Verona diventa slow anche con l’asparago, signore in tavola

Verona diventa slow anche con l'asparago, signore in tavola.

Persone Emidio Bedendo, Enrico Olioso, Camera Commercio Italo Rumena, Adrian Dimache, Emidio Bedendo Presidente Consorzio Valorizzazione Asparago, Luigi Frigotto, Claudio Rama, Marco Brogiotti
Luoghi Verona, Rivoli, Arcole, Pastrengo
Organizzazioni Confcommercio
Argomenti alimenti, economia, politica, agricoltura

07/mag/2012 12.54.30 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’occasione, infatti, è una serata di valorizzazione di questo ortaggio organizzata a Pastrengo, l’11 maggio presso il ristorante Hotel La carica (www.lacarica.com) alla presenza di Marco Brogiotti, presidente Slow Food Veneto, Claudio Rama, presidente Confcommercio comprensorio Baldo Garda, Luigi Frigotto Assessore Provinciale politiche agricole, Emidio Bedendo Presidente Consorzio Valorizzazione Asparago di Verona. Sarà presente inoltre Adrian Dimache Segretario Generale Camera Commercio Italo Rumena, con cui il sistema veronese sta da tempo collaborando con iniziative  di cooperazione e promozione dei prodotti  agroalimentari. “Attraverso le condotte locali – spiega Marco Brogiotti – Slow Food Veneto vuole valorizzare la qualità organolettica di questo asparago sensibilizzando cuochi e consumatori all’utilizzo di un prodotto fresco proveniente da un territorio sano, un prodotto la cui bontà e qualità passa attraverso metodi di coltivazione sostenibili e fortemente legati alla storia e alla cultura del territorio, così da riconoscere il giusto valore economico e quindi remunerare adeguatamente sia il produttore che il ristoratore. Il territorio è un elemento da salvaguardare, un biglietto da visita, un punto di forza che va tutelato e rispettato”. A sostegno di questa valorizzazione, e grazie all’attività della condotta Slow Food Monte Baldo, presieduta da Enrico Olioso, anche lui presente alla serata, da quest’anno entra in scena la Comunità del cibo dedicata all’asparago, organismo che riunisce i soggetti che operano nell’asparago e che si impegna a sostenere la qualità e la sostenibilità delle loro produzioni. La serata sarà condotta dal padrone di casa Claudio Rama:  ”Siamo orgogliosi che questa coltura sia diventata una delle maggiori della Provincia. Con gli chef di questo territorio abbiamo lavorato all’innovazione sulle ricette, con accostamenti e modi di degustazione originali rispetto alla tradizione culinaria, raggiungendo risultati importanti per i nostri produttori ma soprattutto per i consumatori”. Per l’occasione Emidio Bedendo, presidente del Consorzio per la tutela e valorizzazione degli Asparagi di Verona, realtà che raggruppa oltre il 70 per cento dei produttori di asparagi della provincia scaligera, illustrerà ai presenti con immagini, e con i semi stessi del prodotto, il ciclo vitale dell’asparago, frutto di un impegno con la natura di centinaia di milioni di anni, nati dall’unione di acqua, terra, aria e calore. “Gli Asparagi – racconta Bedendo – sono al centro dell’attenzione di una vastissima comunità di ricercatori del gusto, che ne apprezzano le caratteristiche per tutta la durata della stagione. Dal aprile a giugno, come vuole la tradizione, prosperano sotto il piano dei ricchi campi che vanno da Rivoli  ad Arcole”. La cena in programma è disponibile  su www.aspatiragodiverona.it al quale è stato affiancato il profilo facebook /dallaterraallatavola per i vostri “Mi piace”.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl