MEVACO realizza una parete per un vano scala in lamiera stirata

24/mag/2012 10.45.38 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Göppingen, maggio 2012. Nei vecchi edifici i vani scala sono spesso costruiti in maniera imponente e rappresentativa; in quelli nuovi sono invece considerati perlopiù un elemento di accesso “necessario” e vengono realizzati in maniera sobria e puramente funzionale. Ma non sempre è così. Ispirato dai molti esempi di applicazione di MEVACO, l’architetto Stefan Bräuning ha progettato un vano scala in lamiera stirata, tanto funzionale quanto riuscito a livello estetico.

 Per la committente era importante che il vano scala della sua nuova costruzione avesse un qualcosa di particolare. Esso conduce, con accesso diretto dal garage sotterraneo, alle cantine, alla depandance e all’appartamento principale. Qui la tromba presenta un’altezza totale di 5 metri. La casa è stata costruita mettendo in risalto i materiali: cemento a vista (pareti portanti), acciaio (ringhiera e scala interna della casa), finestre in alluminio a tutta altezza, e ampi spazi con parquette in listoni di rovere. La committente è un’amante del design, delle linee pulite e della purezza del materiale.

Seguendo i desideri della committente, lo studio di architetti incaricato dei lavori ha riflettuto sulla costruzione più adatta del vano scala. Era chiaro che la tromba avrebbe dovuto soddisfare requisiti sia funzionali sia di protezione. All’inizio è stato valutato l’impiego di più materiali, dal cemento al legno fino al vetro. Ma alla fine tutti i materiali sono stati scartati, poiché il team, ispirato dalle idee di MEVACO (www.mevaco.it,) si è appassionato all’idea di realizzare un vano scale in lamiera forata o lamiera stirata. Questi prodotti sono sembrati alla committente i più adatti per dare al suo oggetto quel qualcosa in più che cercava.

Per la realizzazione, lo studio di architetti ha lavorato fin dall’inizio con un partner di MEVACO, il fabbro Spissinger di Waiblingen. E’ stato chiarito nel dettaglio come doveva essere la costruzione, la statica e l’orditura finale – sia per le lamiere forate sia per le reti stirate. A quel punto non era ancora chiaro quale dei due prodotti sarebbe stato utilizzato. L’architetto e il fabbro hanno ponderato i vantaggi in termini di funzione e design di lamiera forata e stirata, nonché le loro caratteristiche costruttive.

Entrambi soddisfacevano i requisiti di delimitazione e protezione nel vano scala come parete donando tuttavia una certa trasparenza al vano.

 MEVACO offre per le lamiere forate un’ampia varietà di fori di design, come per esempio l’elegante foro a giglio o la briosa ellisse. Naturalmente oltre ai noti fori quadri o tondi in tutte le dimensioni. Le versatili lamiere stirate sono disponibili con diverse dimensioni della maglia e della larghezza del nervo. Modificando la dimensione delle maglie e la larghezza del nervo è possibile ottenere diverse varianti. L’effetto ottico spazia da una simile rete aperta fino a un aspetto bidimensionale chiuso. La scelta dei materiali (per es. acciaio inox, alluminio, acciaio) è simile per entrambi i prodotti. Non sussistono differenze neanche a livello dei servizi offerti. Tuttavia, poiché nella produzione delle lamiere stirate non ci sono sfridi da punzonatura, questa risulta più duratura. Senza dubbio entrambi i prodotti avrebbero dato vita a una parete davvero interessante. Dipendeva solo dalla volontà della committente, che, dopo aver confrontato i campioni dei prodotti, ha optato per la lamiera stirata. Questa non diventa “piatta” come la lamiera forata, bensì ha un aspetto tridimensionale. Proprio grazie alla sua superficie in 3D la lamiera stirata offre degli effetti incredibili soprattutto con il riflesso della luce. Un impiego della luce mirato sulla superficie tridimensionale della lamiera stirata crea un effetto ancora più affascinante e sorprendente di quello – già molto interessante – della lamiera forata.

Proprio in uno spazio ridotto è possibile creare un’atmosfera speciale con fonti di luce ben studiate e posizionate. Alla fine era questo quel qualcosa in più in grado di conferire alla lamiera stirata un fascino visivo ed è stato ciò che ha fatto propendere la committente per questa scelta.

Ed è arrivato il turno del fabbro, che ha preparato a mano gli schizzi della struttura, ha preso le misure e ha fissato la lamiera su un telaio di acciaio. La costruzione della struttura in acciaio è avvenuta in loco. La forma unitaria della scala assume, grazie a un’illuminazione raffinata con nastri luminosi a LED lungo la rampa, un aspetto affascinante e una lucentezza splendente. Inoltre, lungo le pareti dipinte di bianco sono stati posizionati dei coni luminosi. Sorpresi alla vista del lavoro finito, il fabbro e l’architetto si sono espressi all’unisono: “Come può essere imponente una parete di lamiera stirata!”. La tromba delle scale è diventata un nuovo eye-catcher nella nuova casa e gli occhi della committente brillano.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl