TUSCANY WINE - FIERA DEL VINO TOSCANO 8-9-10 OTTOBRE AREZZO

Dalla collaborazione delle Strade del Vino di Arezzo con Vinitaly, nasce questa fiera dedicata ai vini di Toscana.

Persone Leopoldo, Santa Vittoria
Luoghi Firenze, Toscana, Francia, Spagna, New York, Foiano della Chiana, Arezzo, provincia di Arezzo
Organizzazioni Siena
Argomenti enologia, economia, viticoltura, alimenti

05/ott/2011 09.06.46 Gazzettino di Toscana Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dalla collaborazione delle Strade del Vino di Arezzo con Vinitaly, nasce questa fiera dedicata ai vini di Toscana. La Fattoria Santa Vittoria di Foiano della Chiana vi aspetta per presentare i suoi vini da vitigni antichi ed autoctoni come il Pugnitello.

 

05/10/2011 - TU WI - TUSCANY WINE - FIERA DEL VINO TOSCANO 8-9-10 OTTOBRE AREZZO Sono anni che molti operatori si chiedevano perché non esistesse una fiera dei vini di Toscana una regione riconosciuta come tra le più importanti per la produzione e la qualità vitivinicola oltre che per la bellezza del suo territorio e la ricchezza della sua storia.

La risposta è arrivata con TU WI - Tuscany Wines fiera dei vini di Toscana che si terrà dall’8 al 10 ottobre presso gli spazi di Arezzo Fiere e Congressi. Per la prima edizione saranno presenti 150 aziende a rappresentare un terroir che, nell’immaginario collettivo, rientra nel gotha delle eccellenze dell’enologia mondiale, con 40 buyer di vino, provenienti dai più importanti mercati internazionali, ospiti.

Un’iniziativa di alto profilo che mette in campo il lavoro eccellente delle Strade del vino di Arezzo, del polo fieristico aretino congiuntamente a quello di Vinitaly Verona, uno degli appuntamenti più importanti a livello internazionale per quello che concerne il mondo del vino.

La Toscana rappresenta un punto di riferimento essenziale per tutti coloro che producono Vino di eccellenza e quindi era naturale la nascita di una fiera rivolta sia agli operatori del settore che ai moltissimi amanti del vino toscano sia italiani e stranieri.

Non poteva mancare a quest'evento la Fattoria Santa Vittoria di Foiano della Chiana, Arezzo, una azienda vitivinicola, una cantina toscana di antiche origini - nasce alla fine del '700 nel cuore della Toscana e della Valdichiana sul luogo di una preesistente fattoria romana di epoca imperiale, sulla collina che domina la piana di Scannagallo, dove nel '500, a seguito della sconfitta della Francia e di Siena ad opera di Firenze e Spagna, nacque il Granducato di Toscana.

Santa Vittoria negli ultimi 20 anni ha avuto la passione ed il coraggio per investire nella sperimentazione sui vigneti. Negli anni in cui le più famose cantine toscane influenzavano i gusti ed il mercato con i loro Supertuscan, questa piccola cantina decise di andare controcorrente, dedicando i suoi sforzi alla produzione di vini assolutamente autoctoni dove i caratteri varietali potessero ritrovare la loro dignità umiliata dal troppo legno ormai di moda e dilagante.

Queste scelte difficili sono state più volte premiate e nell'ultimo anno gli hanno fruttato riconoscimenti anche sul mercato americano - un tempo il più accanito sostenitore di vini corposamente legnosi - con eccellenti valutazioni da parte di Wine Spectator e l'ingresso dei suoi vini sul difficile mercato di New York ( il Grechetto, il bianco della cantina, è stato selezionato dal MOMA museum per l'estate 2011 tramite la Gramercy Tavern. ) http://www.fattoriasantavittoria.net

Alla manifestazione la Fattoria presenterà tutti i suoi vini (sette le etichette in tutto) tra cui il Poggio al Tempio, rosso di base un blend tra Sangiovese e due super autoctoni come il Fogliatonda ed il Pugnitello, ed il Leopoldo 100% Pugnitello, sicuramente i più rappresentativi dello stile unico di questa cantina. A fianco di queste etichette assolutamente territoriali sarà in degustazione anche il Conforta 2010, un vino “esotico”, una vendemmia tardiva da uve botritizzate di Semillon, G.Traminer e Incrocio Manzoni, gran menzione Vinitaly 2011, assolutamente insuperabile in abbinamento con formaggi erborinati.

Tuscany Wine si presenta quindi alla sua prima edizione come una rassegna importante per chi volesse addentrarsi nell'eccellente mondo dei vini toscani non solo delle grandi e famose cantine. Un percorso vario per la promozione di un territorio che rappresenta sia dal punto di vista culturale che enogastronomico, una eccellenza per l'export italiano nel mondo.

Comunicato a cura di "Storie di Toscana"

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl