Gelmini, PdL: rendere l’ingresso nel mondo del lavoro meno oneroso e burocratico

06/apr/2012 19.12.20 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Mariastella Gelmini, deputato PdL, interviene nel dibattito che sta accompagnando la riforma del mercato del lavoro, esprimendo apprezzamento per le parole di Cicchitto e sottolineando come «Se vogliamo rivedere l’art. 18, garantendo di più il lavoratore in uscita, è sacrosanto bilanciare il versante in entrata: rendendo quindi l’ingresso meno oneroso e burocratico».

«Non tutte le modifiche vengono per nuocere. Se vogliamo rivedere l’art. 18, garantendo di più il lavoratore in uscita, per ragioni economiche, è sacrosanto bilanciare – come fa rilevare Cicchitto – il versante in entrata: rendendo quindi l’ingresso meno oneroso e burocratico e accogliendo le osservazioni che sono giunte proprio da chi deve ritrovare coraggio e voglia di rischio nell’investire, vale a dire il mondo vitale delle piccole e medie imprese». Lo afferma l’on. Mariastella Gelmini, PdL, intervenendo nel dibattito che accompagna l’approvazione in Consiglio dei Ministri del DL di riforma del mercato del lavoro.

 

 

Mariastella Gelmini, è deputato del PdL. Inizia la propria carriera politica nel 1998, quando è prima tra gli eletti al Comune di Desenzano del Garda, per Forza Italia. Dal 2002 diviene Assessore al Territorio della Provincia di Brescia e dal 2004 all’Agricoltura. Nel 2005 è consigliere regionale della Lombardia e coordinatrice regionale di Forza Italia. Deputato nel 2006 e nel 2008 (Lombardia II), è stata Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel Governo Berlusconi IV (8 maggio 2008-16 novembre 2011).
Nell’attuale legislatura, è componente della X Commissione (Attività produttive, Commercio e Turismo) della Camera dei Deputati.

Fonte: mariastellagelmini.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl