Breda vola in Africa per una commessa senza precedenti: 118 portoni in oro massiccio

01/apr/2012 09.30.25 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Per motivi di sicurezza la produzione dei portoni in oro è stata spostata in un luogo top secret
L’azienda annuncia un appalto da sogno per il Palazzo reale del sultanato africano di Zamunda, oggetto di una maestosa opera di ristrutturazione. Avviata la realizzazione di 120 portoni in oro massiccio della serie residenziale Le Perle da utilizzare come chiusure e pareti scorrevoli interne alle dimore reali. Nei giorni scorsi una delegazione africana ha fatto visita alla sede della Breda.

SEQUALS (Pordenone) 1 aprile 2012 - Dal ricco, ricchissimo sultanato di Zamunda, isola africana, alla tranquilla cittadina di Sequals nella provincia pordenonese. Quasi 8 mila chilometri per accontentare i capricci del futuro Re, Akeem, che entro la fine dell’estate convolerà a nozze con la sua promessa sposa (la futura regina Imani Izzi) e prenderà pieno possesso della dimora reale di Zamunda. Una ricerca su internet, ormai davvero alla portata di tutti – anche in mezzo all’Oceano – ed ecco che digitando parole chiave come “portoni” e “oro”, fra le altre, dall’altro capo del mondo si è materializzato a video il sito internet di Breda Sistemi Industriali con la sua esclusiva linea di porte garage residenziali Le Perle, utilizzabili anche come pareti interne scorrevoli.

“In un primo momento, quando abbiamo ricevuto una richiesta di preventivo, abbiamo subito pensato fosse una burla visto il mittente e la sbalorditiva richiesta: 118 chiusure in oro massiccio per una famiglia reale africana” – spiega la direzione marketing di Breda Sistemi Industriali, che filtra le richieste di informazioni di tipo commerciale. La diffidenza iniziale dell’azienda si è trasformata in entusiasmo quando, alcune settimane dopo, la richiesta si è confermata veritiera e l’operazione è stata formalizzata con tempistiche da record. Una volta ricevuto tutto il quantitativo di oro necessario alla realizzazione delle 118 chiusure, Breda ha avviato da subito il processo produttivo, spostato in un’altra sede per motivi di sicurezza. La produzione oggi procede a vele spiegate, tanto che nei giorni scorsi una delegazione della famiglia reale africana ha fatto visita alla sede di Breda Sistemi Industriali per un sopralluogo e un controllo dello stato di avanzamento dei lavori.

La consegna dei prodotti in terra africana è prevista a partire da fine aprile con un dispiegamento di forza lavoro senza precedenti da parte di Breda per quanto concerne l’installazione dei portoni e delle pareti scorrevoli all’interno del Palazzo reale di Zamunda, oggetto di un maestoso intervento di ristrutturazione proprio in ottica del matrimonio reale di fine estate. “A cui a questo punto speriamo di essere invitati, visto che da quanto ci hanno raccontato i diretti interessati sarà un evento da favola” – fanno sapere dalla Breda. E da favola, per ora, è senz’altro questa fornitura, che dimostra come il made in Italy sia in grado esercitare un fascino irresistibile in ogni angolo del pianeta, grazie al connubio fra creatività, capacità artigianali fuori dal comune e, nel caso, di Breda, un alto tasso di personalizzazione dei prodotti.

Con l’innovativa collezione di portoni sezionali Le Perle, oggetto della fornitura, il portone di casa diventa arredo e ridefinisce il concetto di semplice “contenitore per auto” con soluzioni realizzate in esemplari unici e con infinite possibilità di personalizzazione. Le Perle è la soluzione ideale anche per creare pareti divisorie mobili per suddividere lo spazio delle mura domestiche. Questa gamma si compone della collezione Metal Jewels, con disponibilità di finiture in rame, ferro effetto “rust” arrugginito, acciaio lucido, satinato o porcellanato e inox; Wooden Jewels, con proposte nelle versioni legno anticato, legno con inserti di murrina, composito di legno effetto legno, composito di legno grigio scuro, antracite, blu, metalizzato, ossidato, sughero rosso, marrone e verde; Textiles Jewels, che offre possibilità di personalizzazione in stoffa, stoffa intercambiabile, pelle capitonè e cuoio naturale; i portoni Stone Jewels con personalizzazione in mosaico, marmo, sassi e mattoni abbinati; Resins Jewels, che propone i modelli dipinto sotto resina, cd sotto resina, spaghetti, chicchi di caffè, fiori, foglie, peperoncini, sassi di fiume, dipinto acrilico.


Per maggiori informazioni visita il sito www.bredasys.com

Breda Sistemi Industriali S.p.A. – Portoni Sezionali Evoluti
Via Cecilia Danieli, 2 33090 Sequals – PORDENONE
Tel. +39 0427.939311
Fax. +39 0427.939321
Email breda (at) bredasys.com
Web http://www.bredasys.com/

Ufficio Stampa
Luca Drigani+ 39 331 3898679
l.drigani@seltzpr.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl