Festival dei Saraceni 2011

15/lug/2011 17.15.03 La città invisibile Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Cinquanta meno sei
Il volto del Festival dei Saraceni a quasi mezzo secolo dalla prima edizione


Il Festival dei Saraceni di Pamparato raggiunge la sua 44ª edizione e
avvicinandosi anno dopo anno al mezzo secolo di attività non smette di
stupire per la qualità e l'originalità delle proposte. Da quest'anno il
Festival dei Saraceni diventa il risultato della stretta collaborazione
fra il Comune di Pamparato e La Città Invisibile, realtà dal 1999 legata
al mondo della musica, della lirica e del teatro.

Il festival debutterà sabato 30 luglio 2011 con un doppio appuntamento:
alle 18.00 per il ciclo La regola dell'arte, le parole del M.° Nappo
(Conservatorio dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma) apriranno la 44ª
edizione con una conferenza dal titolo Il temperamento: contraddizioni e
compromessi di un sistema, mentre alle 21.00, nell'Oratorio di
Sant'Antonio, il divertentissimo concerto Sigismondo D'India e il suo
tempo le dediche farnesiane, musica vocale e teatro italiano tra
Manierismo e Barocco, con al cembalo lo stesso M.° Nappo e la stupenda
voce del mezzosoprano Serenella Isidori. Il programma comprenderà musiche
di D'India, Da Gagliano, Mazzocchi e presenterà due fra le più
interessanti opere del primo seicento italiano, entrambe dedicate ad
eminenti personaggi della famiglia Farnese.
Martedì 2 agosto alle 21.00 la Compagnia Cantharide presenterà Le Piume
di Niobe, spettacolo di teatro e musica in una versione creata ad hoc per
il Festival dei Saraceni. Il fruttuoso incontro di recitazione, canto e
musica vede in scena un'attrice, una cantante e due musicisti (liuto,
violino e viella). Niobe, anziana cantante che non può più cantare, ha
improvvisamente paura di perdersi dopo aver perduto il suo bene più
prezioso. Attraverso la musica rivive i ricordi di un passato da grande
diva ma le difficoltà la fanno ripiombare nel presente. Niobe è sola ma
non manca di umorismo. La sua arte è l’unica ancora di salvezza e va
ritrovata. L' omaggio è per tutte le grandi cantanti finite troppo presto
nell’anonimato. Le musiche sono di Purcell, Charpentier, Monteverdi,
Mozart, Beckett, Baldini.
Sabato 6 agosto alle 21.00 il Duo Castellani-Di Giandomenico di Perugia,
reduce dal debutto oltreoceano con un ciclo di concerti a Chicago,
presenterà il suo nuovo lavoro per violino e chitarra. L'approfondita
ricerca volta alla riscoperta del patrimonio di danze popolari della
tradizione spagnola e sudamericana ha permesso al Duo di selezionare un
coinvolgente repertorio che ha ottenuto immediati riscontri di pubblico.
Il programma propone brani di tango, milonga, fandango, con trascrizioni
originali da Gardel, Granados, Piazzolla, De Falla, Brouwer e Cordero.
Sabato 12 agosto alle 21.00, nella Chiesa di San Biagio, l'Orchestra
Accademia Musicale San Giovanni di Napoli, sotto la guida del M° Keith
Goodman, chiuderà l'edizione 2011 del festival, regalando al pubblico un'
indimenticabile Concerto Sinfonico, proponendo un ricco e variegato
programma musicale con brani da Rossini, Beethoven, Haydn, Faurè,
Goodman, Schostakovich.

Vera novità di quest'anno è la volontà del Festival dei Saraceni di
espandere i propri orizzonti, lasciando aperta la possibilità di
aumentare il numero delle proposte presentate all'interno del proprio
programma, cercando di raggiungere anche luoghi e forme fino ad oggi non
percorsi. A questo scopo, da questa edizione, verrà avviato un percorso
di collaborazione con altre realtà di eccellenza del panorama musicale
nazionale.
Per i corsi estivi di perfezionamento, invece, ci sarà da aspettare
ancora sino alla prossima edizone. Le selezioni verranno convocate per la
prossima primavera e i corsi si terranno nei mesi di luglio e agosto
2012.

Per informazioni e aggiornamenti:


www.festivaldeisaraceni.com - info@festivaldeisaraceni.com



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl