ramones. Utilizzando un'altra delle sue incredibili scuse, Riff telefona a Tom e cancella il doppio appuntamento, precipitandosi con Kate al concerto e realizzando la fantasia di una vita, riuscendo a raggiungere il palco con l'amica Kate.

Ma mentre Miss Togar sta ascoltando il concerto alla locale stazione radiofonica, sente i nomi di Riff e Kate quali vincitrici dei biglietti. Infuriata, spedisce in sidecar i suoi due capi-classe al concerto, per recuperare le due ragazze. Anche Tom ed Eaglebauer hanno sentito la radio ed arrivano al concerto contemporaneamente ai due capo-classe.

Il palazzo dove si tiene il concerto è pieno zeppo ed i Ramones stanno infiammando la gente con la loro musica. Mister Mc Gree viene visto schioccare le dita e ballare divertito di fianco ad un gigantesco topo.

Nel frattempo, Riff ha altri problemi da risolvere, dato che Angel Dust, un po' 'fatta', le ha rubato le canzoni; inizia un pazzo inseguimento in mezzo alla folla, mentre sugli schermi sparsi per la sala appaiono tutti gli studenti della Vince Lombardi High School, come prova per Miss Togar.

Tom ed Eaglebauer entrano in scena, recuperando le canzoni per Riff, grazie ad un placcaggio volante di Tom su Angel Dust. Riff corre a mostrare le sue canzoni ai Ramones, lasciando Kate a consolare Tom che è ancora piuttosto stordito per il suo gesto eroico. Realizzando che Riff è solo interessata ai Ramones ed alla sua musica, Tom capisce che Kate è l'unica che si prende cura di lui. Eaglebauer archivia il contratto di Tom e di Kate come 'Concluso'.

Dietro alle quinte, dopo il concerto, Riff viene finalmente presentata ai Ramones in persona che accettano di esaminate le sue canzoni. Per Riff, si tratta del più bel giorno della sua vita.

Il giorno seguente, alla Vince Lombardi, il regime di terrore raggiunge il culmine, quando Miss Togar convoca un'assemblea nel corso della quale i ragazzi dovranno assistere ad un falò con i loro dischi preferiti. Riff e Tom riescono ad intervenire in tempo per fermare la distruzione dei dischi e questo diventa il segnale per tutti i ragazzi, per prendere il controllo della scuola.

I Ramones si introducono nell'occupazione, alimentando la rivolta della Lombardi High School con la loro musica. La scuola viene ridenominata Rock 'n' Roll High School da Riff, visto che gli studenti corrono come pazzi, lanciano manciate di cibo alle atterrite signore del bar, trasformano gli spogliatoi in una zona senza regole ed aperta a tutti, si scatenano ballando nell'atrio e girando per i corridoi con gli skateboard.

Miss Togar, appoggiata dalla polizia, fa un ultimo sforzo per fermare la rivolta, minacciando ferocemente Riff e tacciandola di essere l'agitatrice. La risposta dei ragazzi è quella di evacuare la scuola e poi, usando le capacità tecnico-elettroniche di Kate e di Eaglebauer, la fanno esplodere. Fuori dalle rovine fumanti, la palpitante festa continua ed i ragazzi continuano a ballare, con la musica dei Ramones!

Nella colonna sonora di Rock 'n' Roll High School, oltre ai Ramones (che eseguono tra l'altro un medley registrato al Roxy di Los Angeles e comprendente Blitzkrieg Bop, Teenage Lobotomy, California Sun, Pinhead e She's The One), si segnalano Chuck Berry, Devo, Alice Cooper e Brian Eno. Da rilevare anche la bella versione della canzone che dà il titolo al film, suonata dai Ramones e cantata da P..J. Soles (Riff) e la versione punk-rock di Come On Let's Go interpretata dai Paley Brothers in joint con i Ramones.



LUGLIO:

Lunedì 18 cinema “il cinema Maledetto” John Waters: FEMALE TROUBLE
Martedì 19 NUMERO 1 – Lucio Battisti tribute band in concerto
Mercoledì 20 cinema “legami!: altre ossessioni” Paul Thomas Anderson: BOOGIE NIGHTS
Giovedi 21 TELL MAMA - JANIS JOPLIN tribute band in concerto
Venerdì 22 STENBERGSTEIN – RAMMSTEIN tribute band in concrto
Sabato 23
ALBERTO CAMERINI in concerto
Domenica 24 cinema “a luce rock” Charles Martin Smith: MORTE A 33 GIRI
Lunedì 25 cinema “il cinema Maledetto” Alejandro Jodorowsky: LA MONTAGNA SACRA
Martedì 26 ENPHANT PRODIGE in concerto
Mercoledì 27 legami!: altre ossessioni” David Lynch: VELLUTO BLU
Giovedì 28  a venti anni dal primo concerto dei CCCP a Firenze lo ZERO celebra lo storico evento: CCCP 20 YEARS night party!!! SOCIALISMO E BARBARIE in concerto proiezione di video ufficiali ed inediti.
Venerdì 29 EASY CURE – CURE tribute band in concerto
Sabato 30 KILL BILL PARTY –  ASTROPHONICS in concerto proiezione dei due atti del film di TARANTINO, sorprese, gradito l’abbigliamento in tema
Domenica 31 cinema “a luce rock” Oliver Stone: THE DOORS


Zero V.le Dell'Olmatello 2 (angolo v.le Guidoni) info
info 055 435458 - 055 2469353
musica dal vivo, cinema, dj, pizzeria, ottime birre, mercatino dell'artigianato.......and more!!!
Aperto tutte le sere dalle ore 19
e-mail:info@tea4one.com




Questo messaggio ti viene inviato in osservanza della legge 675/96 sulla tutela dei dati personali. Se non sei interessato a riceverlo (o la consideri un'invasione per la tua privacy), ti basterà inviare una e-mail avente come oggetto la dicitura cancella. Non riceverai più alcun messaggio. Ricordati di usare lo stesso nome e la stessa e-mail con cui risulti iscritto
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl