Escursione al Monte Galero / 14 agosto

e si tratta del Monte Galero.

12/ago/2005 13.21.01 Accompagnatori Alpi Liguri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
NASINO (SV) - Prosegue il programma estivo di escursioni e minitrekking
proposto dagli "Accompagnatori Alpi Liguri": questa volta la meta
dell'escursione domenicale è situata ai confini tra Liguria e Piemonte,
e si tratta del Monte Galero.
Il Monte Galero, con la sua vetta a quota
1708 m, è, partendo dal Colle di Cadibona, la prima cima alpina che
supera i 1500 m. Dal punto di vista zoologico e faunistico è anche la
prima montagna su cui si possono incontrare specie tipicamente alpine,
come il gallo forcello, le coturnici, le marmotte e il camoscio. Sul
suo versante meridionale è visibile un bizzarro fenomeno geologico: i
"prioni", suggestivi ed elevati torrioni di pietra formati dalla roccia
locale, le brecce di Monte Galero, antichi depositi di frane
sottomarine poi emersi e corrosi. Il panorama spazia sulla costa ligure
e sulle cime più alte delle Alpi Marittime, che appaiono ancora lontane
ma definite.
Domenica 14 agosto gli "Accompagnatori Alpi Liguri"
propongono una escursione alla scoperta di questa montagna
affascinante. Ci sarà la possibilità di arrivare in vetta scegliendo
tra due percorsi di difficoltà simile, quello dal versante ligure e
quello dal lato piemontese.
La salita dal versante ligure inizierà
dal territorio del Comune di Nasino, in Val Pennavaira, nell'entroterra
di Albenga; il ritrovo è fissato per le ore 8.00. Dalla borgata di
Vignoletto si seguirà la vecchia mulattiera che valicava verso
Garessio. Dopo la cappella dedicata alla Madonna della Neve, si
incontreranno gli ultimi gruppi di case sparse, le cascine di case
Pesorinaro e poi, con una rapida ascesa a tornanti della valle del Rio
della Bianca, ci si porterà al valico delle Caranche. Da qui, riuniti i
due gruppi, salendo lungo il crinale, si raggiungerà la vetta,
coprendo gli ultimi 300 m di salita. Dopo il classico 'pisolino' del
dopo pranzo, i due gruppi si divideranno: quello piemontese
ripercorrerà i passi dell'andata verso Garessio, quello ligure,
compiendo un anello, scenderà dalla parte opposta per il Passo del
Prione. Dai "giganti di pietra" del valico si scenderà tra faggi e
radure fino all'alpeggio di Vernetti, con i suoi ampi prati. Per
tornare a Vignolo, si aggirerà la rocca Battaglina lungo la valle del
rio Rovinezzo, con una discesa sinuosa e panoramica fino a poco sopra
il paese.
Il percorso non presenta particolari difficoltà, ma la
lunghezza del tracciato e il notevole dislivello ne consigliano la
percorrenza a escursionisti sufficientemente allenati.
L'adesione è
gratuita; è necessaria la prenotazione telefonica nel corso di sabato
13 agosto al numero 338 3012245, anche per concordare luoghi e modalità
del ritrovo e degli spostamenti. Il pranzo è al sacco, sono
raccomandati abbigliamento e attrezzatura adeguati.

Informazioni:
Accompagnatori "Alpi Liguri", cell. 338 3012245
Internet: www.
stradedascoprire.it
E-mail: alpiliguri@virgilio.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl