Carpino Folk Festival chiude i battenti, grandi sono i numeri della Xª edizione

Comune di Carpino si arrivi alla famosa Fondazione del Carpino Folk Festival

09/ago/2005 18.05.06 Ufficio Stampa Antonio Piccëninnë Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Carpino, 09 agosto 2005 - Oltre 75 mila le presenze complessive, piu di 20 gruppi con almeno 120 artisti, oltre 80 i volontari impegnati. Sono i numeri della 10ma edizione del Carpino Folk Festival, che sono stati forniti dall'Associazione Culturale Carpino Folk Festival.
L'edizione di quest'anno ha fatto registrare il "tutto esaurito" in tutte le sette sere del festival.
Un turbinio di emozioni partite con la presentazione del libro su Andrea Sacco da parte di Enrico noviello, continuate con la notte di 'chi ruba donne', la notte in cui si gira per il paese a “fare innamorare le donne alla finestra", la notte dei sonetti fatti a serenate e poi sfociate nelle serate dei concerti, per raggiungere il culmine durante l'esibizione di Antonio Piccininno e Antonio Maccarone e dei giovani cantori di Carpino.
"Tutto ciò in realtà - ha detto il direttore artistico Luciano Castelluccia - eleva il rischio di non riuscire a ripetere, o  quanto meno a mantenere il successo della 10ma edizione anche per gli anni a venire!"
Per questo bisogna fare in fretta. Riallacciare i rapporti con le istituzioni, in particolare con la Regione Puglia e il presidente N.Ventola, affinchè insieme alla Provincia di Foggia, al Parco Nazionale del Gargano, alla Comunità Montana del Gargano e al Comune di Carpino si arrivi alla famosa Fondazione del Carpino Folk Festival oppure ad altra formula, che potrebbe essere un Consorzio pubblico\privato, affinche si dia stabilità a questa manifestazione che con gli anni è riuscita come poche altre ha stimolare la gente a riappropriarsi della propria identità e a riconoscere le proprie radici in una cultura ormai quasi scomparsa, ma certamente degna di essere rivalutata.
"Bisognerà ridiscutere di tutto! - ha detto la Presidente dell'Associazione Mattia Sacco- Ormai sono dieci anni che mostriamo di saperci fare, non è da tutti gestire cosi tanti eventi e artisti cosi come abbiamo fatto noi qui a Carpino per di più senza nessuna società di management e di produzioni culturali alle spalle".
"Ringranzio tutte le istituzioni e i privati che hanno creduto in noi, i migliaia di giovani che sono accorsi a Carpino per festeggiare con noi il decimo anniversario, tutti i ragazzi che volontariamente hanno contribuito con il proprio lavoro e privnadosi di una settimana di ferie alla riuscita della manifestazione e infine a tutti gli artisti che dietro il solo riconscimento del rimborso spese hanno deciso si fare con noi una rimpatriata. Grazie, grazie a tutti."
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl