CNF1, una tossina contro la sindrome di Rett

24/apr/2012 10.36.40 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Campus

La Fondazione Università Niccolò Cusano sostiene la lotta contro la sindrome di Rett.

La speranza giunge dalla proteina batterica CNF1 o, per meglio dire, da una tossina da essa prodotta. La scoperta è stata fatta dall’Istituto Superiore di Sanità e ruota attorno all’Escherichia coli e alla tossina CNF1, o fattore citotossico necrotizzante di tipo 1. Identificata negli anni Ottanta, alla tossina erano stati inizialmente attribuiti svariati ruoli come fattore virulento: dalla riorganizzazione del citoscheletro, l’impalcatura che dà forma e sostegno alla cellula, all’attivazione di piccole proteine regolatrici coinvolte in attività fondamentali come la proliferazione e la morte cellulare programmata.
Oggi questa tossina viene identificata come un potenziale farmaco innovativo per combattere patologie rare come la Sindrome di Rett. La Fondazione Università Niccolò Cusano per la Ricerca Medico-Scientifica apprende con entusiasmo dei progressi compiuti nella lotta a questa grave patologia neurologica e, dopo aver destinato i suoi primi fondi alla ricerca sulla Sindrome di Rett, sostiene e supporta tutti gli sforzi compiuti e quelli che si compiranno per debellare una volta e per tutte una delle più importanti cause di ritardo mentale nelle bambine entro i 18 mesi d’età.

Per maggiori informazioni:
Tel +39. 06.70.30.73.12 Fax.+39.06.70.25.968
Email: info@fondazioneniccolocusano.it
Sito web: www.fondazioneniccolocusano.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl