“La mia storia con Samuel Beckett a Portobello” approda al Forte

08/mar/2011 10.57.47 TML Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Milano – Dopo il Chiostro della storica sede del Piccolo Teatro di Milano, l’esposizione in una galleria londinese e la partecipazione all’Affordable Art Fair, “La mia storia con Samuel Beckett a Portobello” di Margherita Lazzati approda a Forte dei Marmi dal 2 aprile al 5 giugno 2011, con una mostra fotografica allestita nello storico Fortino settecentesco, simbolo della celebre località versiliese.

 

Questa nuova esposizione, patrocinata dalla Regione Toscana, dalla Provincia di Lucca e dal Comune di Forte dei Marmi e promossa dal Circolo Culturale Il Magazzino del Forte, rappresenta un grande riconoscimento per Margherita Lazzati. Il Fortino, oltre ad essere sede dal 1997 del Museo della Satira e della Caricatura, ospita anche un vasto spazio espositivo dove si alternano mostre d’arte moderna e contemporanea.

 

Trenta fotografie a colori, stampate in grande formato e montate su alluminio, ripropongono l'incontro di Margherita Lazzati con Samuel Beckett, sorpreso a Londra in un murale di Alex Martinez a Portobello. La suggestiva cornice espositiva del Fortino settecentesco offrirà al pubblico un susseguirsi di immagini, che testimoniano una storia di 4 anni di scatti.

 

Una storia che, come descrive Margherita Lazzati, in questo arco di tempo si è trasformata in una sorta di esperienza di vita e di morte: “Catturata dall’intenso sguardo del murale di Alex Martinez, era inevitabile che, con il trascorrere del tempo,  io mi immedesimassi con il suo ‘Godot’: lui era là,  su quel muro, e io, ad ogni approdo londinese, mi sentivo come attesa. Era un incrocio di sguardi, senza parole. O meglio, le parole, in un certo senso, erano gli scatti della mia macchina fotografica. Ad ogni incontro trovavo quel volto sottilmente mutato, quasi corroso, come se, più che per l’inevitabile degrado atmosferico, fosse l’indifferenza frettolosa della vita di quartiere che lo stava disfacendo. Giungendo fino ad essere vittima dello sfregio di altri writers. Una delle ultime volte che l’ho incontrato, ricordo di avere notato una sorta di ecchimosi grafica su un occhio che preannunciava la scomparsa definitiva di quello sguardo”.

 

La mia storia con Samuel Beckett a Portobello, questo è anche il titolo del libro, in edizione bilingue pubblicato da ready-made, lo studio editoriale che ha accolto nei propri uffici di Milano la prima esposizione fotografica. Trenta immagini a colori con i contributi di Anna Ferrante (autrice anche delle didascalie delle foto in forma di poesie Haiku), Gabriele Miccichè, Alessandro Mininno, Maurizio Panti, Mario Perazzi e Simone Baudo, distribuito nelle librerie da PECORINI Srl – Editori e Librai.

 

Margherita Lazzati (Milano, 13/1/1953), fotografa autodidatta, scatta foto che le ispirano particolari nostalgie. La passione per la fotografia e i viaggi la conduce in luoghi dei quali riesce a catturare le sensazioni e l'atmosfera. Margherita vive e lavora a Milano.

 

 

Ufficio stampa:

TML Comunicazione

Giovanna Pasini

via Nirone, 10

20123 Milano

t. +390286454812

f. +390286454880

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl