Comunicato Stampa presentazione passeggiata narrata Non è vero ma ... ci credo

Comunicato Stampa presentazione passeggiata narrata Non è vero ma ... ci credo.

Persone Severo Raimondo San, Matilde Serao
Luoghi Napoli
Organizzazioni Insolitaguida
Argomenti arte, occultismo, religione, letteratura

24/apr/2012 12.11.11 Insolitaguida.it Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA ASSOCIAZIONE CULTURALE INSOLITAGUIDA

PRESENTAZIONE PASSEGGIATA NARRATA “NON E’ VERO MA … CI CREDO!”

 

Tutte le superstizioni sparse nel mondo sono raccolte in Napoli e ingrandite, moltiplicate [..]”.

E’ proprio dalla famosa citazione di Matilde Serao, che l’associazione culturale Insolitaguida prende spunto nel dedicare una passeggiata narrata alla più grande mania dei napoletani ( e non solo) : la scaramanzia e gli aneddoti relativi alla superstizione, i gesti e i riti anti-jella.

Un tour suggestivo nelle viscere di Napoli dove verranno svelate le più disparate curiosità e credenze sul malocchio, raccontando di inimmaginabili e fantasiosi rimedi legati alla credenza popolare, di veri e propri culti e cerimonie sotterranee.

Tra le varie chicche, che verranno svelate, si parlerà dei riti superstiziosi per evitare la calvizia, dell’origine di un piatto simbolo della cucina napoletana, di come trattare le fedi nuziali e del gioco diventato “sacro” per i superstiziosi : il lotto!

Uno spazio tutto suo avrà il simbolo anti-jella per eccellenza: il cornicello; a cominciare dalle sue origini, alle sue caratteristiche e soprattutto alle istruzioni d’uso, che pochi mettono in pratica.

Non mancheranno momenti d’arte e di storia, meglio se mista a  leggenda, come nel caso del Principe di San Severo Raimondo di Sangro , noto come l’alchimista.

E dopo tutto questo parlare di superstizione la passeggiata non può non terminare se non con un rito scaramantico: tutto il gruppo sarà coinvolto, appunto, nel recitare un’antica formula dal risultato garantito ( o almeno si spera ).

Questo è uno dei tanti modi poco convenzionali, con cui l’associazione culturale Insolitaguida fa scoprire ( o riscoprire) il patrimonio artistico e culturale della città di Napoli, perché la conoscenza di una città non deve essere limitata solo alle strade, ai monumenti e alle fonti scritte ma deve comprendere anche la gente che la popola, le leggende e le storie che si tramandano di generazione in generazione.

All’appuntamento previsto il 5 Maggio ( ore 17:00 ) se ne aggiungeranno altri su richiesta di gruppi di almeno 6 persone.

Si ricorda che, per prendere parte all’evento a numero chiuso ( contributo di partecipazione 6 € ) , occorre prenotarsi ed è possibile farlo telefonicamente al 338 965 22 88 oppure on-line sul sito www.insolitaguida.it, dove è possibile trovare ulteriori informazioni e curiosità.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl