Peccati di gola, durante il Carnevale

20/feb/2012 19.21.28 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A Milano il Carnevale non termina il martedì grasso, quest’anno 21 febbraio, ma viene posticipato al sabato seguente, perché in questa città vige il calendario Ambrosiano. La tradizione vuole infatti che le liturgie quaresimali inizino nel periodo in cui Sant’Ambrogio, Patrono di Milano, fece ritorno da un pellegrinaggio, ossia la Domenica successiva. Questo fa sì che per i milanesi il Carnevale sia maggiormente sentito nella settimana in cui altrove è già finito. Bastianello, da bravo milanese, non poteva certo distaccarsi da questa tradizione, arricchendo la sua pasticceria con i dolci che questa festività impone: chiacchiere e tortelli, che rappresentano gli ultimi peccati di gola prima dell’astinenza quaresimale. Non poteva però mancare una novità: il Fierobecco, un nuovo cioccolatino pralinato che si ispira ai racconti della scrittrice J. K. Rowling. Per Harry Potter il Fierobecco è, infatti, un ippogrifo, ossia una creatura mitologica con il corpo di cavallo e le ali di aquila, di colore grigio chiaro. Nel mondo incantato della pasticceria Bastianello è invece un dolce da dare alla persona speciale. Non importa che sia la moglie o l’amante in quanto il suo nome gioca su un gioco di parole e potrebbe anche essere letto fiero becco nel senso di cornuto e felice. Un’idea per contrapporre il bacio puro ad un bacio peccaminoso e rubato che non a caso si sposa con un cioccolatino intensamente gustoso, ma anche molto calorico! Un peccato di gola, insomma, a cui non è possibile sottrarsi.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl