FMS e piccole produzioni: un mito da sfatare. Con un video.

30/lug/2012 16.21.25 BIZCOMIT.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sono molte, numerose – soprattutto in Italia, dove il tessuto industriale si compone principalmente di PMI – le organizzazioni convinte di non poter trarre vantaggi significativi dall’adozione di Sistemi Flessibili di Produzione, ritenendoli adatti principalmente alla produzione su larga scala. Eppure, è proprio nella produzione di piccoli lotti che un FMS fornisce i maggiori vantaggi.

I Sistemi Flessibili di Produzione operano infatti in un’ottica di Lean Production e sono così in grado di provvedere al meglio alla lavorazione di lotti unitari o di poche decine/centinaia di pezzi appartenenti a svariate famiglie di articoli.

La gestione efficiente dei materiali e della logistica, unita alle caratteristiche di pianificazione avanzata della stessa, rende possibile una efficace programmazione della produzione, con una maggiore automazione degli impianti ed un miglioramento della qualità derivante dalla riduzione dei rischi di errori umani. Tempi di attrezzaggio pari a zero e attrezzature pronte all’uso per lavori ripetitivi fanno divenire inoltre più redditizia anche la produzione dei piccoli lotti, mentre gli ingombri all’interno dell’azienda vengono contenuti poiché i materiali, le attrezzature e i pallet sono immagazzinati nell’FMS.

Per darne una chiara dimostrazione, Fastems  ha analizzato i dati statistici relativi all’impatto dell’adozione dei propri prodotti nella realtà delle piccole-medie imprese e li ha sintetizzati in un breve ed immediato video, disponibile online alla pagina www.fastems.com/comelautomazionecambialameccanica.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl