Washing Cube per l’Emilia Romagna: un gesto di solidarietà per il comune di Mirandola

17/lug/2012 15.27.52 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A seguito del terremoto che ha colpito la regione lo scorso 20 e 29 maggio, l’azienda ha installato, del tutto gratuitamente, una struttura Washing Cube nel comune di Mirandola, che è stata messa a disposizione degli sfollati e della Protezione Civile.

washing cubeMirandola, 17 luglio 2012Washing Cube, azienda leader nel settore dell’installazione di lavanderie self service, si è resa protagonista di un importante gesto di solidarietà a favore degli sfollati e della Protezione Civile di stanza nel campo Friuli, allestito nel comune di Mirandola. La cittadina, lo ricordiamo, è stata duramente colpita dal terremoto del 20 e del 29 maggio scorso. Il sisma ha fatto registrare ingenti danni non solo agli edifici storici, ma anche ad immobili residenziali di costruzione più recente, determinando una situazione nella quale molte persone hanno dovuto abbandonare la propria casa e riparare in campi di accoglienza allestiti per l’occasione.

Come è possibile immaginare, la vita in tenda non è per niente facile, non solo per quanto riguarda l’abitudine al comfort e alle facilitazioni tecnologiche di cui normalmente disponiamo, ma anche e soprattutto per ciò che concerne la possibilità di condurre normalmente le proprie attività, soddisfacendo un bisogno molto semplice quale la pulizia di vestiti e biancheria.

Per dare un po’ di sollievo a coloro che sono stati colpiti dal terremoto, l’azienda ha deciso di soccorrere, per quanto possibile, i cittadini mirandolesi, installando gratuitamente un Washing Cube “Silver” di 3 metri x 3, un modulo che comprende 3 lavatrici, con una capacità di 7 kg, e tre essiccatoi, anch’essi dotati di una capienza di 7 kg, in modo tale da offrire delle colonne bucato efficienti, attraverso le quali è possibile lavare e asciugare i propri capi. All’interno del Washing Cube è presente anche una cassa automatica centralizzata.

washing cubeGli abitanti di Mirandola potranno dunque usufruire di un prodotto di sicura affidabilità. Le strutture Washing Cube sono allestite con molta cura, e contano sulle macchine Miele Professional per quanto riguarda l’impianto hardware, garantendo così prestazioni di alto livello. Poter contare su un partner di eccellenza come Miele Professional, in particolare, significa essenzialmente puntare sulla qualità del servizio e sulla sua affidabilità. La comodità è solo uno degli aspetti che rendono il progetto Washing Cube così particolarmente attraente, oltre che utile. In più, le macchine sono in grado di dosare sapone, sanificanti e ammorbidenti automaticamente dopo la scelta del programma da parte dell’utente.

Le lavatrici e gli essiccatoi sono di facile utilizzo, ed anche per questo motivo sono molto apprezzati da chi le utilizza. Washing Cube, grazie alla sua struttura versatile, può essere collocato in diversi luoghi, in quanto presenta una struttura in acciaio zincato autoportante, che è approntata con pannelli isolanti. In più, le vetrate sono antisfondamento e il pavimento in PVC. Grande attenzione è data alla sicurezza e all’efficienza dei macchinari. All’interno del Washing Cube ci sono tutte le istruzioni necessarie per chi desidera utilizzare le macchine presenti senza nessuna difficoltà.

Washing Cube, attraverso questo gesto generoso, ha voluto restituire un po’ di normalità agli abitanti di Mirandola e alla Protezione Civile, venendo incontro alle persone che momentaneamente alloggiano presso il campo Friuli, fornendo un piccolo contribuito per facilitare la vita in questo momento così delicato.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito http://www.washingcube.com.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl