A Palazzo del Duca da giovedì 4 due mostre "vintage" in concomitanza del "Summer Jamboree

Molte insomma le curiosità che si potranno scoprire alla

03/ago/2005 20.29.38 Ufficio Stampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

A Palazzo del Duca da giovedì 4 due mostre “vintage” in concomitanza del “Summer Jamboree

Radio d’epoca e Riproduzioni Gioielli d’epoca

 

 

Una mostra di riproduzioni di gioielli d’epoca ed una dedicata alle Radio d’epoca in concomitanza del “Summer Jamboree” in corso a Senigallia. Due iniziative collaterali al festival che si svolgeranno a Palazzo del Duca a partire da giovedì 4 fino a domenica 7. Orari d’apertura 17 / 20 e 21 / 24.

Organizzata dall’Assessorato alle Attività Economiche del Comune di Senigallia con la collaborazione degli orafi di Senigallia la rassegna orafa anni ’40 e ’50 vedrà in mostra una serie gioielli riprodotti su disegni dei pezzi di allora. La gioielleria infatti ha sempre dettato moda in quell’epoca. Uno stesso gioiello veniva usato in più maniere come per esempio gli orecchini che avevano anche la funzionalità di ferma scialle o viceversa. C’erano spille a forma di animali, moda lanciata da Cartier… Tra i gioielli inoltre è stata realizzata una scultura da Sergio Nicolini intitolata “Scrigno” dedicata al “Summer Jamboree”. Molte insomma le curiosità che si potranno scoprire alla mostra a cui hanno partecipato 14 orafi di Senigallia e fuori città: di Senigallia Fulvio Bagna, Sergio Nicolini, Alessandro Petrolati, Marco Pettinari, Patrizia Salvatori, Franco Stacciali. Da fuori città Gianfranco Catalani, Jesi, Danilo Cau, Gubbio, Stefano Mozzi, Gubbio, Bruno Glauco Nanni, Urbino, Sauro Nacciariti, Ripe, Mara Pradarelli, S. Angelo in Vado, Umberto Semprucci, Pesaro, Claudia Tarini, Pesaro.

La mostra di radio d’epoca è un’iniziativa dell’Assessorato al Turismo del Comune di Senigallia realizzata in collaborazione con l’Associazione Sena Nova

…Philips, Radiomarelli, La Voce del Padrone, Magnadyne, Phonola, Telefunken sono solo alcuni tra i nomi più emblematici e significativi che sintetizzano una straordinaria epoca musicale: negli anni 50, dopo la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, il mondo ha voglia di divertirsi; i giovani ballano il rock’n’roll, la nuova musica nata negli Stati Uniti. Grammofoni e radio diffondono i ritmi scatenati di jazz e swing. Le radio e gli altri apparecchi messi in mostra consentono al visitatore di fare un viaggio trentennale scandito dall’evoluzione dei modelli sempre più eleganti e funzionali: dal semplice ricevitore alle radio popolari; dall’elegante mobile in noce, con le maniglie per il trasporto, al portatile da viaggio, per soddisfare chi amava “le scorribande tra le onde radiofoniche”; dalle radio di regime agli apparecchi che allietarono con le loro canzoni gli italiani impegnati a ricostruire la nazione.

 

Ufficio Stampa

Alessandro Piccinini

338.4169263

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl