"Il sisma nello stretto di Messina ci sarà, ma non si sa quando"

04/lug/2012 16.19.46 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Romano Camassi ne parla a Radio Manà Manà.
“Il tanto temuto sisma che dovrebbe imbattersi tra la Sicilia e la Calabria non è detto che ci sia a breve”. È quanto afferma ai microfoni di “Ho scelto Manà” Romano Camassi, ricercatore dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in risposta alle dichiarazioni effettuate da 16 sismologhi, secondo i quali a breve tra la Calabria e la Sicilia potrebbe verificarsi un terremoto di ingente portata a causa delle scellerate scelte in materia di edilizia ed urbanistica”. Tutti gli addetti ai lavori – aggiunge – sanno che quella è una zona ad alto rischio sismico. Per cui un terremoto potrebbe esserci tra un mese o tra 20 anni”.
Il presidente dell’Enea di Bologna, Alessandro Martelli, sostiene che la magnitudo del terremoto che riguarderà lo stretto di Messina si attesterà intorno ai 7,5 gradi. “Martelli è un ingegnere e direttore di una sezione dell’Enea, – precisa Camassi – inoltre, ha più volte dichiarato di aver segnalato soltanto studi. La possibilità che vi sia il sisma in quella zona c’è, ma non si può sapere quando”. La prevedibilità di un sisma, finora, sembra impossibile. “Sicuramente la ricerca sta affrontando la possibilità di determinare un terremoto, – conclude – ma non si hanno ancora esiti soddisfacenti, ma è un ambito in cui si deve insistere”.
Main sponsor di radio Manà Manà è l’Università degli studi Niccolò Cusano-Telematica Roma.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl