Gli scenziati italiani nel mondo e la crescita del Paese

Un'App per la mobilità dei talenti e la condivisione a distanza: la lungimiranza di UniCusano.

Persone Anna Prassino, Giovanni Puoti, Niccolò Cusano
Organizzazioni Farnesina
Argomenti politica, istruzione, ministeri, università

24/apr/2012 15.01.15 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Campus

Un’App per la mobilità dei talenti e la condivisione a distanza: la lungimiranza di UniCusano.

Il convegno andato in scena ieri alla Farnesina e presentato dai ministri Terzi e Profumo ha permesso di approfondire e fronteggiare il fenomeno della fuga dei cervelli nostrani che si affermano poi all’estero. Il titolo del convegno “Gli scienziati italiani nel mondo e la crescita del Paese” chiarisce sin dalle prime l’intenzione di invertire una tendenza pericolosa oggi e potenzialmente distruttiva già da domani. L’Università degli Studi Niccolò Cusano, invitata all’evento nella persona del suo Rettore Prof. Giovanni Puoti, ha appreso come tra le possibili soluzioni vagliate la più accreditata si sia rivelata quella di una vera e propria piattaforma informatica che permetterà di mettere in collegamento istituzioni, università, centri di ricerca e imprese attive nel settore dell’innovazione, che potranno così condividere e scambiare informazioni su programmi e opportunità di ricerca. A creare questo progetto di “networking” ci sta pensando una task force composta da esponenti del governo e del mondo della ricerca. Quello che si sta realizzando oggi la UniCusano lo ha messo in pratica ormai 6 anni fa, quando pensò che una modalità di insegnamento e di condivisione a distanza potesse rappresentare il futuro della cultura e della conoscenza.

Per maggiori informazioni:
Anna Prassino
Numero Verde 800. 98.73.73
Email: anna.prassino@unisu.it
Sito web: www.unicusano.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl