Il prossimo 25 ottobre si svolgerà a Milano il Secondo Convegno Nazionale sulle attività negli Spazi Confinati: Work Safely in Confined Spaces: Work Together To Target

09/apr/2012 20.31.07 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Dopo il grande successo suscitato dalla proposta di  www.spazioconfinato.it e la grande partecipazione registrata per la prima edizione, il prossimo 25 ottobre si svolgerà a Milano il Secondo Convegno Nazionale sulle attività negli Spazi Confinati per il quale, anche quest’anno, verrà richiesto l’inserimento nell’ambito della prossima Campagna Nazionale promossa dall’Agenzia Europea di Bilbao che per il biennio 2012/13 sarà dedicata alla “Collaborazione per la prevenzione dei rischi”. Tema che, peraltro, contraddistingue proprio la nostra mission, che è quella di creare le condizioni perché si possa raccogliere e condividere l’esperienza di chiunque sia portatore di reali conoscenze e interesse, in modo da poter identificare azioni efficaci e procedure operative da condividere e sviluppare grazie alla collaborazione di tutti.

Il convegno sarà l’occasione, dopo circa un anno dall’entrata in vigore del DPR 177/2011, per fare il punto sui diversi problemi interpretativi e applicativi che la nuova normativa ha evidenziato fin da subito e confrontare quanto disposto a livello nazionale con quanto previsto a livello internazionale ed europeo.

Proprio il confronto con le norme tecniche e le disposizioni legislative europee e internazionali, potrebbe suggerire indicazioni operative immediatamente applicative per sviluppare uno standard tecnico (analogo alle OSHA 29 CFR 1910.146 Permit-Required Confined Spaces oppure le ANSI/ASSE Z117.1-2009 Safety Requirements for Confined Spaces) che possa integrare sinergicamente le prescrizioni e gli obblighi di tutela della salute e sicurezza cogenti per l’eliminazione o riduzione dei possibili rischi legati all’interferenza delle lavorazioni associati alle attività dirette o terziarizzate che prevedono lavori in spazi confinati.

Una particolare attenzione sarà inoltre dedicata a come poter colmare la strutturale carenza d’informazione, formazione e addestramento che, anche a seguito di un’evidente mancanza di programmazione degli interventi di soccorso, ha causato il concatenarsi d’improvvisate azioni di salvataggio attuate dai colleghi di lavoro (non adeguatamente attrezzati e privi delle più elementari conoscenze a riguardo) che, di fatto, si sono purtroppo tradotte solamente in un incremento del numero delle vittime.

Infatti, per evitare che in futuro si ripeta questo tipo d’incidenti, tutti i partecipanti al Primo Convegno Nazionale hanno posto l’accento sulla necessità di definire strumenti concettuali e operativi adeguati per eseguire un’approfondita e corretta valutazione dei rischi, identificare un percorso di addestramento efficace, prevedere l’impiego di attrezzature idonee e pianificare gli scenari di emergenza codificando le operazioni da porre in essere.

Il programma dettagliato dell’evento, che in questo periodo è in fase di elaborazione e che sarà presto pubblicato e costantemente aggiornato sulle pagine del nostro sito, saprà certamente dare soddisfazione alle numerose richieste che ci sono giunte in questi mesi dai partecipanti al precedente Convegno e dai numerosi iscritti al nostro portale web.

Lo Staff di www.spazioconfinato.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl